Migliori Broker con spread bassi fissi minimi Forex opinioni recensioni

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Migliori Broker con spread bassi fissi minimi Forex: opinioni recensioni

In questa guida parleremo di quali sono i migliori broker con spread bassi, caratteristica che da sempre è fondamentale per riuscire ad avere successo nel mercato del trading online.

Ma perchè occorre che lo spread sia basso?

E soprattutto cos’è lo spread?

Quali sono quindi i migliori Broker con Spread bassi, fissi e minimi?

Dopo che l’ESMA, l’ente di regolamentazione Europeo ha legiferato che i trader al dettaglio devono avere una leva finanziaria bassa, è diventato fondamentale ricercare i migliori broker con spread bassi per avere le commissioni minime e magari anche fissi.

Il trading online ti offre la possibilità di operare su molteplici mercati, come le famose criptovalute, le materie prime, il Forex, le azioni, gli indici e senza scordare i famosi fondi di investimento ETF.

Come scegliere i migliori broker con spread bassi?

Scegliere un broker è importante per molti motivi e soprattutto bisogna affidarsi ad un broker serio e non ad una truffa che spinge i clienti magari ad aprire conti gestiti.

Bisogna sempre valutare se il broker offre materiale educativo come ebook, corsi online webinar e magari anche delle sessioni dal vivo come a scuola magari anche nella tua città.

Molti broker offrono strumenti come indicatori tecnici, analisi della famosa società Trading Central, ma il fattore più importante di tutti è che ci sia un’assistenza sempre presente e sia reattiva alle nostre email o richieste di prelievo fondi.

Ultimo passaggio importante sono le commissioni.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

In questo caso quando si parla di broker ECN si considerano spesso solo commissioni sul volume e o commissioni fisse o variabili chiamate SPREAD.

Andiamo a vedere quali sono i broker nella tabella qui sotto che offrono gli spread più bassi, minimi, fissi e vantaggiosi.

Opinioni Broker Vantaggi Licenza Deposito minimo
demo + wallet bitcoin CySEC 200$
un eBook gratis senza deposito + demo CySEC 100€
demo gratis CySEC 250€
Segnali di trend nella APP mobile CySEC 10€
demo gratis CySEC 100€
Conti speciali per trader professionisti MiFID, Banca d’Irlanda, CONSOB 250€

Migliori Broker con spread bassi: cos’è e cosa significa?

Andiamo quindi a scoprire il significato di Spread cos’è e cosa significa.

Lo spread nel trading online è definito come la differenza fra il prezzo bid e il prezzo ask.

In un mercato aperto, i prezzi sono determinati non da un ente o una persona in particolare, ma sono determinati dal prezzo che tutti i venditori e gli acquirenti stabiliscono ogni qual volta che tale bene viene venduto o comprato.

Cioè la quotazione di un asset o bene è determinato da 2 prezzi molto vicini tra loro: uno è il prezzo di domanda e l’altro è il prezzo di offerta.

Lo spread bid – ask è in buona sostanza la differenza tra il prezzo più alto che un acquirente è disposto a pagare per un bene e il prezzo più basso che un venditore è disposto ad accettare per venderlo.

Lo spread bid – ask è in inglese significa: bid offerta e ask domanda.

Le offerte rappresentano la domanda e le richieste rappresentano l’offerta per la quotazione di un certo bene.

I broker sia ECN che MM guadagnano e sopravvivono grazie a delle commissioni che sono riconducibili a commissioni fisse o variabili.

Il broker può avere uno spread fisso minimo o basso o anche variabile.

È il cliente che decide quale avere sulla propria piattaforma.

Facciamo un esempio: se la quotazione di un titolo o azione è 20 dollari e il prezzo ask è 21$, allora lo spread “denaro lettera”, come lo chiamano in gergo i trader professionisti, è 1 dollaro.

Lo spread nel caso dei CFD può anche essere espresso in percentuale e non solo in pip, cioè in punti decimali della quotazione.

Per calcolare lo spread in percentuale non devi fare altro che prendere lo spread che nell’esempio era di 1 dollaro e dividerlo per la quotazione dello stesso e cioè 21 dollari e moltiplicare il risultato per 100 per ottenere la percentuale: 1/21×100.

Molti broker ECN hanno uno spread a ZERO, perchè addebitano una commissione fissa sul volume dell’operazione a mercato.

Non esistono broker che hanno commissioni zero, esistono solo dei broker con spread bassi o minimi o fissi.

Broker spread come funziona

A questo punto una domanda sorge spontanea. Ma lo spread come funziona? E come viene calcolato?

L’ammontare dello spread dipende in buona parte dalla liquidità del mercato stesso e cioè da quante operazioni vengono fatte in quel mercato in un dato momento.

Lo sai perchè le valute e il forex viene considerato il mercato più liquido del mondo?

Perchè in un determinato istante ci sono milioni di persone che operano negoziando una determinata coppia di valute.

Lo spread nel Forex è quello più basso in assoluto e spesso si parla di centesimi di punto percentuale.

Molto spesso, invece, le azioni hanno uno spread più alto, dell’ordine di 1 o 2% del valore di una quotazione, proprio perchè la liquidità di quell’asset non è molto alta.

Considera anche che lo spread o la commissione fissa in caso di broker ECN è inserita proprio per evitare che un cliente possa aprire una posizione in acquisto e una in vendita allo stesso tempo e guadagnare matematicamente.

Si hai capito bene.

Spread bassi con strategia hedge come funziona?

Più lo spread è basso e più puoi fare HEDGING, cioè copertura, aprendo una posizione in acquisto e una in vendita allo stesso tempo.

Per guadagnare non devi fare altro che chiudere la posizione che sta andando in perdita per lasciare correre poi quella invece che ti va in profitto.

Più lo spread è basso e più è facile seguire questa semplice strategia di copertura.

I migliori broker con spread bassi che ti permettono di fare Hedge sono Avatrade , Investous e IQ Option .

Andiamo a vedere cos’è la copertura o Hedge.

Cosa significa fare Hedging?

Il modo migliore per comprendere il significato di Hedge o copertura è considerarlo come un’assicurazione.

Quando le persone decidono di fare hadge o di coprirsi, si stanno assicurando contro un evento negativo.

Questo non impedisce che si verifichi un evento negativo, ma se ciò accade e sei adeguatamente coperto, l’impatto dell’evento è ridotto.

Quindi, la copertura o hedge si verifica quasi ovunque, e la vediamo ogni giorno.

Ad esempio, se acquisti l’assicurazione come proprietario di una casa, ti stai proteggendo da incendi, furti o altri disastri imprevisti.

I gestori di portafoglio, i singoli investitori e le società utilizzano tecniche di copertura per ridurre la loro esposizione a vari rischi.

Nei mercati finanziari, tuttavia, la copertura o hedge diventa più complicata del semplice pagamento annuale di una compagnia di assicurazione.

La copertura dal rischio di investimento significa utilizzare strategicamente strumenti sul mercato per compensare il rischio di eventuali movimenti avversi dei prezzi.

In altre parole, gli investitori coprono un investimento facendone un altro, ma di segno opposto.

Tecnicamente, a copertura si investe in due titoli con correlazioni negative.

Naturalmente, nulla in questo mondo è gratis, quindi devi pagare per questo tipo di assicurazione in modo o in un altro, pagando uno spread basso che sia.

Sebbene alcuni di noi possano fantasticare su un mondo in cui i potenziali di profitto sono illimitati e privi di rischio, la copertura o hedge non può aiutarci a sfuggire alla dura realtà del compromesso rischio-rendimento.

ATTENZIONE: la riduzione del rischio significherà sempre una riduzione dei profitti potenziali.

Quindi, la copertura, per la maggior parte, è una tecnica non con la quale si fanno si i soldi, ma con la quale si può ridurre la perdita potenziale.

Se l’investimento che si sta coprendo fa guadagnare denaro, si avrà in genere un ridotto profitto potenziale, ma se l’investimento finisce in perdita, la copertura, in caso di successo, ridurrà tale negatività.

Come un investitore può fare Hedge?

Le tecniche di copertura comportano generalmente l’uso di strumenti finanziari noti come derivati o CFD, i due più comuni sono opzioni e futures.

Con questi strumenti è possibile sviluppare strategie di trading in cui una perdita in un investimento è compensata da un guadagno in un derivato.

Vediamo come funziona con un esempio.

Anche se credi in questa azienda a lungo termine, sei un po’ preoccupato per alcune perdite a breve termine nel settore della vendita degli iPhone o iPad.

Per proteggerti da un ribasso del titolo Apple, puoi acquistare un certo ammontare X in rialzo (long) e lo stesso ammontare in ribasso (short) pagando solo lo spread.

Questa operazione congela sia le perdite che i profitti.

Sta a te ad un certo punto vedere dove sta andando il trend e chiudere l’operazione che fa perdite per lasciare correre quella in profitto.

Ma fai attenzione che ogni copertura ha un costo, quindi prima di decidere di utilizzare l’hedging, è necessario chiedersi se i benefici ricevuti da essa giustificano la spesa.

Ricorda, l’obiettivo di copertura non è quello di fare soldi, ma di proteggersi dalle perdite.

Il costo della copertura – che si tratti del costo di un’operazione o dei profitti persi dall’essere dalla parte sbagliata di un contratto a termine – non può essere evitato. Questo è il prezzo da pagare per evitare l’incertezza.

Abbiamo confrontato le coperture con le assicurazioni, ma dovremmo sottolineare che l’assicurazione è molto più precisa.

Con l’assicurazione, sei completamente risarcito per la tua perdita (di solito meno una franchigia).

La copertura di un portafoglio non è una scienza perfetta e le cose possono andare storte.

Sebbene i risk manager puntino sempre alla copertura perfetta, è difficile da ottenere nella pratica.

Apri un conto demo ed esercitati nel fare coperture.

Che cosa Hedging significa per te e come usarlo a tuo vantaggio

La maggior parte degli investitori tradizionali non ha mai negoziato un contratto derivato CFD nella propria vita.

In effetti, la maggior parte degli investitori buy-and-hold, cioè quelli che comprano e basta e tengono il titolo per anni nel conto titoli, ignora completamente le fluttuazioni a breve termine e le loro potenzialità nel creare profitti.

Per questi investitori non ha molto senso impegnarsi nella copertura perché loro lasciano crescere i loro investimenti.

Quindi perché imparare a fare copertura hedge?

Anche se non hai mai fatto una copertura per il tuo portafoglio, dovresti capire come funziona, perché molte grandi società e fondi di investimento lo fanno ogni giorno.

Le compagnie petrolifere, ad esempio, si proteggono dalla fluttuazione del prezzo del petrolio, mentre un fondo comune internazionale lo fa ogni giorno contro le fluttuazioni dei tassi di cambio.

Il rischio è un elemento essenziale, ma precario dell’investimento.

Indipendentemente dal tipo di investitore che tu voglia essere, avere una conoscenza di base delle strategie di copertura porterà a una migliore consapevolezza di come gli investitori e le aziende lavorano per proteggersi.

Che tu decida o meno di iniziare a praticare i CFD, conoscere come funzionano le coperture, contribuirà a far progredire la tua comprensione del mercato, che ti aiuterà sempre ad essere un investitore migliore.

Perchè gli Spread devono essere bassi?

Broker con spread bassi: quali sono i migliori di tutti?

Come abbiamo detto lo spread è una commissione e ovviamente avere una commissione bassa conviene a tutti soprattutto quando è un costo per te.

Dunque più è alto lo spread e più il trader parte in negativo quando apre una posizione a mercato e dovrà recuperare quei pip per avere la sua posizione in profitto.

Avere uno spread basso conviene soprattutto a coloro che fanno strategia di scalping e trading giornaliero di cui abbiamo parlato qui >>

Questi trader aprono posizioni che rimangono a mercato pochi minuti o al massimo una decina di minuti per portare a casa subito pochi euro o dollari di guadagno, ma con molteplici operazioni al giorno.

Questa metodologia di trading di chiama trading ad alta frequenza.

Migliori Broker con spread bassi: lista aggiornata 2020

Quali sono i migliori Broker con spread bassi?

Ecco quelli più popolari ed usati in Europa e in Italia:

Investous

Investous (clicca qui per il sito ufficiale) è uno dei broker più popolari, proprio perchè ha creato una piattaforma semplificata e per gli esperti mette a disposizione anche la piattaforma MT4 e permette di fare trading su diversi asset, tra i quali troviamo anche le valute Forex.

Investous (clicca qui per il sito ufficiale ti permette di speculare anche sulle criptovalute e mette a disposizione gratuitamente per 30 giorni anche il servizio della società Trading Central anche a chi deposita solo il minimo deposito.

AvaTrade

AVATrade offre spread molto bassi. Sulla coppia EUR /USD ti offre addirittura solo 0,8 pips di spread (il pip è il punto di minima variazione che può subire il prezzo di una coppia di valute).

AVATrade conviene non solo per gli spread molto bassi, ma anche per una molteplicità di fattori.

Innanzitutto è una società che ha sedi in tutto il mondo.

Puoi quindi decidere di aprire un conto in Europa e sottostare alle regole ESMA, oppure aprire un conto fuori EU con leva finanziaria più alta.

Non dimentichiamo che AVATrade offre sia la piattaforma Metatrader che una innumerevole quantità di segnali di trading e indicatori performanti oltre che servizi di mirror trading e di copia trading di importanti trader professionisti.

IQ Option

IQ OPTION è uno dei Broker più famosi e che hanno saputo rinnovarsi parecchio nel tempo per rispondere sempre al meglio alle esigenze di della clientela mondiale alla ricerca di strumenti sempre più moderni e tecnologici.

IQ OPTION ti permette di iniziare ad operare con un capitale minimo di soli 10€.

La piattaforma è una tra le migliori del mercato e offre moltissimi sevizi di intermediazione come le criptovalute, Forex, Azioni, fondi di investimento ETF, indici e materie prime.

Molto conosciuta è la piattaforma per Smartphone e mobile chiamata IQ Broker di cui abbiamo parlato qui .

Trade.com

Trade.com è uno dei più conosciuti broker multi piattaforma in Europa.

Ad oggi è uno dei pochi che permette il trading in tempo reale sulle azioni in modalità DMA.

La piattaforma demo è completamente gratis e ti da accesso ad oltre 2,100 asset mondiali.

I prelievi sono automatici e offre sia piattaforme scaricabili, sul web senza download che piattaforme per tablet e smartphone iOS e Android.

Broker con spread bassi: quali sono i migliori?

Che cosa i broker con spread bassi? Prima di iniziare a fare trading online è necessario scegliere un intermediario finanziario. Qualora vogliate fare trading finanziario con i CFD la vostra scelta potrebbe ricadere su un broker online.

Chi è già un trader in attività e cerca un broker con spread bassi potrebbe valutare gli intermediari che proporremo in questo articolo, dato che hanno tutti spread bassi.

Inoltre in questa guida vedremo che cosa intendiamo con spread e ancora più precisamente che cosa vogliamo dire con la locuzione “spread bassi”. Infine vedremo quali sono i trader che più di tutti hanno bisogno di spread più bassi per poter adottare la propria strategia di trading.

Broker con spread bassi: quali sono?

Specifichiamo che i broker con spread bassi che proporremo sono tutti regolamentati e autorizzati a offrire servizi di trading online dalle autorità competenti. Tutti i broker da noi recensiti sono quindi affidabili dal punto di vista della sicurezza dei vostri fondi. Chiaramente il nostro articolo ha scopo puramente informativo e didascalico, mentre non costituisce in alcun modo un consiglio di investimento.

Broker con spread bassi: che significa?

Quando si parla di spread bassi parliamo di quegli intermediari finanziari online che offrono uno spread molto ristretto.

Lo spread nel trading è la differenza fra bid e ask. Il primo è il prezzo che una acquirente è disposto a spendere per comprare un asset, mentre il secondo rappresenta il prezzo che il venditore chiede per cedere l’asset (ask). Sostanzialmente è la differenza fra il prezzo di acquisto e di vendita, ossia i due valori che trovate accanto all’asset su cui volete investire nella piattaforma del vostro broker online.

Broker senza spread

Lo spread solitamente la liquidità di mercato, uno spread basso indica forte liquidità, ovvero che l’asset in questione è molto scambiato; in caso di spread alto si verifica l’esatto contrario, ossia una mancanza di liquidità.

Molti broker utilizzano spread fissi, ossia che non seguono il vero prezzo di mercato, ma pongono la stessa differenza di prezzo fra quello di acquisto e di vendita. Questi intermediari finanziari non sono ECN, ma fanno loro il prezzo e sono chiamati broker market maker.

Avere spread fissi può aiutare quei trader che vogliono avere la stessa differenza di prezzo sia in apertura di posizione che in chiusura. Altri broker invece offrono spread variabili, fra questi troviamo sia i market maker, che comunque fanno il loro prezzo di mercato, sia gli ECN che seguono fedelmente il valore di mercato reale.

A chi convengono gli spread bassi?

Di solito gli spread bassi convengono a tutti perché ricordiamo che lo spread è una spesa per il trader. Dunque più è alto più il trader perde soldi e dovrà recuperare quei pip con la posizione in guadagno. Vedremo però che non a tutti conviene operare con i broker con spread bassi.

Infatti solitamente i broker con spread bassi pongono delle commissioni sull’attività di trading o proprio sull’apertura delle posizioni. D’altra parte anche il broker deve in qualche modo avere il proprio guadagno, altrimenti offrirebbe il servizio di trading gratuitamente.

Broker spread bassi

Per queste ragioni possiamo affermare che gli spread bassi convengono a coloro che fanno trading scalping o trading intraday. Infatti gli scalper aprono tante posizioni per ottenere profitti su pochi pip. Perciò per loro è necessario registrarsi presso broker con spread bassi, altrimenti gran parte del loro guadagno viene ceduto al broker.

Per saperne di più sul trading scalping leggi questo articolo >>> Scalping Forex: Strategia e tecniche di scalping nel trading

Invece per capire cos’è il trading intraday vi invitiamo a leggere questo articolo >>> Trading Intraday (o day trading): tecniche e consigli per principianti

Possiamo concludere dicendo che i broker per scalping sono i broker con spread più bassi.

Avendo compreso cosa sono gli spread bassi, passiamo ora in rassegna i broker con spread bassi da noi recensiti nei prossimi paragrafi.

DUKASCOPY EUROPE – Spread bassissimi e piattaforma svizzera

Dukascopy Europe è un broker europeo regolamentato che offre, attraverso l’eccezionale piattaforma JForex3 , di proprietà della Capogruppo svizzera, servizi di trading su Forex (più di 60 cross di valute, oltre all’oro e all’argento) e CFD su titoli azionari, materie prime, indici azionari, criptovalute, bond ed ETF.

Dukascopy Europe fornisce accesso diretto al SWFX – Swiss FX Marketplace – il suo immenso pool di liquidità in cui mette in competizione I liquidity providers per ottener I migliori spread e prezzi per I propri Trader.

Dukascopy Europe lavora costantemente per garantire ai propri trader Spread estremamente competitivi , per questo gli spread sono variabili e partono da:

Autorizzata dalla Consob ad operare in Italia, Dukascopy Europe offre assistenza in Italiano, apertura conti completamente online ed un archivio dati completo in cui è possibile controllare in ogni momento tutti I prezzi battuti per singolo tick, come ulteriore garanzia della trasparenza ed affidabilità di questo broker.

XTB: spread bassi e formazione trader

XTB è un altro broker con spread bassi da noi recensito. Esso è un broker che si sta imponendo sul mercato europeo ed anche italiano.

Il broker è regolamentato e autorizzato dall’authority polacca di supervisione finanziaria (KNF). La società che controlla il broker è infatti quotata alla Borsa di Varsavia. Successivamente XTB ha aperto uffici in più di 13 Paesi diversi nel mondo.

In Europa il broker è operativo nei seguenti Paesi: Italia, Germania, Francia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Spagna, Portogallo, Romania e ovviamente anche in Polonia.

XTB: broker con spread bassi

Il broker XTB è oggi uno dei più importanti player mondiali nel trading online sul Forex con i CFD. Oltre all’autorizzazione della KNF, il broker ha ottenuto altre licenze, come soprattutto la FCA del Regno Unito.

XTB ha anche investito molto sulla formazione del trader, il suo centro di educazione finanziaria è molto completo, dove sono presenti corsi, video e webinar. Inoltre noi abbiamo deciso di collaborare con l’analista di XTB Andrea Di Marco e abbiamo aperto un canale Telegram gratuito, dove vengono pubblicate le video analisi dell’esperto di trading.

Nei video pubblicati sul canale Telegram vengono trattati vari argomenti e sono presenti anche segnali di trading gratuiti. Gli aggiornamenti sono quotidiani e vengono pubblicati generalmente ogni mattina, saltuariamente il pomeriggio.

Clicca qui sotto invece se desideri aprire un conto demo o reale su XTB:

Plus500: broker CFD con spread bassi

Plus500 è un broker con spread bassi che offre il trading CFD su numerosi asset finanziari. I mercati CFD presenti su Plus500 sono moltissimi e comprendono:

  • Forex
  • Materie Prime
  • Criptovalute
  • Opzioni (non binarie)
  • ETF
  • Indici
  • Azioni

Gli spread sono variabili e dipendono dall’asset scelto. Il cambio euro dollaro ha uno spread molto stretto, inferiore a 1 pip, per via dell’alta liquidità. Infatti molti trader operano su questo cambio.

Plus500 offre la possibilità di iniziare con un conto demo gratuito. In questo modo puoi testare la piattaforma del broker e le tue abilità come trader!

Inizia oggi con Plus500 cliccando qui sotto!

IC Markets

Infine, ma non per importanza, un altro broker con spread bassi è IC Markets, operativo dal 2007 in Australia e regolamentato dall’ASIC (Australian Securities and Investments Commission), che come abbiamo già spiegato è l’autorità di vigilanza sui mercati finanziari dell’Australia.

proprio come Pepperstone, IC Markets è un broker ECN, dunque cambia i prezzi del mercato, ma offre solo quelli reali senza variarli.

IC Markets: broker no ESMA

Per saperne di più su IC Markets vi invitiamo a leggere la nostra recensione sul broker >>> IC Markets opinioni e recensioni broker trading ECN.

I conti offerti dal broker IC Markets sono tre: account True ECN cTrader, account True ECN Metatrader4 e account Standard.

Ciò che caratterizza soprattutto i primi due conti è lo spread molto basso. Infatti questi conti sono apprezzati soprattutto per gli scalper o per chi fa generalmente trading intraday. Per questa ragione potremmo definire IC Markets un broker per scalping.

Le piattaforme messe a disposizione sono le stesse di Pepperstone, ossia la MT4, la MT5 e la cTrader. Gli asset su cui si può fare trading online sono numerosi: Forex, indici azionari, azioni, materie prime, criptovalute, obbligazioni e futures.

Per poter aprire un conto reale o demo sul broker IC Markets potete cliccare qui sotto:

Dai un’occhiata alle nostre guide sui broker :

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

I broker con gli spread più bassi a partire da zero spread | Confronto 2020

In questa tabella mettiamo a confronto gli spread medi dei broker regolamentati più competitivi, prendendo come riferimento tre delle coppie più scambiate , ovvero: EUR/UD , GBP/USD e USD/JPY , con l’obiettivo di individuare quali sono i broker con gli spread più bassi . Gli spread indicati si riferiscono ad una media delle ultime 2 settimane, week end esclusi e sono da considerarsi al netto di eventuali commissioni applicate dal broker.

Gli spread, sebbene siano un elemento importante nella scelta di un broker, non sono un fattore indicativo della qualità di esecuzione , non tengono conto dello slippage e di qualsiasi altra eventuale commissione applicata dal broker . Per una scelta più accurata, leggere le recensioni complete e valutare globalmente tutti gli aspetti inerenti a piattaforme, sicurezza, supporto e condizioni.

Perché gli spread si alzano e perché sono più alti di quelli inizialmente pubblicizzati?

Spesso capita che durante la negoziazione, gli spread reali non coincidano con quelli iniziali pubblicizzati dal broker, il che è una situazione standard che si verifica praticamente nella quasi totalità dei casi. Durante l’aumento della volatilità del mercato , gli spread variabili si allargano per tutti i broker, il che significa che i trader a loro volta, si ritroveranno con spread più alti, diversi dai valori iniziali pubblicizzati.

Tuttavia, chi sceglie di negoziare su un broker ECN con spread variabili , potrà effettivamente beneficiare di spread minori quando l’attività sul mercato aumenta e il volume di trading aumenta, con spread che possono scendere di molto o addirittura essere quotat i a zero (zero spread) . Con i broker market maker (dealing desk) invece, gli spread variabili non scendono mai sotto il valore pubblicizzato , possono solo aumentare.

Gli spread fissi invece, anche se chiamati “fissi”, possono anch’essi essere soggetti a variazioni, ma ci sono broker che offrono spread fissi garantiti che non cambiano, qualsiasi cosa succeda. Sono mediamente più alti, ma garantiscono d’altra parte una maggiore stabilità.​

Tutti gli altri broker invece, offrono spread fissi con eccezione , ovvero che possono cambiare se il mercato diventa estremamente volatile , come ad esempio durante importanti notizie, in occasione di variazioni importanti del tasso di disoccupazione o dei tassi di interesse, degli indici dei prezzi al consumo, delle vendite al dettaglio, ecc, mentre rimangono fissi durante le altre ore di trading.

Inoltre, è bene sapere che è pratica comune quella di aumentare gli spread durante i week end e nelle ore notturne.

La maggior parte dei broker offre gli stessi spread sui conti Mini e Standard. Nel caso in cui lo spread su tali account differisca, elenchiamo gli spread per gli account Standard.​ La colonna “commissioni” indica quando il broker applica commissioni sul trading (dealing desk) o no (no dealing desk). “SI”, indica che il broker prevede conti con commissioni sul trading. “NO”, indica che il broker offre conti dove non viene applicata una commissione sul trading. “SI/NO”, indica che il broker offre conti sia in modalità dealing desk che no dealing desk.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: