L’analisi fondamentale nell’investimento in opzioni binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Analisi fondamentale

Qualsiasi investitore che si avvicini al mondo delle opzioni binarie non deve essere in grado di eseguire soltanto l’analisi tecnica dei titoli, ma devo impara a lavorare con la cosiddetta analisi fondamentale, uo strumento che può diventare molto più di un semplice fattore di aiuto e che può segnare radicalmente il successo di operazione di investimento in opzioni binarie sul medio termine. Che cosa intendiamo con analisi fondamentale per le opzioni binarie?

ll principio alla base dell’analisi fondamentale è che il prezzo di un’attività finanziaria di solito non è assoluto e preciso e pertanto deve essere costantemente corretto e verificato, tenendo conto delle nuove informazioni disponibili. Di conseguenza, gli investitori devono reagire a questi cambiamenti attraverso l’acquisto o la vendita dei titoli, il che provoca ulteriori oscillazioni del prezzo, al ribasso o al rialzo.

Molti analisti ritengono che gli investitori davvero non riescano a leggere correttamente i fattori che influenzano i prezzi e che spesso operino in maniera illogica, incappando in grosse perdite. Per questo motivo, è importante essere in grado di interpretare correttamente gli eventi, comprendere l’effetto che possono avere e piazzare i propri investimenti nella maniera corretta.

La tecnica

L’analisi fondamentale non fa uso di alcun calcolo complicato, né ha bisogno di una interpretazione particolarmente complessa di grafici, tabelle di dati o pattern con variazioni di prezzo. Ciò che è invece necessario è avere la capacità di valutare dati in arrivo da una grande varietà di fonti, compresi tra tutti i mezzi di comunicazione, dalle notizie giornalistiche alle agenzie pubblicitarie, dalle pubblicazioni periodiche ai blog finanziari specialistici. Insieme con l’analisi tecnica, l’analisi fondamentale delle opzioni binarie costituisce uno degli approcci più comunemente usati per studiare il mercato da parte degli operatori di tutto il mondo che operano con una varietà di strumenti finanziari, comprese e soprattutto le opzioni binarie.

Certo è fondamentale effettuare una valutazione corretta delle fonti, visto che la disponibilità delle informazioni è estremamente ampia, forse anche troppo perché una sola persona possa permettersi di studiare tutto in modo corretto. Di certo, un operatore preparato deve conoscere il alto numero possibile di informazioni che possono influenzare il mercato e deve separare ciò che è importante da ciò che non è importante. Deve inoltre fare attenzione e reagire prontamente a cogliere le occasioni finanziarie che possono dargli l’opportunità di ottenere un buon profitto. Bisogna concentrarsi sugli eventi che sono ragionevolmente attesi e che possono quindi avere un impatto sul mercato. Per fare un esempio, una cattiva notizia economica potrebbe causare una brusca caduta azionaria e delle materie prime, ma potrebbe anche, contemporaneamente, far aumentare il prezzo dell’oro e di altri metalli preziosi, visto che si tratta di materie spesso utilizzate come mezzi per mettere al sicuro i propri risparmi in tempi di crisi.

Cosa valutare

Per valutare le condizioni di investimento di una società non c’è bisogno di avere un master in economia, ma solo di un po’ di tempo e di una importante dose di buonsenso.

1) Lo stato di debito della società.

2) Gli utili previsti nel corso dell’anno.

3) La crescita negli ultimi anni tre anni della società.

4) Il capitale sociale dell’azienda.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

5) Le valutazioni degli analisti internazionali sul prezzo della società.

Un investitore in opzioni binarie che approcci l’analisi fondamentale dovrebbe prendere nota di quali eventi stanno cambiando il mercato e in quale direzione, dal momento che i modelli tendono a ripetersi ed è utile quindi conservare memoria di quanto accade e utilizzare un calendario economico per mantenersi in continuo aggiornamento su quanto accade.

Analisi di grafici

Ci sono molti strumenti di analisi di mercato disponibili per la consultazione. Oltre ai mezzi di informazione classici, come news e web magazine, che possono fornire molti dettagli circa l’andamento dei mercati, si può contare anche sulle analisi di mercato effettuata giornalmente e settimanalmente dagli analisti finanziari. Oltre a ciò, è possibile creare ed analizzare dei grafici. Esistono numerose tipologie di grafici, elementi davvero molto utili per analizzare le attività dei mercati finanziari. Attraverso un grafico si può infatti verificare molto chiaramente il comportamento delle azioni e dei pezzi ed operare di conseguenza. Chi decide di investire in opzioni binarie può vedere immediatamente le fluttuazioni delle differenti azioni: il modo migliore per valutare come si muovono i prezzi delle attività finanziarie selezionate, in maniera chiara e diretta.

Analisi dei grafici

In un primo momento l’analisi finanziaria di un grafico di investimento in opzioni binarie può risultare anche molto complessa, ma quando ci si prende il tempo per controllare con calma tutti i movimenti e valutare le differenti situazioni, allora ogni cosa diventa più chiara. L’analisi tecnica di un grafico, innanzitutto, richiede pratica. I grafici sono utili nella programmazione di investimenti in opzioni binarie, perché ci permettono di capire come si comporta il prezzo di un bene in un certo periodo di tempo, come si evolve e soprattutto come e se può crescere o diminuire. L’analisi grafica ci permette dunque di prendere la decisione più conveniente al momento di investire. Tutti gli intermediari valutano le prestazioni dei beni attraverso l’analisi grafica, in tempo reale. Si tratta di uno strumento che permette di verificare le fluttuazioni e di simulare le operazioni, come se si fosse davvero investito. Infine, attraverso la grafica possiamo osservare il limite dei prezzi sia verso l’alto che verso il basso: questo ci serve per identificare i cosiddetti livelli di supporti e resistenza, fondamentali per definire le operazioni in modo più sicuro.

I livelli di supporto e resistenza

Identificare i livelli di supporto e resistenza è un valore aggiunto per realizzare un’analisi più accurata, ma qual è il modo più corretto di analizzare questi indicatori? La strategia migliore è quella di osservare i prezzi ed aspettare che siano vicini al raggiungimento di questi livelli per effettuare il nostro investimento. Ad esempio, se un’opzione sta raggiungendo il suo punto più alto allora sarà il momento di acquistare un contratto di vendita (TUP) per raccogliere i benefici di una nuova e probabile tendenza al ribasso. Tutto il contrario, invece, se l’opzione è in procinto di raggiungere il suo prezzo minimo.

Tipi di grafico

Esistono differenti tipologie di grafico. Fra queste, è importante conoscere almeno le più importanti, cioè a dire i grafici lineari, i grafici a barra e i grafici a candela.

I grafici lineari sono fra quelli di più semplice analisi e si sviluppando tracciando l’andamento dell’opzione per mezzo di punti, utilizzando una linea orizzontale per segnalare i tempi di analisi.

I grafici a barre si concentrano sul prezzo minimo e su quello massimo che può raggiungere un bene in un determinato periodo, oltre che prezzo di apertura (il cosiddetto “prezzo di esercizio”) e di chiusura.

I grafici a candela sono simili a quelli a barra; indicano infatti gli stessi dati, ma attraverso una candela in verde e una in rosso, a seconda che il prezzo sia superiore o inferiore al prezzo di apertura. In questo modo possiamo conoscere se l’andamento del bene considerato è positivo o negativo.

Tutti i grafici ci offrono informazioni interessanti e, idealmente, è fondamentale imparare a combinarli per analizzare le tendenze con maggiore certezza. Ma oltre ad analizzare con la grafica è centrale studiare i motivi per i quali si verificano determinate situazioni finanziarie e tenere poi conto di tutti i fattori ad esse legate, siano politici, economici e sociali, o anche ambientali e che influenzano l’andamento dei prezzi delle opzioni. In questo senso è molto utile conoscere il calendario economico professionale, che contribuirà a integrare l’analisi della grafica.

L’analisi fondamentale

Oltre all’analisi tecnica, è importante sviluppare anche l’analisi fondamentale. Infatti, la combinazione di analisi tecnica (legata alla grafica) e di quella fondamentale, fornirà la chiave per un miglioramento delle previsioni e quindi un corrispondente aumento delle prestazioni delle operazioni di investimento in opzioni binarie. Quando si fa trading si ha a che fare con un mercato molto volatile, in cui fluttuazioni sono in continua evoluzione e dove i prezzi mostrano spesso tendenze al rialzo e al ribasso. Sappiamo che i momenti di tranquillità in cui le tendenze si stabilizzano possono mutare improvvisamente e che i mercati sono influenzati (direttamente o indirettamente), da numerosi fattori, come d’altronde anche i prezzi. L’analisi fondamentale prende dunque in considerazione tutti i dati rilevanti di un certo andamento e li monitora in modo da comprendere ogni possibile e valutabile cambiamento futuro.

L’importanza dell’analisi fondamentale nel Forex trading

Cos’è l’analisi fondamentale?

  • Analisi fondamentale

L’analisi fondamentale è lo studio di come le notizie economiche globali e altri eventi possono influenzare i mercati finanziari. L’analisi fondamentale ricomprende qualsiasi notizia, evento, forza sociale, annuncio economico e finanziario, modifica nelle politiche nazionali/federali, fatturato di società e notizie riguardanti l’andamento delle stesse e, infine, l’informazione forse più importante applicabile al mercato Forex, ossia i tassi di interesse di una nazione e le sue politiche relative tassi stessi.

L’idea alla base dell’analisi fondamentale è che se la nazione presenta un quadro economico, attuale o futuro, positivo, la sua valuta dovrebbe rafforzarsi. Un’economia solida attrae capitali e business stranieri, e ciò significa che gli stranieri devono acquistare la valuta di quella nazione per investire o iniziare un’attività lì. Dunque, essenzialmente, tutto si riconduce al principio di domanda e offerta: una nazione con una forte economia in ascesa, registrerà una domanda più elevata della propria valuta, il che porterà ad una diminuzione dell’offerta e ad un aumento di valore della valuta.

Ad esempio, se l’economia australiana dovesse rafforzarsi, il valore del dollaro australiano crescerà in relazione alle altre valute. Uno dei motivi principali per cui la valuta di una nazione diventa sempre più “preziosa” con la crescita e il rafforzamento della propria economia, è ricollegabile al fatto che una nazione, solitamente, aumenterà i propri tassi di interesse per controllare la crescita e l’inflazione. Interessi più elevati risultano più appetibili per gli investitori stranieri e, di conseguenza, costoro dovranno acquistare dollari australiani per poter investire in Australia.

Tutto questo condurrà ad un aumento della domanda e del prezzo della valuta e, allo stesso tempo, diminuirà l’offerta.

I più importanti eventi economici del mercato Forex

Passeremo ora in rassegna alcuni tra i più importanti eventi economici che influenzano i movimenti dei prezzi sul Forex. Non si ha la pretesa, qui, di offrirti una panoramica dettagliata e completa di tali avvenimenti, ma riteniamo, comunque, che sia un buon modo per farti conoscere ancora di più il gergo che andrai ad incontrare nel tuo viaggio sul mercato Forex. Non dovrai preoccuparti eccessivamente di questi eventi economici. Presta solamente attenzione a quando tali resoconti vengono pubblicati ogni mese.


Prodotto Interno Lordo (PIL)

I rapporti sul PIL sono uno degli indicatori economici più importanti. Il PIL è la misurazione più completa dello stato attuale dell’economia di un paese. I dati sul PIL vengono pubblicati alle 8.30 EST dell’ultimo giorno di ogni trimestre e sono relativi alle attività del trimestre precedente. Il PIL è la somma complessiva del valore economico di tutti i beni e di tutti i servizi prodotti dall’intero sistema economico del paese durante il trimestre di riferimento; dunque, il dato non include le attività internazionali. Il tasso di crescita del PIL è un elemento a cui prestare estrema attenzione.

Bilancia commerciale

La bilancia commerciale è una misurazione della differenza tra importazioni ed esportazioni di beni e servizi. Il livello della bilancia commerciale di una nazione e le modifiche nelle importazioni/esportazioni sono tenuti in grande considerazione e rappresentano un importante indicatore del livello di salute dell’economia del paese. È meglio che le esportazioni superino le importazioni, perché le prime aiutano a far crescere l’economia di una nazione e riflettono il buon andamento del settore manifatturiero.


Indice dei prezzi al consumo (CPI – Consumer Price Index)

Il rapporto relativo all’indice dei prezzi al consumo è ampiamente utilizzato come misurazione dell’inflazione. Questo rapporto viene pubblicato alle 8.30 EST del 15 circa di ogni mese ed è relativo ai dati del mese precedente. Il CPI misura le modificazioni nel prezzo di un certo numero di beni di consumo e servizi ai consumatori da un mese all’altro.


Indice dei prezzi alla produzione (PPI – Producer Price Index)
Insieme al CPI, il PPI è uno degli indicatori più importanti dell’inflazione. Questo rapporto viene pubblicato alle 8.30 EST nel corso della seconda settimana completa di ogni mese ed è relativa ai dati del mese precedente. L’indice dei prezzi alla produzione misura il prezzo dei beni all’ingrosso. Dunque, a differenza del CPI, il PPI prende in considerazione quanto i produttori ricevono in cambio dei loro beni. Il CPI, come ricorderai, misura il costo pagato dai consumatori per i beni.

Indicatori occupazionali

I dati più importanti relativi all’occupazione vengono rilasciati il primo venerdì di ogni mese alle 8.30 EST. Questi rapporti includono anche il tasso di disoccupazione, che è la percentuale di forza lavoro disoccupata, il numero di nuovi posti di lavoro creati, il numero medio di ore di lavoro settimanali e la paga oraria media. La diffusione di tali dati spesso determina movimenti consistenti del mercato. Spesso sentirai parlare i trader e gli analisti dell’NFP (Non-Farm Employment), ossia del resoconto sull’occupazione non agricola: si tratta, con tutta probabilità, del principale rapporto mensile che ha la più grande capacità di muovere i mercati.

Ordini di beni durevoli

Il rapporto sugli ordini di beni durevoli offre una misurazione di quanto le persone spendono per acquisti a lungo termine, definiti come i prodotti che ci si attende che durino per più di tre anni. Il rapporto viene pubblicato alle 8.30 EST intorno al 26 di ogni mese e si ritiene che possa offrire alcune previsioni sul futuro dell’industria manifatturiera.


Indice delle vendite al dettaglio
L’indice delle vendite al dettaglio misura i beni venduti dal settore del commercio al dettaglio, dalle grandi catene ai piccoli negozi locali. Prende come riferimento un campione di negozi al dettaglio in tutto il territorio nazionale. L’indice delle vendite al dettaglio viene pubblicato alle 8.30 EST intorno al 12 del mese ed è relativo ai dati del mese precedente. Questo rapporto viene spesso ampiamente corretto e rivisitato una volta pubblicati i numeri finali.

Dati sulle case

I dati sulle case includono il numero di nuove abitazioni che si è iniziato a costruire in una nazione nel corso di quel mese e il numero delle case vendute. L’attività di costruzione di edifici residenziali è di grandissimo stimolo per l’economia nazionale e, quindi, viene tenuta in grande considerazione dai Forex trader. Anche il numero delle case vendute è un ottimo segnale della forza dell’economia del paese: livelli bassi di vendita di case esistenti e di nuove costruzioni sono un chiaro segnale di economia debole o stagnante.


Tassi di interesse

I tassi di interesse sono l’elemento più importante del mercato delle valute.

Tutti gli indicatori illustrati poco sopra vengono attentamente controllati dal Federal Open Market Committee della Federal Reserve americana per valutare lo stato di salute complessivo dell’economia. La Federal Reserve può poi utilizzare gli strumenti a propria disposizione per diminuire o aumentare i tassi di interesse o lasciarli invariati, a seconda dei dati che ha raccolto sulla situazione dell’economia. Dunque, se i tassi di interesse rappresentano il “motore” che muove i prezzi sul mercato Forex, anche tutti i summenzionati indicatori economici risultano, tuttavia, piuttosto importanti.

Analisi tecnica VS. analisi fondamentale

L’analisi tecnica e l’analisi fondamentale rappresentano le due “scuole di pensiero” principali nel settore del trading e degli investimenti sui mercati finanziari. Gli analisti tecnici analizzano il movimento del prezzo di un mercato e utilizzano queste informazioni per effettuare previsioni sul suo andamento futuro. Gli analisti fondamentali prendono, invece, in considerazione le notizie economiche.

Ora, dato che praticamente qualsiasi notizia mondiale può avere un impatto sul mondo dei mercati finanziari, tecnicamente qualsiasi notizia può essere considerata largamente come notizia “economica”. Questo è un concetto importante che vogliamo sottolineare e che molti analisti fondamentali sembrano ignorare…

Una delle ragioni principali per cui, a nostro avviso, è preferibile fare trading sulla base dell’analisi tecnica, è perché ci sono letteralmente milioni di variabili differenti al mondo che possono influenzare in ogni momento i mercati finanziari. Ora, il Forex è più condizionato da macro-eventi come la politica nazionale sul tasso di interessi o sui dati del PIL, ma anche altri importanti avvenimenti come guerre o disastri naturali possono provocare delle fluttuazioni del mercato delle valute. Pertanto, visto che noi (e con noi molti altri) riteniamo che tutti questi eventi vengano ricompresi all’interno del prezzo e che siano facilmente visibili e ricavabili a seguito di un’attenta analisi, è semplicemente piuttosto inutile provare a seguire tutte le notizie economiche che vengono diffuse ogni giorno, per poter poi fare trading sui mercati.

Una delle argomentazioni principali degli analisti fondamentali contro l’analisi tecnica è che il prezzo passato non può prevedere (o aiutare a prevedere) i futuri movimenti di prezzo, ma al contrario si dovrebbe fare ricorso alle notizie future o imminenti per prevedere il movimento del prezzo di un mercato.

Riteniamo quindi che sia buona cosa provare a replicare a queste due argomentazioni a sfavore dell’analisi tecnica:

1) Se l’analista fondamentale vuole provare a sostenere che i dati sul prezzo passato non sono importanti, vorremmo però chiedergli di spiegare perché allora i livelli orizzontali di supporto e resistenza sono così significativi. Vorremmo anche chiedergli perché noi e molti altri trader possiamo fare trading con successo sui mercati imparando a basare le nostre azioni su alcuni semplici, ma importantissimi segnali che ci aiutano a prevedere l’andamento del prezzo.

Se diamo un’occhiata ad un grafico del prezzo di un asset qualsiasi, possiamo chiaramente comprendere l’enorme rilevanza dei livelli di supporto e resistenza. Qualsiasi analista fondamentale, che vuole affermare che “i grafici non contano nulla”, semplicemente sbaglia e anche tu arriverai alla stessa conclusione quando passerai del tempo a studiare alcuni grafici.

2) L’altra argomentazione utilizzata dagli analisti fondamentali è che si può prevedere più facilmente l’andamento del prezzo di un mercato attraverso l’analisi delle notizie sul mondo del Forex che saranno a breve pubblicate. Ecco, chiunque abbia fatto trading per un po’ di tempo sa per certo che i mercati, spesso e volentieri, reagiscono in maniera opposta a ciò che quella determinata notizia imminente lascerebbe intendere. Ci sono dei momenti in cui il mercato si muove nella stessa direzione sottintesa dalla notizia? Sì, certo, ma si tratta di qualcosa su cui puoi basare la tua strategia e il tuo piano di trading? No. Il motivo è che i mercati funzionano sulla base delle aspettative per il futuro. Questo è un fatto universalmente accettato nel trading e nel mondo degli investimenti, quindi è un po’ strano che alcuni ignorino ancora l’analisi tecnica o non vi si focalizzino quando vanno ad analizzare i mercati e ad investire. Vediamo di spiegare meglio: se vengono rilasciati dei dati sui salari del settore non agricolo (il rapporto economico mensile più importante pubblicato negli Stati Uniti) e il mercato si attende che, nel mese precedente, siano stati creati 100.000 nuovi posti di lavoro, il mercato, con tutta probabilità, si sarà già mosso PRIMA della diffusione di tali dati. Quindi, se il numero reale è davvero di 100.000, il mercato probabilmente registrerà dei ribassi, invece che dei rialzi… visto che non è stato creato un numero MAGGIORE di posti di lavoro, rispetto a quanti il mercato ne attendeva. E dunque, se da una parte 100.000 nuovi posti di lavoro potrebbero sembrare un buon numero, dall’altra il fatto che il rapporto non abbia superato le aspettative che si erano create è qualcosa di negativo per trader e investitori (riesci a capire perché tutte queste cose diventano così confuse a questo punto? È risultato difficile anche a noi scriverle…).

ORA IL NOSTRO GIUDIZIO FINALE

Dato che tutte le precedenti aspettative intorno alla pubblicazione di una notizia sono già state registrate dal mercato e risultano quindi già visibili sul grafico del prezzo, perché non analizzare il prezzo e imparare a fare trading basandosi sui grafici? Che idea innovativa! Vedi, anche dopo la pubblicazione di una notizia possiamo comunque utilizzare l’analisi tecnica per fare trading basandosi sul movimento del prezzo. E quindi, l’analisi tecnica è davvero il modo più chiaro, pratico e utile per analizzare i mercati e investire sugli stessi. Stiamo dicendo che non c’è alcuno spazio per l’analisi fondamentale nel Forex trading? Assolutamente no. Tuttavia, quello che vogliamo sottolineare è che deve essere vista e utilizzata come completamento dell’analisi tecnica e vi si deve fare ricorso con moderazione, quando si è in dubbio dopo la consultazione dei grafici e dopo aver “letto” il movimento del prezzo.

Utilizza semplicemente le notizie economiche per supportare le tue previsioni scaturite dall’analisi tecnica oppure per pura curiosità. Non affidarti mai solamente alle notizie economiche per prevedere l’andamento dei mercati.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: