Put e Call nel Trading Online

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzione put (definizione)

Che cos’è un’opzione put?

Un’opzione put è un contratto che dà all’acquirente il diritto, ma non l’obbligo, di vendere un asset a un prezzo specifico, prima di una data di scadenza specifica. Il valore di un’opzione put aumenta se il prezzo di mercato dell’asset diminuisce.

Il venditore, detto anche “writer”, ha l’obbligo di acquistare l’asset sottostante al prezzo concordato, detto prezzo strike se l’opzione è eseguita dall’acquirente, detto anche “holder”. Al venditore viene pagato un premio per l’accettazione dei rischi associati all’obbligo di acquisto.

Scopri le nuove barrier

Impara a fare trading con i nuovi prodotti di IG .

Esempio di opzione put

Supponiamo che tu preveda che il prezzo delle azioni della società ABC stia per diminuire dal suo prezzo attuale di €30, così decidi di aprire un’opzione put con un prezzo di esercizio di €25. Per le opzioni su azioni, ogni contratto vale l’equivalente di 100 azioni, ma il prezzo è solitamente quotato per una sola azione.

Quando si opera con le opzioni c’è un premio fisso da pagare. Se il premio di questa opzione era di €1 per azione, il premio totale è di €100.

Se il prezzo delle azioni ABC scende fino a un prezzo di mercato di €20, potresti eseguire il diritto di vendere l’azione al prezzo di esercizio concordato di €25 per azione.

Se il prezzo delle azioni ABC scende fino a un prezzo di mercato di €20, potresti eseguire il diritto di vendere l’azione al prezzo di esercizio concordato di €25 per azione. Per calcolare il profitto, sottrai il prezzo di mercato dal prezzo di esercizio, ottenendo un profitto di €5 per azione. Dal momento che le opzioni put sono disponibili in lotti di 100 azioni, si moltiplica l’utile di €5 per azione per 100, ottenendo un profitto lordo di €500. Dopo aver detratto il premio di €100, resta un profitto netto di €400. Tuttavia, se le condizioni di mercato ti fossero avverse, potresti lasciare scadere l’opzione. In tal caso la tua perdita massima ammonterebbe al solo costo del premio iniziale di €100.

Tuttavia, se le condizioni di mercato ti fossero avverse, potresti lasciare scadere l’opzione. In tal caso la tua perdita massima ammonterebbe al solo costo del premio iniziale di €100.

I Pro e i contro delle opzioni put

I pro delle opzioni put

Le opzioni put consentono di operare sul movimento del prezzo di un asset senza possedere il valore reale del sottostante. Dal momento che possono essere utilizzate per la vendita allo scoperto (andare short) sul mercato, le opzioni put permettono di fare hedging sulle posizioni aperte, aprendo una posizione con movimento contrario.

Quando acquisti un’opzione put, le tue perdite sono limitate al costo totale del deposito. Tuttavia, in caso di vendita, le perdite potrebbero essere indefinite.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

I contro delle opzioni

Le opzioni hanno una data di scadenza predefinita, il che significa che il valore di un contratto di opzioni out-of-the-money diminuisce man mano che si avvicina la relativa data di scadenza.

Le opzioni put sono complicate e potrebbero risultare costose per i trader principianti che non sono consapevoli dei rischi. Di conseguenza, è importante che il trader definisca una strategia di gestione del rischio prima di iniziare a fare trading.

Impara a fare trading con IG

Impara a fare trading con IG Academy grazie ai nostri corsi, webinar e seminari interattivi.

Scopri di più

Scuola di trading

Trading con Bruno Moltrasio

La piattaforma online

I CFD fanno per me?

Cos’è il trading con i CFD?

Vantaggi del trading con i CFD

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

In alternativa puoi scriverci all’indirizzo email [email protected]

Mercati

Trading

Piattaforme e app

Analisi di mercato

Contatti

Non cliente: 800 897 582 oppure [email protected]

Programma di collaborazione: contattaci

Fare trading comporta dei rischi. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita.

Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Le perdite dei clienti professionali possono eccedere i loro depositi.

I conti CFD sono offerti da IG Markets Ltd; i conti CFD, opzioni e certificati sono offerti da IG Europe GmbH. IG è un marchio registrato. IG si riferisce a IG Markets Ltd e IG Europe GmbH. IG Markets Ltd (una società registrata in Inghilterra e Galles al n. 04008957, con sede legale a Cannon Bridge House, 25 Dowgate Hill, London, EC4R 2YA) è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority di Londra al n. 195355 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 72. P. IVA 06233800967. IG Markets Ltd Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano. IG Europe GmbH (una società costituita nella Repubblica Federale di Germania e iscritta al Registro delle Imprese di Francoforte al n. HRB115624, con sede legale a Westhafenplatz 1, 60327 Francoforte) è autorizzata e regolamentata nella Repubblica Federale di Germania dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht e dalla Deutsche Bundesbank al n. 148759 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 170. P. IVA 10372620962. IG Europe GmbH Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano, Italia.

Le informazioni contenute nel presente sito non sono dirette a soggetti residenti negli Stati Uniti d’America o in Belgio o in qualsiasi altro paese al di fuori dell’Italia. Le informazioni contenute nel presente sito non sono destinate né intese alla distribuzione, o all’utilizzo da parte di soggetti residenti in una giurisdizione o paese in cui tale utilizzo o distribuzione sarebbero contrari alla legge o normativa locale applicabile.

Call and Put Options Definitions and Examples

The Balance 2020

Call and put options are derivative investments, meaning their price movements are based on the price movements of another financial product, which is often called the underlying.

  • A call option is bought if the trader expects the price of the underlying to rise within a certain time frame.
  • A put option is bought if the trader expects the price of the underlying to fall within a certain time frame.

Puts and calls can also be written/sold, which generates income but gives up certain rights to the buyer of the option. 

Breaking Down the Call Option

For U.S.-style options, a call is an options contract that gives the buyer the right to buy the underlying asset at a set price at any time up to the expiration date. Buyers of European-style options may exercise the option—buy the underlying—only on the expiration date. 

Strike Price

The strike price is the predetermined price at which a call buyer can buy the underlying asset. For example, the buyer of a stock call option with a strike price of 10 can use the option to buy that stock at $10 before the option expires. 

Options expirations vary and can be short-term or long-term. It is worthwhile for the call buyer to exercise their option, and require the call writer/seller to sell them the stock at the strike price, only if the current price of the underlying is above the strike price. For example, if the stock is trading at $9 on the stock market, it is not worthwhile for the call option buyer to exercise their option to buy the stock at $10 because they can buy it for a lower price on the market.

What the Call Buyer Gets

The call buyer has the right to buy a stock at the strike price for a set amount of time. For that right, the call buyer pays a premium. If the price of the underlying moves above the strike price, the option will be worth money (will have intrinsic value). The buyer can sell the option for a profit (this is what most call buyers do) or exercise the option at expiry (receive the shares). 

What the Call Seller Gets

The call writer/seller receives the premium. Writing call options is a way to generate income. However, the income from writing a call option is limited to the premium, while a call buyer has theoretically unlimited profit potential. 

Calculating the Call Option’s Cost

One stock call option contract actually represents 100 shares of the underlying stock. Stock call prices are typically quoted per share. Therefore, to calculate how much buying the contract will cost, take the price of the option and multiply it by 100. 

  • In the money means the underlying asset price is above the call strike price.
  • Out of the money means the underlying price is below the strike price.
  • At the money means the underlying price and the strike price are the same. 

You can buy a call in any of those three phases. Your premium will be larger for an in the money option, because it already has intrinsic value.

Breaking Down the Put Option

For U.S.-style options, a put is an options contract that gives the buyer the right to sell the underlying asset at a set price at any time up to the expiration date. Buyers of European-style options may exercise the option—sell the underlying—only on the expiration date.

Strike Price

The strike price is the predetermined price at which a put buyer can sell the underlying asset. For example, the buyer of a stock put option with a strike price of $10 can use the option to sell that stock at $10 before the option expires. 

It is worthwhile for the put buyer to exercise their option, and require the put writer/seller to buy the stock from them at the strike price, only if the current price of the underlying is below the strike price. For example, if the stock is trading at $11 on the stock market, it is not worthwhile for the put option buyer to exercise their option to sell the stock at $10 because they can sell it for a higher price on the market.

What the Put Buyer Gets

The put buyer has the right to sell a stock at the strike price for a set amount of time. For that right, the put buyer pays a premium. If the price of the underlying moves below the strike price, the option will be worth money (will have intrinsic value). The buyer can sell the option for a profit (what most put buyers do) or exercise the option at expiry (sell the shares). 

What the Put Seller Gets

The put seller/writer receives the premium. Writing put options is a way to generate income. However, the income from writing a put option is limited to the premium, while a put buyer’s maximum profit potential occurs if the stock goes to zero.

Calculating the Put Option’s Cost

Put contracts represent 100 shares of the underlying stock, just like call option contracts. To find the price of the contract, multiply the underlying’s share price by 100.

Put options can be in, at, or out of the money, just like call options.

  • In the money means the underlying asset price is below the put strike price.
  • Out of the money means the underlying price is above the strike price.
  • At the money means the underlying price and the strike price are the same. 

Just as with a call option you can buy a put option in any of those three phases. Your premium will be larger for an in the money option, because it already has intrinsic value.

Opzioni – Strategie di Trading

STRATEGIE DI INVESTIMENTO CON LE OPZIONI

Qui di seguito verranno descritte alcune strategie di trading direzionale e di copertura, attuabili con le opzioni negoziate sul mercato IDEM.

ACQUISTO DI OPZIONE CALL

L’acquisto di un’opzione cali comporta il pagamento del premio dell’opzione, e dà all’acquirente il diritto, ma non l’obbligo, di esercitare l’opzione stessa entro la scadenza, acquistando così il sottostante per un valore predefinito dallo strike price (o prezzo base). La perdita massima per chi ha acquistato la cali è data dal premio pagato. Vediamo un esempio che esemplifichi la strategia:

Esempio 1 febbraio 2020: II titolo LUXOTTICA GROUP vale 26,80 euro. Linvestitore decide di acquistare un’opzione cali con strike 21.00 scadenza febbraio, il cui premio è 0.5575. L’opzione su LUXOTTICA GROUP ha un lotto minimo pari a 500 titoli, per cui il premio che verrà pagato è di 278.75 euro (0.5575 X 500). Alla scadenza dell’opzione, il terzo venerdì di febbraio, gli scenari possibili sono i seguenti:
LUXOTTICA GROUP quota 27.00: in questo caso l’opzione è ATM e il suo valore sarà nullo.
LUXOTTICA GROUP vale più di 27.00 euro, ad esempio 27. 25: in questo caso l’opzione è ITM di 0,25 euro (valore intrinseco dell’opzione). Conviene pertanto esercitare l’opzione, acquistando il titolo a 27.00 e, eventualmente, rivenderlo a 27.25, ottenendo così un guadagno pari al valore intrinseco dell’opzione stessa, e) LUXOTTICA GROUP vale meno di 27.00 euro: l’opzione scade OTM, senza alcun valore.

Come è stato chiarito dall’esempio, acquistare una cali permette di: – Partecipare al rialzo del prezzo del titolo azionario sostenendo un costo d’investimento ridotto rispetto all’acquisto del titolo stesso (e quindi anche un rischio di perdita ridotto). Nel caso in cui non si verifichi un aumento del prezzo del titolo, la perdita è limitata e predefinita, pari al premio pagato per l’acquisto dell’opzione. E’ sempre possibile vendere la cali prima della scadenza, ad un prezzo maggiore, nel caso il titolo aumenti di valore e non si desideri prendere una posizione sul titolo stesso.

PERCHé ACQUISTARE UNA CALL?

Se l’investitore prevede un forte rialzo del prezzo del titolo o indice sottostante. Per beneficiare del rendimento (rialzo) del titolo o dell’indice azionario sottostante con un minimo investimento, pari al premio dell’opzione. L’acquisto dei titoli avrebbe richiesto un esborso molto più elevato. Il capitale impiegato nell’investimento in opzioni ha quindi un rendimento maggiore. Per beneficiare dell’effetto leva: Nel caso di rialzo del prezzo del titolo o indice sottostante, il valore dell’investimento in opzioni aumenta percentualmente di più dell’investimento nel sottostante. È importante sottolineare che l’acquirente dell’opzione non è obbligato ad esercitare l’opzione, ma può rivenderla sul mercato.
Se l’investitore vuole avere un rischio limitato e certo sull’investimento azionario: la perdita massima dell’acquisto di opzioni cali è data dal premio pagato.

ACQUISTO DI OPZIONE PUT

L’acquisto di un’opzione put concede all’investitore il diritto, ma non l’obbligo di esercitare l’opzione entro la scadenza, vendendo il sottostante, al prezzo definito nello strike o base. Consideriamo il seguente esempio: la perdita massima per chi ha acquistato la put è data dal premio pagato.
1 febbraio 2020: Indice FTSE MIB quota 14.300. Linvestitore decide di acquistare 2 opzioni put con strike 14.000 scadenza febbraio il cui premio è pari a 168, per un investimento totale pari a: 168X2,5X2 = 840 euro
Alla scadenza dell’opzione, si può presentare uno dei seguenti scenari:

a) L’indice vale 14.000 o più: in questo caso, le due opzioni scadono senza valore.
b) L’indice vale meno di 14.000, ad esempio 13.750: in questo caso ciascuna opzione put è ITM di 250 punti indice. Le opzioni vengono esercitate con un contestuale accredito, per ciascuna opzione, del valore intrinseco dell’opzione, moltiplicato per il moltiplicatore del contratto, pari a 2,5 euro.

L’acquisto di un’opzione put permette quindi di guadagnare nel caso di riduzione del prezzo del sottostante, con un investimento limitato al valore del premio pagato. Viceversa, nel caso di un aumento del prezzo del sottostante, la perdita subita dall’investitore è comunque limitata al valore del premio pagato.

ERCHé ACQUISTARE UNA PUT?

Se l’investitore prevede un forte ribasso del prezzo del titolo o indice sottostante. Per proteggere il valore del proprio portafoglio azionario da un eventuale ribasso nel prezzo di un titolo, controbilanciando l’eventuale perdita sulla posizione in titoli con un profitto derivante dalla posizione in opzioni (si veda la strategia protective put).

VENDITA DI UNA COVERED CALL

L’operazione di vendita di una covered cali implica la vendita di un’opzione cali, avendo contemporaneamente una posizione lunga sul sottostante (la vendita della cali è detta appunto “coperta”, perché il venditore, nel caso di esercizio è “coperto”, ovvero, detiene già in portafoglio l’attività che è obbligato a vendere). Vediamo un esempio:

1 febbraio 2020: L’investitore detiene in portafoglio 10.000 titoli TENARIS, acquistati a 13.50 euro Egli decide di vendere 10 cali contro la posizione lunga, con strike 14.00, con premio pari a 0.255 ottenendo un accredito pari a (0,255 X 1.000 X10) = 2.550

Alla scadenza possono presentarsi i seguenti scenari:

a) Il titolo quota 14 euro o meno (ad esempio 13,50); in questo caso, le opzioni cali scadono senza valore. Il mancato guadagno o le perdite subite (ad esempio nel caso di ribasso a 13,50) dall’investitore sulla posizione in titoli viene compensata dal profitto ottenuto dai premi incassati con la vendita delle cali.

b) Il titolo quota più di 14 euro; in questo caso, le opzioni vendute scadono ITM, e verranno pertanto esercitate dal compratore. L’investitore dovrà pertanto vendere (consegnare) i titoli detenuti in portafoglio al prezzo pari allo strike price dell’opzione. In questo caso l’investitore avrà un guadagno complessivo dall’operazione pari al premio delle dieci cali vendute, a cui si aggiunge la differenza fra il prezzo di vendita dei titoli (pari allo strike price dell’opzione) ed il prezzo di acquisto dei titoli stessi:
2.550 + (14.00-13,50) X 10 X 1.000 = 7.550 euro.

Come visto nell’esempio, le opzioni vendute possono scadere senza valore, ma possono anche essere esercitate, nel caso di rialzo del mercato. Con la vendita di una Covered Cali, l’investitore è quindi disposto a vendere e consegnare i titoli ad un prezzo predeterminato.

ACQUISTO DI UNA PROTECTIVE PUT

Le opzioni vengono spesso presentate come strumenti ad elevato rischio finanziario: la strategia Protective Put offre un valido esempio di utilizzo delle opzioni come strumenti di copertura di investimenti in essere. La strategia comporta l’acquisto di un’opzione put contro una posizione in titoli in essere. Questo permette di coprirsi dalle perdite derivanti da un eventuale ribasso del prezzo dei titoli in portafoglio.

Esempio il 1 febbraio 2020: un investitore ha in portafoglio 10.000 azioni TERNA che quotano 2,87 euro. Il rischio della posizione consiste in un possibile ribasso nel prezzo del titolo. In questo caso, l’investitore può acquistare delle opzioni put, scadenza febbraio, per coprirsi da un eventuale ribasso a breve termine del titolo. Ad esempio, supponiamo che acquisti le put con strike 2,80 il cui premio è pari a 0.0675 euro. Ogni contratto d’opzione su TERNA ha un lotto minimo pari a 5.000 azioni, per cui per coprire la posizione in titoli occorreranno 2 opzioni put, per un costo totale pari a: 0,0675 * 5.000 * 2 = 675 euro.

Alla scadenza si possono presentare i seguenti scenari:

1) alla scadenza di febbraio, se il titolo quota 2,80 euro, o più, l’opzione scade senza valore, per cui l’acquirente perde il premio pagato. In ogni caso, ha coperto la propria posizione da un ribasso del sottostante (si può vedere il premio della put come un premio assicurativo).

2) se il titolo quota meno di 2,80 euro, ad esempio 2,70 le opzioni acquistate scadono ITM di 0,10 euro, per cui l’investitore le eserciterà, vendendo così i titoli a 2,80 euro e ottenendo un guadagno di 0,10 euro per azione. Dopo la scadenza, l’operazione può essere ripetuta, riacquistando i titoli e comprando di nuovo delle opzioni put a copertura. L’acquisto delle opzioni put a copertura di posizioni, deve essere visto come una assicurazione contro il rischio di ribasso del prezzo del sottostante. Se le opzioni scadono OTM, l’investitore avrà in ogni caso coperto il proprio investimento con un costo contenuto.

ACQUISTO DI UNO STRADDLE

L’acquisto di uno straddle comporta il contemporaneo acquisto di un’opzione cali e di un’opzione put, aventi uguale sottostante, scadenza e strike. Avendo comprato sia una cali che una put, l’investitore è contemporaneamente lungo e corto sul sottostante: si attende un movimento del prezzo del sottostante, sia esso al rialzo o al ribasso, di ampiezza maggiore alla somma dei due premi pagati per l’acquisto della strategia. In entrambi i casi, infatti, una delle due opzioni acquistate risulterà ITM e genererà un profitto, mentre l’altra verrà abbandonata.

ACQUISTO DI UNO SPREAD VERTICALE

1. Cali spread verticale: comporta l’acquisto di una cali e la vendita contemporanea di una cali con uguale scadenza, ma strike più elevato. Quando il prezzo dell’attività sottostante raggiunge o supera il livello del prezzo di esercizio più elevato si realizza il massimo profitto della strategia, dato dalla differenza tra i due strike, meno il premio netto pagato per acquistare la strategia. Infatti, se il prezzo del sottostante supera lo strike più elevato, entrambe le opzioni vengono esercitate: si acquista l’attività sottostante al prezzo di esercizio più basso, vendendola a quello più elevato. Viceversa, in caso di ribasso del prezzo al di sotto dello strike inferiore, le due opzioni scadono senza valore. Tuttavia, la perdita massima della strategia è data dal premio netto pagato per acquistarla.

Esempio 1 febbraio 2020: Il titolo STM quota 6.1 euro. L’investitore sceglie di acquistare il cali spread verticale 6.80 -1.00: acquista la cali con strike 6.80, pagando il premio di 0,268 euro e vende la cali con strike 1.00, ricevendo il premio di 0,1 euro. Il costo dello spread (pari anche alla massima perdita dalla strategia) è pari a: (0,268 – 0,1) X 1.000 = 168 euro. Il massimo guadagno dell’operazione (pari a: (0,20-0,168) X 1.000 = 32 euro) si raggiungerà se entro la scadenza il sottostante quota più di 7.00 euro.

2. Put spread verticale: comporta l’acquisto di un’opzione put e la vendita contemporanea di un’opzione put, con uguale scadenza, ma strike inferiore. Come nel caso di cali spread, il massimo profitto della strategia è dato dalla differenza tra i due strike, meno il premio netto pagato. Ma, nel put spread il massimo profitto viene raggiunto quando il prezzo del sottostante scende sotto lo strike più basso. In tal caso, infatti, entrambe le opzioni put vengono esercitate: si vende l’attività sottostante al prezzo di esercizio maggiore, acquistandola a quello inferiore. Nel caso di rialzo del prezzo del sottostante, viceversa la perdita massima è data dal premio netto pagato per acquistare la strategia.

Esempio 1 febbraio 2020: il titolo FIAT quota 3.96 euro. L’investitore acquista lo spread verticale 4.00 – 4.20: Acquista la put con strike 4,20 pagando il premio di euro 0.25. Vende la put con strike 4.00 euro ricevendo il premio di euro 0.(Il costo dello spread (pari anche alla massima perdita dalla strategia) è pari a: ( 0.25 – 0,088) X 1.000 = 162 euro. Il massimo guadagno dell’operazione (pari a (0.20 – 0.162) X 1.000 = 38 euro) si raggiungerà se entro la scadenza il sottostante quota meno di 4,20 euro.
In sintesi, con l’acquisto di uno spread verticale cali o put, si riduce il costo della posizione, limitando tuttavia il possibile guadagno. La perdita massima della posizione è pari al premio complessivo pagato (differenza tra i due premi delle opzioni con cui si costruisce lo spread).

Ricevi le notizie su Trend Online

Se stai cercando approfondimenti sulle opzioni binarie ti consigliamo di visitare Opzionibinarie60.com un blog nel quale vengono illustrate e testate le strategie di trading che stanno dando maggior successo.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: