Opzioni binarie la strategia pivot point

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Pivot Point: cosa sono, come si calcolano e strategia trading

I pivot point sono una modalità di analisi tecnica piuttosto importante per poter determinare nel modo più attendibile (o, almeno, si spera sia così!) il livello di supporto e resistenza . In italiano possono essere tradotti con “Punti Pivot”.

Si tratta di una metodologia comunemente utilizzata dai trader , che attraverso tale fruizione sono in grado di formare potenziali fasce di prezzo sul quale orientare il proprio trading quotidiano o, per alcuni, cercare di conferma i c.d. breakout. Molti trader basano la propria strategia di trading sui punti pivot.

Ma che cosa sono i punti pivot? Come calcolarli?

Cosa sono i Pivot Point

Il punto di “rotazione” è il livello in cui la direzione del mercato cambia durante una sessione di trading . Con l’aiuto di alcuni semplici calcoli e del monitoraggio dei tradizionali indicatori di prezzo (massimo, minimo, apertura e chiusura dei giorni precedenti), è possibile ricavare diversi punti che possono essere d’aiuto nell’individuazione dei livelli di supporto e di resistenza. Ebbene, questi punti sono proprio i c.d. “livelli di pivot”, e potrebbero diventare un vostro importante alleato.

Già da questi pochi elementi, dovreste aver ben intuito come durante ogni giorno di negoziazione sul mercato, per poter utilizzare i pivot per i vostri obiettivi sarà sufficiente tenere traccia del prezzo di apertura, del massimo e del minimo di sessione, della chiusura. Proprio questa semplicità di calcolo, unitamente alla natura predittiva dei punti pivot, ha rappresentato uno dei motivi principali per cui l’analisi con i punti pivot ha guadagnato tanta popolarità: i trader possono infatti semplicemente utilizzare le informazioni relative al giorno precedente per poter calcolare potenziali punti di svolta per il giorno corrente, ovvero per il giorno in cui intende negoziare.

Come calcolare i punti pivot

Considerato che un gran numero di trader utilizza i punti pivot per il proprio studio, è evidente che il mercato tende a reagire a questi livelli di rotazione. Bene cercare dunque di comprendere come poter calcolare questi punti di rotazione, anche perché per poterli calcolare sarà sufficiente utilizzare le seguenti formule:

  • Punti Pivot = (Alto + Chiusura + Basso) / 3
  • Resistenza 3 = Alto + 2 * (Pivot – Basso)
  • R 2 = Pivot + (R1 – S1)
  • R 1 = 2 * Punto Pivot – Basso
  • Supporto 1 = 2 * Pivot – Alto
  • S 2 = Pivot – (R1 – S1)
  • S 3 = Basso – 2 * (Alto – Pivot)

Ma cosa significa quanto sopra? Come spiegarlo? E come utilizzare tali punti?

Cosa indicano i pivot point

Come potete facilmente vedere dalle formule di cui sopra, prendendo i prezzi alti, bassi e di chiusura dei giorni precedenti, il trader riesce ad avere 7 punti a sua disposizione: 3 livelli di resistenza, 3 livelli di supporto e il punto di “svolta” effettivo. Ma come utilizzare questo patrimonio informativo?

In termini molto esemplificativi, nel caso in cui il mercato dovesse aprirsi al di sopra del punto pivot, l’indicazione che il trader riuscirà a ottenere sarà quella di un posizionamento long, ammesso che il prezzo rimanga al di sopra del punto pivot. Nel caso in cui il mercato apra al di sotto del pivot point, allora l’indicazione sarà per l’assunzione di posizioni short, purché il prezzo rimanga al di sotto del punto pivot.

Il calcolo del pivot point è affidato oggi perlopiù a computer, ma c’è chi vuole trovarli autonomamente

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

In ogni caso, l’idea alla base del trading con i punti pivot è quella di attendersi un’inversione o una rottura dei punti R1 o S1: nel momento in cui il corso dei prezzi raggiunge R2 e R3 o S2 e S3, l’asset cui si riferisce l’analisi sarà già in una situazione di ipercomprato o di ipervenduto, mentre questi livelli dovrebbero essere utilizzati soprattutto per uscire dal mercato, piuttosto che entrare.

A livello teorico uno scenario perfetto ci sarebbe se il mercato aprisse sopra il punto pivot effettivo, si fermasse leggermente a R1 e continuasse a R2. Un trader potrebbe così entrare in R1 impostando R2 come target e, se il mercato dimostra forza sufficiente, chiudere metà della sua posizione in R2. Quindi, il prossimo obiettivo sarà R3 con la parte rimanente della posizione.

Il principale beneficio di questa semplice tecnica del punto pivot sta nel fatto che molti trader utilizzano gli stessi livelli basati sulla stessa formula, senza alcuna discrezionalità, contrariamente a quanto avviene invece con altri metodi utili per poter disegnare i livelli di supporto e resistenza, e le linee di tendenza, che possono essere più soggettivi.

Puoi applicare la strategia di trading dei Pivot Point su eToro, uno dei migliori broker in circolazione. Per aprire un conto demo non devi depositare nulla, in compenso potrai allenarti e testare la piattaforma gratis!

Regola e Time Frame

I pivot point sono punti di svolta che vengono calcolati mediante un semplice indicatore che può essere impostato sui grafici di prezzo , esattamente come si impostano tutti gli altri indicatori. Esistono 4 pivot point: due di resistenza e due di supporto . I pivot point costituiscono un’ottima base sia per investimenti nel trading tradizionale, sia per investimenti nel trading CFD. Le regole che stanno alla base dei pivot point sono simili a quelle che si trovano alla base dei supporti e delle resistenze:

Si apre una posizione Long quando il prezzo rimbalza su un pivot point di supporto o infrange un pivot point di resistenza.

Si apre una posizione Short quando il prezzo ritraccia su un pivot point di resistenza o infrange un pivot point di supporto .

La regola come puoi ben vedere è estremamente semplice, basta solo scegliere il time frame su cui operare. Va detto che i pivot point sono livelli di prezzo giornalieri e, come tali, possono essere toccati anche per più volte durante il corso della giornata, generando in questo modo svariati segnali di trading.

PIVOT POINT E CFD

Come puoi vedere all’interno del grafico, il tasso di cambio ritraccia dal primo pivot point di resistenza (linea tratteggiata rossa) ed inverte così la sua direzione. Questo è un segnale di entrata a mercato, possiamo perciò aprire una posizione short dopo che la prima sessione si è chiusa sotto il pivot point di resistenza. Operando in questo modo abbiamo molte più probabilità che il movimento generato nella prossima sessione di trading segua la tendenza generata dal ritraccio.

ATTENZIONE: per poter avere le probabilità a favore ti consigliamo di investire solo il 5% del tuo capitale totale per ogni operazione di acquisto. Ad ogni modo, il prezzo , durante la giornata, potrebbe toccare altri pivot point generando altri segnali di trading da seguire. È perciò opportuno concentrare la propria attenzione su più asset contemporaneamente, al fine di sfruttare il maggior numero di segnali possibile.

Calcolo dei Pivot point

Prima di passare ad un esempio pratico è opportuno vedere un attimo cosa succede a livello teorico.

Innanzitutto, prima di calcolare i pivot point, dobbiamo procurarci alcuni dati, che si riferiscono al giorno precedente.

  1. Prezzo Massimo = X;
  2. Minimo = Y;
  3. Prezzo di Chiusura = Z;
  4. Medio = K.

La formula sarà così esposta:

Calcolo K = ( X + Y + Z ) / 3

Le operazioni che servono a calcolare i Pivot point sono le seguenti:

RESISTENZA 1° = ( 2 x K ) – Y

SUPPORTO 1° = ( 2 x K ) – X

Entrambi risultano essere i primi due pivot point che abbiamo calcolato. Ora, entrambi i livelli, rappresentano quelli che per primi devono essere monitorati, per poi successivamente calcolare gli altri punti. Una volta terminato con i primi, passiamo immediatamente a calcolare il secondo gruppo:

RESISTENZA 2° = K – S1° + R1°

SUPPORTO 2° = K – ( R1° – S1°)

  • R1° = Resistenza Prima;
  • S1° = il Suppporto Primo.

RESISTENZA 3° = K – S2° + R2°

SUPPORTO 3° = K – (R2° – S2° )

A questo punto, una volta calcolati i pivot point basta utilizzare questa strategia per poterli sfruttare al meglio. Di seguito riportiamo alcune caratteristiche strategiche:

  1. Il prezzo raggiunge dei punti di supporto si aprono posizioni Long;
  2. Se invece raggiunge dei punti di resistenza si aprono posizioni Short;
  3. Il prezzo supera la resistenza , si aprono posizioni Long;
  4. Se invece supera il supporto , si aprono posizioni Short.

Calcolo Pivot nel trading Pivot trading

In sostanza, come anche dimostrato dal grafico, bisogna aspettare che il prezzo rimbalzi oppure buchi i pivot point, soltanto allora si potrà investire.

Calcolatore Punti di Pivot

Vediamo ora un esempio di vari metodi pratici, su come utilizzare un Pivot Point. Esaminiamo il seguente grafico

Pivot Point Forex

Possiamo scorgere tre linee di differenti colori:

  • la linea verde rappresenta il punto pivot;
  • le linee blu le resistenze R1, R2 ,R3 , come calcolate precedentemente;
  • le linee rosse i supporti S1, S2 e S3, anche questi calcolati precedentemente.

Questo grafico rappresenta il prezzo di un asset che ha aperto al di sotto del punto pivot. Secondo quanto ci potevamo aspettare, attendevamo un ribasso, invece al contrario abbiamo avuto un segnale positivo, quindi di crescita, al di là delle nostre aspettative. A questo punto, possiamo esaminare 4 differenti strade di operazione con i pivot point, ottenendo differenti risultati.

  • Il primo metodo riguarda il Breakout Trade:

Considerando l’apertura negativa, ci aspettiamo un trend al ribasso. Attendiamo, quindi, la rottura di questo canale al ribasso. Agiremo entrando in vendita, proprio al di sotto della linea inferiore del canale, con uno stop loss posto al livello della linea superiore del canale, aspirando ad un target al livello della S1. Come possiamo notare, il problema principale è rappresentato dal fatto che in questo caso il livello S1 è molto vicino alla linea inferiore del canale, 13 pip. Questa potrà essere una giusta tecnica come il grafico dimostra, solo e soltanto in un momento differente, e non con questo segnale.

Pivot Forex: breakout

  • Il secondo metodo riguarda il Pullback Trade:

Con questo metodo avremo il prezzo che oltrepassa la linea S1 per poi cambiare direzione. Quindi potremmo avere un ordine in vendita impostato al di sotto del supporto. In questo caso avremo un minimo prima del pullback, dove lo stop loss può essere piazzato sopra il pullback e il nostro target sarà posto sul livello S2.

Anche questo metodo ha però delle criticità. Infatti come notiamo dal primo grafico, che rileva i segnali di un’intera giornata, il target S2 non è mai stato raggiunto. Questo indica un inversione di tendenza rispetto alla precedente nostra strategia pianificata.

Pivot borsa: i punti possono essere trovati anche nel mercato azionario

  • Il terzo metodo riguarda ilBreakout of Resistance:

Riprendiamo come grafico madre, sempre il primo, ovvero il grafico riferito all’intero giorno. Come si può notare, nell’intero arco della giornata, il prezzo si avvicina sempre di più al livello della S1, formando un canale. Arrivati a questo punto, possiamo impostare un ordine di acquisto, sopra la linea superiore del canale, e ponendo uno stop loss al di sotto della linea inferiore del canale, come dimostra il grafico sottostante. Il target sarà la linea pivot.

Supponiamo di effettuare un trade utilizzando più lotti. Nel momento in cui raggiungiamo la linea pivot, potremmo optare per una chiusura di metà della posizione ed aspettare di vedere l’andamento del prezzo . Possiamo anche impostare un secondo target del livello R1.

Forex Pivot Point

  • Il quarto metodo riguarda il Macd e moving average:

Questo è l’ultimo metodo che andremo ad analizzare. Si tratta di un metodo che conferma un eventuale breakout, utilizzando due medie mobili. Va da se che anche il segnale del Macd deve essere nella stessa direzione. Con questa strategia , possiamo utilizzare diverse combinazioni di medie mobili e vedere quale meglio si adatta al time frame scelto per operare. Ricordiamo infine che questi indicatori devono essere utilizzati come una conferma di rottura e non come un segnale di anticipo.

Strategia Pivot Point: Macd-moving-average

  • Camarilla Pivot Point

Camarilla Pivot formula

Il Camarilla è un sistema per calcolare i pivot point che presuppone il ritorno dei prezzi verso la media. In sostanza il prezzo di un asset è attratto dalla sua media.

Su molti siti è possibile trovare un calcolatore automatico in grado di generare i Camarilla pivot point in tempo reale, ma qualora voleste cimentarvi con la matematica l’equazione è la seguente:

S1 = C – ((H – L) x 1,0833)

S2 = C – ((H – L)) x 1,1666)

S3 = C – ((H – L)) x 1,2500)

R1 = C + ((H – L)) x 1,0833)

R2 = C + ((H – L)) x 1,1666)

R3 = C + ((H – L)) x 1,2500)

Specifichiamo che C = prezzo di chiusura, H = high, dunque massimo, L = low, ovvero minimo.

  • Woodie Pivot Point

Tecnica Pivot Point: Woodie

Il Woodie è un altro sistema per calcolare i pivot point e si basa sul concetto che superati questi livelli il trend dovrebbe cambiare direzione.

Così come per il Camarilla, online è possibile trovare molti calcolatori automatici seguendo queste equazioni:

PP = (H + L + (O * 2)) / 4

R3 = H + 2 * (PP – L)

S3 = L – 2 * (H – PP)

Precisiamo che PP sta per il prezzo del punto pivot, H sta per massimo, mentre L sta per minimo.

  • Fibonacci Pivot Point

Tecniche di trading con pivot point: Fibonacci

Il metodo fibonacci per ricavare i punti pivot è forse il più famoso nel mondo del trading online . In base all’equazione di Fibonacci si possono trovare punti di supporto e di resistenza che consentono ai trader di capire fin dove può arrivare il movimento di prezzo di un asset.

Come per gli altri punti pivot in caso di rimbalzo su un supporto potrebbe essere opportuno aprire una posizione long, mentre in caso di superamento dello stesso una posizione short. Viceversa in caso di non superamento della resistenza i trader potrebbero valutare l’apertura di una posizione short, mentre nel caso in cui venisse superata una posizione long.

Anche per Fibonacci è possibile trovare online calcolatori automatici. La formula per trovare i punti pivot è la seguente:

R3 = Pivot + 1.000 * (H – L)

R2 = Pivot + 0.618 * (H – L)

R1 = Pivot + 0.382 * (H – L) Pivot = (H + L + C) / 3

S1 = Pivot – 0.382 * (H – L)

S2 = Pivot – 0.618 * (H – L)

S3 = Pivot – 1.000 * (H – L)

Come per Camarilla e Woodie H indica il prezzo massimo, L il minimo, mentre C è il prezzo di chiusura.

Strategia Pivot Bull

Un ultima strategia da esaminare è la strategia Pivot Bull, un metodo abbastanza semplice.

Se le contrattazioni giornaliere si aprono al di sopra del pivot point, facendo riferimento sempre al nostro grafico, il segnale è fortemente rialzista e si può operare. Il punto principale su cui noi andremo ad operare, sarà minimo di 30 pip Pivot Point. Succederà che attenderemo il pullback verso la linea di Pivot, posizionandoci ancor prima di che si verifichi questa condizione.

Quindi, la strategia che adotteremo sarà sempre la stessa. Attenderemo la candela pullback e sfrutteremo successivamente tutti i rimbalzi delle candele rialziste. A questo punto il sistema segnalerà un’ opportunità di acquisto.

PUOI UTILIZZARE LA STRATEGIA PIVOT POINT CON I BROKER CHE TROVI A FINE PAGINA (REGOLAMENTATI A LIVELLO EUROPEO):

I pivot point sono una modalità di analisi tecnica piuttosto importante per poter determinare nel modo più attendibile (o, almeno, si spera sia così!) il livello di supporto e resistenza . In italiano possono essere tradotti con “Punti Pivot”.

Certamente, è il mercato principale dove viene utilizzata la strategia con i Punti Pivot.

Non è necessario, molti programmi oggi calcolano i punti pivot senza che tu debba fare calcoli a mano.

Strategia Pivot Point per opzioni binarie

Investire sulle opzioni binarie prevede una volta individuato il broker di opzioni binarie a cui avanzare una richiesta formale di apertura di un nuovo conto, di poter eseguire una pratica su un conto demo su tutte le principali tipologie disponibili (alto e basso, 60 secondi, one touch, ecc.) e su tutti i principali asset (nei mercati delle materie prime, del forex, degli indici e delle azioni) ma soprattutto di impostare sempre una buona strategia online. In questa guida, saranno fornite utili indicazioni sulle migliori strategie per opzioni binarie e offerti anche dei suggerimenti rispetto ad una delle più utilizzate sui migliori broker come la Pivot Point.

Strategie opzioni binarie, le più utilizzate dai trader alle prime armi

Perchè una strategia per opzioni binarie non deve mai mancare per un buon investimento online? Perchè è la guida di riferimento per il trader sul come impostare le operazioni di trading binario e sul come poter gestire nel miglior modo possibile il capitale disponibile. Parliamo, di una fondamentale strategia di gestione del capitale, tra le primissime apprese da ogni trader in un investimento sulle opzioni binarie e che presenta come punto centrale, quello della gestione di un capitale in modo oculato per ogni investimento e possibilmente di ripartizione del suddetto capitale in più operazioni sulle opzioni.

A prime strategie di gestione del capitale, molti trader si affidano anche a strategie grafiche per investire online e per analizzare in base a precisi principi, la formazione di un trend e della tipologia di opzione ed asset con le caratteristiche migliori per trarre il massimo profitto. Strategie sui supporti e le resistenze, ad esempio, permettono di generare degli importanti segnali sulla formazione di un trend e sono anche un ulteriore punto di riferimento per altre importanti strategie come la Pivot Point (per analisi e investimenti giornalieri sulle opzioni binarie).

I vantaggi di una buona strategia online sulle opzioni binarie

Come applicare una buona strategia online sulle opzioni binarie? Uno dei vantaggi riconosciuti da parte di molti trader alle prime armi nell’investire per la prima volta sulle opzioni binarie, è sulla facile applicazione di una strategia e dei migliori broker per il trading online che sono ben presenti nell’offrire supporto online per applicarle e capirle. Si tratta, della formazione online inclusa in tutti i principali conti online e con diverse sezioni fornite per aiutare il trader a capire come applicare una buona strategia online sulle opzioni binarie mediante:

  • Corsi online sulle opzioni binarie che partono dalle primissime strategie di base come la gestione del capitale fino ad arrivare a strategie grafiche più specifiche come la Pivot Point.
  • Ebook o videotutorial che riprendono prime nozioni di base sui corsi online sulle opzioni binarie e che permettono di approfondire tantissime e utili strategie prima di investire online e rispetto alla scelta sulla tipologia di opzione (alto e basso, 60 secondi, one touch, ecc) o alla scelta sugli asset (nei più importanti mercati come materie prime, indici, azioni e forex).
  • Webinar sulle strategie. Alcuni broker di opzioni binarie, presentano anche dei corsi live per soffermarsi sulla formazione per le strategie e di come applicarle per realizzare un buon investimento. E’ una delle migliori risorse in questa direzione, poichè permette di soffermarsi anche su strategie più specifiche come ad esempio la Pivot Point.

Ad una formazione classica con un materiale gratuito del broker, la semplicità delle strategie pone il trader su una ampia libertà operativa circa le scelte dell’approccio da eseguire. Tuttavia, è consigliabile puntare molto ad una formazione e ricercare ulteriore materiale anche su siti autorevoli e presenti da tanti anni nel nostro settore, oltre che frequentare forum per scambiare opinioni e consigli con altri trader (parliamo, infatti, di una piazza virtuale in cui ogni trader può confrontarsi con utenti di pari livello o anche richiedere dei confronti con utenti professionisti).

Dove trovare le migliori guide sulle strategie per opzioni binarie

Una formazione online su siti del nostro settore è l’ideale in un campo come le opzioni binarie in cui sono richiesti bassi importi per investire (si parte da un deposito minimo e da un piccolo trade per ogni investimento) e ben si presta all’applicazione di strategie di base come la gestione del capitale o di strategie grafiche come i supporti e le resistenze o i Pivot Point. Riferendoci alla strategia di Pivot Point pubblicata su Opzionibinarie.org, c’è da considerare come sia presente una guida molto completa per applicare una strategia comunque semplice e in base a principi grafici illustrati in una formazione di base e ben comprese anche dai trader alle prime armi. I pivot point, infatti, sono dei punti calcolati sui massimi e i minimi della precedente sessione e per offrire al trader dei segnali abbastanza affidabili sul trend giornaliero dell’asset analizzato.

In tale guida, si parte dalle basi di questa importante strategia sulle opzioni binarie
, con una prima spiegazione di cosa si intende per Pivot Point e la formula per calcolarli manualmente (anche se i principali e più importanti broker di opzioni binarie calcolano in automatico tali valori). Vi è poi, anche una utile tabella con i migliori broker di opzioni binarie su cui poter mettere in pratica la strategia suggerita grazie anche ad un utile conto demo per simulazioni del tutto virtuali e degli esempi pratici sul come utilizzare i pivot point con le opzioni binarie. Sul sito citato, sono anche disponibili altre importanti guide sulle migliori strategie per opzioni binarie (media mobile, RSI, supporti e resistenze) e corsi online gratuiti per approfondire la formazione del lettore oltre le strategie, considerando anche materiali specifici sulle tipologie di opzioni, come utilizzare una piattaforma o come analizzare un mercato prima di investire sulle opzioni binarie.

Come utilizzare una strategia Pivot Point per opzioni binarie


Approfondendo ulteriormente la strategie Pivot Point per le opzioni binarie
, possiamo notare come possa essere non solo di facile applicazione (il che è importante per ogni buona strategia online) ma anche offrire dei chiari segnali di acquisto o di vendita di un asset. L’importante, è sviluppare una buona preparazione sulle analisi grafiche e sul come costruire delle linee di supporto e di resistenza, onde individuare quando vi sono le condizioni per un segnale di acquisto delle opzioni call (prezzo dell’asset che supera in rialzo i pivot point di resistenza, ad esempio) o per un segnale di acquisto delle opzioni put (prezzo dell’asset che supera in ribasso i pivot point di supporto, ad esempio). E’ importante anche capire quali sono gli asset migliori in cui applicare una strategia di Pivot Point per le opzioni binarie (in particolare parliamo di asset molto volatili come quelli valutari con il tasso di cambio tra Euro e Dollaro o come quelli delle materie prime con asset come Petrolio e Oro.

I passaggi fondamentali per applicare una strategia Pivot Point sulle opzioni binarie

Da una prima formazione online sul come impostare delle analisi grafiche alla scelta dei migliori asset su cui investire sfruttando i principi di una strategia di Pivot Point, è da acquisire anche una competenza rispetto ai passaggi fondamentali necessari per una sua corretta applicazione come:

  • Iscrizione su un broker di opzioni binarie con trade minimi che permettano una facile applicazione di una strategia Pivot Point in piattaforma senza rischiare una somma alta di denaro.
  • Attivazione di un conto demo gratuito in cui poter anche simulare delle operazioni sulle opzioni binarie applicando concretamente la strategia del Pivot Point.
  • Attenzione ad una formazione online dei broker di opzioni binarie sulle migliori strategie o di una formazione sempre online e gratuita fornita dai migliori siti online del settore.
  • Accesso alla piattaforma del broker per iniziare dalle analisi grafiche scegliendo asset come quelli valutari o come quelli delle materie prime per investire sulle opzioni binarie sfruttando tutti i punti di forza della strategia Pivot Point.

Il trader, dovrà a questo punto impostare la strategia sulla piattaforma del broker, impostando trade bassi e utilizzando time frame altrettanto bassi, onde offrire dei segnali affidabili orari o comunque giornalieri rispetto alle principali tendenze dei prezzi. Con una strategia di Pivot Point, la regola da applicare è quella di costruire 4 linee di supporti e di resistenze e individuare la tendenza giornaliera dell’asset scelto. In particolare, nel caso in cui un prezzo tendi a rimbalzare sul pivot point di supporto o ad infrangere il pivot point di resistenza, le operazioni con le opzioni binarie suggerite sono sulle opzioni binarie call (lungo termine o a 60 secondi). Nel caso in cui un prezzo tendi a toccare un pivot point di resistenza o ad infrangere il pivot point di supporto, le operazioni con le opzioni binarie suggerite sono sulle opzioni binarie di tipo put (e anche in questo caso sarà il trader a poter scegliere una scadenza nel breve o nel lungo termine).

In apparenza, può sembrare una strategia difficile da applicare sulle opzioni binarie, tuttavia, una buona pratica con un conto demo gratuito e una prima formazione online sui supporti e le resistenze e su esempi sul come utilizzare i Pivot Point (fornita spesso anche dai broker o da siti online del nostro settore) permettono di superare una prima difficoltà operativa e di poter cogliere appieno i vantaggi di questa importantissima strategia online.

Strategia opzioni binarie Pivot Point

I traders di opzioni binarie che vogliono concedersi le più grandi chance di fare profitti sono ben consapevoli che non possono farlo senza dotarsi di una valida strategia di trading. Se sei un principiante probabilmente hai già gettato al vento del denaro facendo delle operazioni d’investimento senza utilizzare criteri particolari; se lo desideri noi nel corso di questo articolo vogliamo fornirti l’approccio più intelligente possibile al mondo delle opzioni binarie ovvero quello strategico basato su un indicatore tecnico di semplice utilizzo, siamo ovviamente facendo riferimento ai Pivot Point.

“Ad ogni problema c’è una soluzione” questo detto diventa assolutamente vero operando sui mercati finanziari, dove al problema di fare analisi di mercato per operare in maniera efficace si deve rispondere con gli strumenti adatti per analizzare gli andamenti del prezzo. Solo i traders e che si sono dotati di strategie opzioni binarie vincenti alla fine del mese riescono ad incassare un vero e proprio stipendio semplicemente investendo in opzioni binarie.

Se in giro hai sentito che le opzioni binarie sono una truffa e connesse non si può guadagnare sicuramente queste parole sono state pronunciate da perdenti, perché pensavano che tutto gli fosse dovuto e che per investire in opzioni binarie bastasse affidarsi al caso e dalla fortuna. Secondo noi si tratta semplicemente di persone che non sanno nemmeno cosa voglia dire applicare una strategia, cosa che in realtà è molto più semplice di quanto la media dei traders possa immaginare.

Nel nostro portale noi parliamo soltanto di strategie di trading comprovate e di efficacia assicurata a patto che le si metta in pratica con tutti gli accorgimenti dovuti. Segui le nostre guide passo dopo passo e scopri come può diventare semplice fare investimenti vincenti.

Le strategie sono il tuo cavallo di battaglia per il mondo delle opzioni binarie questa di cui ti parleremo che si basa sui pivot point in grado di sbilanciare le probabilità a tuo favore. Còo significa che tu puoi ottenere un profitto dalla maggior parte dei trades che opererai, limitando notevolmente invece le operazioni in perdita. Questo è il sostanziale vantaggio di cui gode chiunque utilizzi una strategia in opzioni binarie come questa basata sui Pivot Point.

Strategia Pivot Point: come funziona

Le strategie chiaramente richiedono di essere assimilate prima di poterli applicare. Sebbene molti traders si sentano intimiditi al solo sentire il nome di alcune strategie essi dimenticano che non occorre conoscere l’intera strutturazione del funzionamento di un indicatore tecnico che può risultare in effetti molto complicato. Ciò che più conta nel mettere in pratica una strategia e riuscire ad imparare a cogliere i segnali di trading che da essa derivano.

Tutto questo si sostanzia nell’osservazione sul grafico di simboli relativi al indicatore e della loro interazione con l’andamento del prezzo, lo stesso principio vale per i Pivot Point, che sebbene abbiano un nome piuttosto strano nel loro funzionamento sono veramente semplici.

Se fai trading da qualche tempo sicuramente hai già sentito parlare di supporti e resistenze, ecco il funzionamento dei pivot point non differisce assolutamente da quello di questi ultimi indicatori grafici. I Pivot Point sono estremamente efficaci per offrire al trader dei segnali operativi di trading, e si sono praticamente gli stessi che si ottengono osservando i supporti e le resistenze sul grafico. Se non lo sapessi ti ricordiamo che supporti e resistenze sono semplicemente dei limiti virtuali del prezzo che nel momento in cui vengono superati infranti generano favorevoli segnali di trading.

Il Calcolo dei Pivot Point

Dopo questa breve introduzione cerchiamo di entrare in qualche breve dettaglio tecnico e di capire quindi come vengono calcolati pivot point. Sebbene come abbiamo anticipato questi dettagli tecnici in realtà non sono di tuo interesse per essere più puntuali nella nostra spiegazione sarà bene andare a vedere come viene effettuato il calcolo dei punti pivot, così chi necessita di un ulteriore approfondimento trovare già qui le risposte che stai cercando.

Ogni piattaforma che si rispetti offre i pivot point come indicatore di trading, il grande vantaggio è quindi quello di poterli visualizzare sul tuo grafico di prezzo semplicemente cliccando nell’apposito menù dedicato a tutti gli indicatori. I Pivot Points in quel caso saranno calcolati automaticamente dalla piattaforma che ti agevolerà così il lavoro di gran lunga. Se sei un principiante noi ti consigliamo di non andare a cambiare i valori di base impostati per il calcolo dei pivot point dalla piattaforma. I valori di default infatti sono generalmente i migliori per fare un’analisi puntuale tramite i Pivot Point.

Come la stragrande maggioranza degli indicatori i Pivot Point per essere calcolati vanno ad intaccare il passato andamento del prezzo per indicare come probabile che si muova in seguito, ecco le formule per il calcolo.

Questi sono i dati necessari:

  • Prezzo Massimo ( H);
  • Prezzo Minimo ( L);
  • Prezzo di Chiusura (C);
  • Il prezzo medio (Average Price = AP ) si calcola con questa formula: AP = (H + L + C ) / 3

Ecco invece le formule per il calcolo dei Pivot Point:

1° Pivot di Supporto: S 1 = (2 * AP) – H
1° Pivot di Resistenza: R 1 = (2 * AP) – L
2° Pivot di Supporto: S 2 = AP – (R1 – S1 )
2° Pivot di Resistenza: R 2 = (AP – S1 ) + R1
3° Pivot di Supporto: S 3 = S 2 – (Massimo – Minimo )
3° Pivot di Resistenza: R 3 = R 2 + (Massimo – Minimo )

I punti pivot in totale sono quindi sei in totale e si distinguono in tre gruppi differenti. Una volta calcolati i pivot point, essi vanno a posizionarsi automaticamente sul grafico ricoprendone zone differenti. Grazie a questi punti chiave individuati con i Pivot Point puoi padroneggiare ogni zona del grafico ed osservare molto bene quanto i prezzi rispettino i livelli di supporto e di resistenza che sono stati calcolati. È veramente impressionante osservare come questi punti in definitiva virtuali vengono inconsciamente rispettati dei compratori dei venditori sul mercato ecco perché i Pivot Point sono diventati così importanti per l’investimento sui vari strumenti finanziari.

Strategia Pivot Point: l’acquisto di opzioni binarie

Andiamo quindi a vedere come puoi utilizzare i Pivot Point per investire con le opzioni binarie, in quanto essi si sono dimostrati particolarmente efficaci per investire nel trading binario qualsiasi sia il tuo stile di investimento ma soprattutto in base a diversi time frame ma anche scadenza di opzioni binarie. I segnali generati sono 2 e differiscono in base a se bisogna acquistare opzioni binarie Call o Put.

  • Segnale di acquisto opzioni binarie Call: si acquistano opzioni binarie rialziste quando il prezzo raggiunge uno dei prezzi di supporto e vi rimbalza, oppure quando il prezzo sfonda al rialzo un punto di resistenza.
  • Segnale di acquisto opzioni binarie Put: si acquistano invece opzioni binarie Put quando il prezzo raggiunge i punti Pivot di resistenza e subisce un rimbalzo oppure anche quando il prezzo raggiunge un livello di supporto e lo supera con andamento al ribasso.

Strategia Pivot Point con opzioni binarie breve termine

Come già saprai le opzioni binarie sono famose proprio per il fatto di offrire scadenze sugli investimenti estremamente ristretta. Tutto quello che devi fare come come si evince dalle indicazioni che ti abbiamo fornito e attendere che il prezzo va da rapportarsi con uno dei 6 punti di supporto o resistenza del grafico. Puoi sfruttare molto bene i Pivot Point per investire su scadenze di brevissimo termine come anche in quelle di breve termine stiamo parlando delle classiche opzioni binarie a 60 secondi ma puoi sempre decidere di investire su Opzioni Binarie a scadenza ancora più ristretta come quelle a 30 secondi.

Puoi sfruttare i Pivot Point in due occasioni proprio con queste tipologie di opzioni binarie virgola ciò ti consente di operare sia quando il mercato si trova in fase laterale e normalmente non conviene piazzare ordini a mercato, sia quando il mercato è in forte trend. Questa strategia è efficace perché quando si verificano dei rimbalzi del prezzo o degli sfondamenti sui supporti e le resistenze operando con scadenza di breve e brevissimo termine, è estremamente probabile che in un arco di tempo così ristretto il tuo segnale diventi realtà e ti conduca direttamente al profitto.

Ricordiamo in questa sede anche che opzioni binarie di breve brevissimo termine sono anche estremamente lucrative. Per le opzioni binarie 60 secondi i rendimenti possono spaziare da un 75% per arrivare anche fino al 90% del tuo capitale iniziale questo significa poter quasi raddoppiare il tuo capitale ogni volta che effettui una operazione che si chiude in positivo.

Per investire con queste tipologie di opzioni binarie ricordati che il time frame del grafico,ovvero l’arco temporale, deve essere variato in maniera proporzionale a come varia la scadenza. Se operi con opzioni binarie a 60 secondi il grafico infatti dev’ essere impostato al massimo in M1 solo così il segnale operativo ricevuto potrà tradursi in realtà entro il termine della scadenza dell’opzione binaria utilizzando time frame più elevati rischieresti di incorrere in parecchi falsi segnali.

Strategia Pivot Point per opzioni binarie a scadenza oraria

Ripetizioni a scadenza brevissima sembrano essere quelle che maggiormente appassionano i moderni traders, ma probabilmente quegli operatori che preferiscono ritmi operativi meno frenetici preferiranno investire sulle scadenze orarie, fortunatamente i Pivot Point si manifestano come particolarmente indicati anche per questa tipologia di opzioni binarie.

+++ [ATTENZIONE] SOLO PER I NOSTRI LETTORI PROMO SPECIALE SU 2 DEI MIGLIORI BROKER DI OPZIONI BINARIE [NON PERDERE L’OCCASIONE. ] +++

Il broker IQ Option ti offre demo + robot opzioni binarie + bonus con un conto di soli 10 € !

Deposito minimo: 10€

Trade minimo: 1€

Payout: 91%

VAI AL MODULO ONLINE! Ti aspettano tanti esclusivi vantaggi dal tuo nuovo trading in Opzioni binarie su uno dei migliori broker come IQ Option.

> Clicca quì per andare su IQ Robots – piattaforma innovativa gratis di creazione ed utilizzo di robot ad alto tasso di rendimento.

I profitti garantiti dalle opzioni binarie a scadenza oraria possono essere anche mediamente più elevati come spesso accade quando si dilatano gli archi temporali. Parliamo di rendimenti che possono andare dall’ 80 al 95% del capitale investito inizialmente. Le opzioni binarie a scadenza oraria quindi sono anch’ esse molto convenienti per la strategia pivot point.

Ovviamente anche per le opzioni binarie scadenza oraria bisognerà porre particolare attenzione a come settare il time frame del grafico. Il principio è quello enunciato in precedenza ovvero se si intende investire con cadenza oraria bisogna fare in modo che il proprio time frame risulti di M 30, o al massimo in H1 e quindi paritario alla scadenza della tua opzione binaria, solo in questo modo si possono ottenere segnali di trading affidabili perché aumentando il time frame del grafico si rischia di non usufruire di una lettura veritiera.

I Pivot Point sono, a nostro parere, particolarmente adatti per questa tipologia di scadenze perché ti permettono di individuare con la massima velocità i livelli di prezzo si quali si registrano al livello di probabilità le maggiori reazioni dei venditori ed acquirenti sul mercato. Le indicazioni dei pivot point possono essere sempre ritenute valide e fresche proprio perché la loro validità resta tale soltanto nell’arco delle 24 ore e quindi vanno ricalcolati giornalmente, ma in questi brevi archi di tempo essi risultano essere estremamente efficaci. Per questa ragione però devi ricordarti che non devono essere utilizzati per opzioni binarie di scadenza più lunga rispetto a quella di h24.

Consigli operativi finali

La maggior parte delle strategie di opzioni binarie richiede i giusti asset deve essere applicate. L’opzione binaria infatti non sono adatte per essere utilizzate in mercati troppo statici ma hanno bisogno di una grande volatilità per essere sfruttati al massimo delle loro potenzialità anche con i Pivot Point.

Puoi pensare ad esempio di sfruttare questa strategia su asset del tipo di quelli del mercato Forex il più ricco mercato al mondo sempre pieno di opportunità di trading valide e piuttosto affidabili. Anche il mercato delle materie prime e nei suoi asset più importanti come il petrolio può regalare grandi soddisfazioni a coloro che scelgono di utilizzarlo. Infine consigliamo il mercato azionario per coloro che intendono utilizzare le scadenze orarie, in questo caso infatti basandosi sui pivot point sulle notizie relative alle principali aziende si possono cogliere segnali operativi di grandissima affidabilità. Per il mercato Forex e bene ricordare che per ottenere i migliori segnali bisogna scegliere quasi sempre le coppie di valute che includano il dollaro americano.

Vogliamo poi precisare qualcosa riguardo alla gestione del capitale e del rischio, principi che siano validi non soltanto per l’investimento con la strategia pivot point ma con qualsiasi altra strategia tu decida di utilizzare. I segnali operativi derivanti dall’utilizzo dei pivot point non possono essere efficaci dal 100% dei casi bisogna quindi cautelarsi e non investire troppo in che potrebbero anche non andare a chiudersi nella maniera preventivata. Per ottenere risultati soddisfacenti bisogna darsi un limite in ogni singola operazione di trading che si va ad effettuare, il massimo del capitale da investire per le tue opzioni binarie non deve eccedere mai il 5% del capitale a tua disposizione.

Se questo ti sembra troppo poco per ottenere guadagni considerevoli ti ricordiamo le eccezionali percentuale di rendimento delle opzioni binarie che possono arrivare anche al 95% nel caso delle opzioni standard, per lievitare poi fino anche al 500% nel caso delle opzioni One Touch oppure le opzioni binarie intervallo. Gli investimenti possono essere un’attività ad alto rischio ti consigliamo quindi di essere sempre molto paziente perché i risultati alla fine non tarderanno ad arrivare!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: