Opzioni Binarie ipervenduto e ipercomprato

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Indicatore RSI: per identificare ipervenduto e ipercomprato

Indice dei contenuti:

Chi sceglie di studiare i grafici per decidere come operare nel Trading ha tra i vari alleati disponibili anche l’indicatore RSI.

L’RSI (Relative Strength Index) è un oscillatore che indica la forza relativa di acquisti e vendite, ed è frequentemente utilizzato dagli analisti tecnici in combinazione con altri indicatori, tra i quali il più frequentemente utilizzato sono le bande di Bollinger.

Questo indicatore viene presentato graficamente come una linea che oscilla da un valore minimo di 0 fino ad un massimo di 100.

(esempio di RSI con soglie a 30 e 70 ed esempi di ipervenduto e ipercomprato)

Generalmente vengono identificate all’interno del grafico RSI 2 linee ai valori di 30 e 70 queste linee identificano 2 fasce molto importanti quelle di ipervenduto e di ipercomprato.

Si tratta di 2 fasce che identificano quando il trend ha raggiunto dei livelli di crescita o decrescita, molto importanti per riconoscere il cambio del trend dei prezzi, chiamati rispettivamente ipercomprato e ipervenduto, vediamo di seguito i loro significati.

Ipercomprato (o overbought)

Quando l’indicatore RSI raggiunge e supera il valore di 70 significa che il trend si trova in una fase rialzista e di ipercomprato, ossia che vi sono buone probabilità che il trend rialzista possa invertirsi e trasformarsi un un trend ribassista.

Ipervenduto (o oversold)

Esattamente al contrario rispetto all’ipercomprato, quando l’indicatore RSI scende sotto il valore di 30 significa che siamo in una fase di ipervenduto e che ci sono buone probabilità di un inversione rialzista.

Quindi l’ingresso dell’indicatore RSI all’interno di queste fasce di valori (sopra il 70 o sotto il 30) può essere interpretato come un segnale di trading, ancora più forte se raggiungesse le soglie di 80 o 20.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il numero di periodi utilizzato per il calcolo dell’RSI è normalmente impostato per default al valore di 14, ma molti sistemi di trading permettono di impostarlo a piacimento.

E’ però importante sapere che tale modifica può modificare la sensibilità di questo indicatore, ad esempio valori minori di 14 rendono l’oscillatore molto più sensibile ai cambiamenti, in quanto verrebbe calcolato solo sugli ultimi periodi, mentre utilizzare un periodo più lungo di 14 comporta un indicatore RSI molto meno sensibile ai cambiamenti ma spesso molto più affidabile rispetto ai falsi segnali (che in questo caso sarebbero meno frequenti).

In generale un rimbalzo rispetto alle due linee (70/30) può essere letto come una conferma di inversione di un trend.

Quale numero di periodi è meglio utilizzare?

Quindi in generale è meglio effettuare dei test iniziali (anche sullo storico di un asset) per capire con quale numero di periodi il nostro indicatore RSI fornisce dei segnali di trading efficaci.

E’ importante effettuare dei test tramite un conto trading demo oppure tramite un periodo di paper trading, in modo da evitare di effettuare dei test con denaro reale per poter identificare quali siano le migliori combinazioni tra soglie e intervalli, in base all’asset su cui si è scelto di operare.

Dove posso provare a utilizzare l’RSI?

Quasi tutti i broker prevedono la presenza di questo indicatore.
Per visualizzare l’RSI nel vostro sistema di trading preferito, lo dovete attivare cercandolo sotto la voce “oscillatori” o “indicatori”

Ecco un esempio di come IQ Option permetta di configurare questo indicatore all’interno del suo conto demo (Se non lo hai già aperto, richiedi qui il conto demo e testa l’operatore RSI con IQ Option).

(esempio di configurazione del numero di periodi e delle soglie di ipervenduto e ipercomprato con IQ Option)

Consigli per usare l’RSI come segnale di trading

L’RSI è un indicatore che da molte informazioni su come stanno investendo gli operatori su quel singolo asset, però non è sufficiente per operare con sicurezza.

Consigliamo infatti di non utilizzare questo indicatore da solo, ma di integrarlo con altri indicatori per effettuare un analisi tecnica che possa risultare vincente.

Trovare un trading system che funzioni è molto difficile, dalle diverse esperienze dei Trader possiamo però dire che l’RSI funziona molto bene se combinato con le bande di Bollinger, in questo modo può fornire al trader la possibilità di capire sia la volatilità che le condizioni di ipercomprato e ipervenduto, utilizzando quindi la combinazione dello sforamento delle linee e della variazione di volatilità per aumentare le probabilità di operare con successo.

Cerchi un conto Demo con APP per Tablet e cellulari?
Ecco un’APP semplice, veloce ma soprattutto gratuita per scoprire il mondo del Trading:

Con il Trading il tuo capitale è a rischio, ricorda di consultare termini e condizioni.

Che ne pensi? Lascia la tua opinione Annulla risposta

  • Attenzione: investi responsabilmente!

Investire nel Trading Online è un attività ad elevato rischio per il proprio capitale.

Scegli lo strumento e il Broker Online che più si adattano alle tue caratteristiche e investi il tuo denaro con attenzione e in base alle tue possibilità.

Tra i vari strumenti disponibili vi ricordiamo che le Opzioni Binarie sono state vietate a partire dal 2 luglio 2020 e che i CFD (Contract For Difference) sono uno strumento di investimento complesso e con un alto rischio di perdita del capitale investito. La percentuale degli investitori privati che risultano in perdita si trova tra il 74 e l’89%. Consigliamo di considerare attentamente se ci si può permettere questo rischio.

Per verificare che il Broker o la banca che stai utilizzando sia autorizzato ad operare ti consigliamo di verificare la sua presenza all’interno delle seguenti liste sul sito della Consob o della CySec:

Zone di Ipercomprato e Ipervenduto esistono davvero? Come Tradare?

Se sei un trader esperto sicuramente avrai sentito parlare di zone di ipercomprato e ipervenduto sia che ci si trova ad operare nel mercato Forex, sia che ci troviamo a investire con le opzioni binarie sia che si tratta di investire in borsa.

Quanti di voi si saranno poste delle domande come ad esempio:

  • cosa significa ipercomprato e pervenduto?
  • Quali sono gli indicatori che meglio indicano queste situazioni?
  • Funzionano davvero o sono una bufala?

In questo post, cercheremo di rispondere a tutte queste domande facendo un po’ di chiarezza.

Come sappiamo, una situazione di ipercomprato si verifica nel momento in cui il prezzo di un assets sale in maniera decisa; al contrario, invece, seguendo un trend al ribasso di un assets si verificano cali decisi e quindi si hanno situazioni di ipervenduto. Sia gli apprezzamenti (ipervenduto) sia i deprezzamenti (ipercoprato) si verificano e possono essere misurati con degli indicatori tecnici o anche conosciuti con il termine tecnico di oscillatori. Rientrano in questa categoria:

Esaminando il grafico d’esempio, possiamo notare come anche l’indicatore RSI ci segnala una situazione di ipercomprato. Stando a quanto prospettato ci si può aspettare un abbassamento del prezzo, ovvero che il prezzo torni verso il basso e in questo caso, possiamo entrare nel mercato optando per un’azione al ribasso.

Nel caso contrario, invece, quando si vengono a verificare situazioni di ipervenduto, ovvero situazioni in cui il prezzo è destinato a salire secondo quanto indicato dall’oscillatore, allora potremmo optare per investire al rialzo seguendo una posizione long. Per facilitare il tutto, molti broker hanno creato dei sistemi automatizzati definiti Robort per il trading automatico che noi consigliamo vivamente sopratutto se siete dei trader poco esperti.

Attenzione però al concetto di robot; se da un lato questi possono fornire supporto e aiuto al trader, dall’altro i robot studiano i grafici su dati storici e quindi non possono essere considerati attendibili al 100%.

Come i robot anche gli indicatori tecnici, non fanno altro che dare delle indicazioni probabili sulla direzione che da li a breve il prezzo dell’asset seguirà; per cui ci possono segnalare il trend da seguire. Anche in questo caso, le notizie non possono essere considerate veritiere al 100% e il più delle volte il trader si ritrova a seguire situazioni di ipercomprato invece di seguire operazioni di ipervenduto e viceversa.

Questi sistemi, anche se reali e perseguibili non devono essere visti come dei metodi creati dal broker per mettere in trappola il trader inesperto ma al contrario come degli strumenti di supporto tecnico che non possono essere lasciati da soli, ma che devono seguire comunque una strategia di base del trader e non possono sostituirsi a questa.

Il nostro consiglio è quello di fare trading online solo scegliendo broker regolamentato ed autorizzati, i quali hanno l’unico interesse di insegnare al trader come fare trading attraverso lezioni guide, ebook seminari, ecc., senza imporre il loro sistema strategico e consigliando al meglio il trader.

Qual’è allora la verità sui segnali di ipercomprato ed ipervenduto?

Sulla base delle considerazioni fin qui fatte, possiamo ritenere che sia situazioni di ipercomprato, sia di ipervenduto non esistono. Ma allora come possono essere considerati questi eventi?

Chi segue questi trend e fa trading da diverso tempo, sa bene che possono esistere delle situazioni in cui vi è una tendenza dominante rispetto ad altre e che per tanto perseguono una maggiore direzione. Vengono così definite dai trader, non perchè effettivamente esistono ma perchè è un’azione condotta contemporaneamente da più trader e che per tanto vengono definite in questo modo. Purtroppo oggi è entrato nel linguaggio comune del trader e bisogna adeguarsi.

Il grafico appena riportato è stato utilizzato con l’indicatore RSI per segnalare zone di ipervenduto ed ipercomprato.

Tenete presente che queste situazioni, ipercomprato ed ipervenduto possono variare da grafico a grafico, ma sopratutto possono essere differenti asseconda degli indicatori di trading utilizzati in contemporanea con i diversi time frame.

Di conseguenza, su un grafico giornaliero, zone di ipercomprato ed ipervenduto non sono le stesse di quello mensile o addirittura annuale. Per tanto bisogna rapportare quello fin qui detto alle proprie strategie di trading utilizzate.

Analizziamo di seguito, quelli che sono i comportamenti del prezzo nel momento in cui ci si trova in situazione di ipercomprato o ipervenduto.

Come possiamo notare dal grafico, il nostro oscillatore ci segnala che il prezzo è ipercomprato su un time frame a 60 minuti.

Come è possible notare, tutte le candele che indicano un una situazione di ipercomprato presentano un’ombra molto forte. Ciò significa che molti trader hanno agito proprio in quei punti e questo significa che essi hanno comprato in quel punto per far salire ancora più velocemente il prezzo che poi, come possiamo notare nella parte centrale si è sgonfiato leggermente per poi tornare nuovamente a risalire.

In sostanza, l’ipercomprato ci indica che il prezzo tornare a scendere come dimostrato nel grafico. Questi sistemi però possono meglio essere utilizzati con le opzioni binarie il quale utilizzano una tecnica veloce con ipercomprato ed ipervenduto, così da guadagnare su quel piccolo rimbalzo voluto e meglio si confermano con strategie di breve termine.

Se invece ci basiamo su strategie Forex bisogna attendere il momento in cui i trader rientrano di nuovo sul mercato; in questo modo, un eccesso di domanda fa aumentare il prezzo, rompendo tutti gli stop messi sul massimo delle candela con ombra accentuata.

Ora, scopo di questa breve guida è quello di aiutare i trader a capire come fare trading sfruttando le zone di ipercomprato ed ipervenduto. Non dovete lasciar perdere queste zone, ne tanto meno sopravvalutarle secondo quanto indicato dall’indicatore. Quindi dovete prestare molta attenzione a quello che succede sul mercato prima di cimentarti in qualsiasi tipo di attività di trading online con gli oscillatori. Il nostro consiglio è quello di usare sempre più di un indicatore.

Questo metodo lo consigliamo non solo per operazioni basate su strategie opzioni binarie ma anche per altre tipologie di trading, studiando i tantissimi indicatori e le diverse strategie di trading presenti sul nostro portale, in modo da poter sfruttare al massimo tutte le operazioni di ipercomprato e ipervenduto.

Infine vi consigliamo di fare pratica con grafici e strategie di trading utilizzando un conto demo offerto dai broker Forex & CFD.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni
  • Licenza: CySEC;
  • Opzioni Forex;
  • Deposito min: 10€.
Opzioni Forex – deposito minimo basso Prova GratisIQ Option opinioni
  • Licenza: FKTK
  • Forex e CFD
  • Deposito minimo: 100 euro
Conto Demo ECN gratuito – data feed completo Prova GratisDukascopy opinioni
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova GratisIG opinioni
  • Licenza: ASIC
  • Broker NO ESMA
  • Leva finanziaria alta
Broker NO ESMA – leva finanziaria alta Prova GratisIC Markets opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Opzioni Binarie ipervenduto e ipercomprato

Opzioni Binarie ipervenduto e ipercomprato

ATTENZIONE

Avviso ESMA: Dal 2 luglio 2020 le Opzioni binarie sono vietate in Italia e nei paesi Cee.
Questa pagina rimane a solo scopo informativo.
Se sei interessato al trading online ti consigliamo di valutare il il forex e il trading di criptovalute.

Ipercomprato e ipervenduto sono termini spesso utilizzati dai commerciant di opzioni binarie (e di trading in generale), ma cosa significano ?

Nell’articolo di oggi le vedremo in dettaglio.

Un aspetto importante del trading è riconoscere gli estremi. Questo è ciò che intendiamo per le condizioni di ipercomprato e ipervenduto del mercato. Esempio: il prezzo è aumentato molto rapidamente, e poi èsceso drammaticamente.

Per capire perché questo accade nel forex, pensare di guidare una macchina in autostrada. Se si accelera alla massima velocità si può solo andare così veloce per tanto tempo fino a quando il motore ha bisogno di riposo.

Nel trading non è diverso in quanto i prezzi non possono salire costantemente nel tempo, alla fine scendono, un evento noto come correzione.

Come può un trader approfittare di queste condizioni?

Beh, la correzione dei prezzi apre la porta ad una opportunità di trading. Nel lungo periodo il prezzo potrebbe tornare nella direzione del trend, tuttavia, una breve opportunità di trading è quello di riconoscere quando una coppia di valute è ipercomprato o ipervenduto ed entrare nel mercato quando si verifica una correzione.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Migliori Broker Opzioni binarie tastati dal nostro staff

Tutti I Brokers elencati sono certificati e autorizzati in Italia dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e dalla CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission).

Migliori Brokers Premio* Deposito* Trade* Fai Trading*
Recensione fino al 89% 100,00€ 5,00€ Fai Trading >>
Recensione fino al 88% 250,00$ 24,00$ Fai Trading >>

*Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie.

*Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che il Broker offre nel caso di transazione positiva “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Transazione Minima: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: