Il coefficiente Beta volatilita di un titolo – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il coefficiente Beta: volatilità di un titolo

Il coefficiente Beta è una misura per quantificare quanto può essere volatile un titolo in rapporto al mercato: generalmente, il titolo viene confrontato con lo Sandard&Poor 500. Ma come si può facilmente comprendere e conoscere il coefficiente Beta? È semplicemente un modo per misurare quanto rischioso sia l’investimento o lo stock:

. se il titolo ha un beta di 1,0 significa che il titolo sale e scende esattamente quanto il mercato

. se beta è superiore a 1,0 e quindi ha oscillazioni più ampie, su e giù, rispetto al mercato

. se il beta di un titolo è inferiore a 1,0 i suoi alti e bassi sono minori della crescita generale del mercato.

Una versione beta alta o bassa non è né buona né cattiva.

Il coefficiente Beta consente di determinare se un titolo è troppo rischioso, troppo conservatore ed il livello di tolleranza di un rischio: è indispensabile quando si acquista un titolo prendere in considerazione la capacità di gestione del rischio. Esemplificando: si guardi uno stock con coefficiente Beta 2.35. Il prezzo di questo stock ha maggiore volatilità rispetto all’indice S&P 500. Questo, non determina se il titolo è un investimento “buono” od un investimento “cattivo”, afferma esclusivamente che si può muovere più violentemente rispetto al mercato in generale. Senza dimenticare che maggiore volatilità vuol dire maggiore rischio.

Volatilità?Ma cos’è e cosa rappresenta? Capita spesso che sui mercato vi sia incertezza e che aumenti la cosiddetta volatilità: ovvero una fluttazione più accentuata delle quotazioni. I trader più esperti approfittano di questo con negoziazioni veloci oppure stanno fermi rimanendo “in hold”, ovvero tenendo una posizione appesa sino a quando non si concretizza un trend che indichi se continuare nella stessa posizione, ampliarla o chiuderla. Il rischio della volatilità è che questa arriva a livelli molto alti ed andare oltre le aspettative.

Volatilità, pericolo o possibilità?

Certamente, la volatilità del mercato non è il terreno migliore per poter fare profitti con opzioni binarie, ma gli strumenti che sono presenti per poter bene tradare nei mercati volatili, sono in grado di far guadagnare abbastanza facilmente se uniti ad un pò di astuzia, “sesto senso” che non guasta mai, ed esperienza.

Si deve anche dire che si vedono aumentare i livelli di prestazione quando c’è volatilità nel mercato e questo è dovuto all’essere in grado di andare sia “long” che “short” sul prezzo dei beni. Quando i mercati sono indecisi sul loro proffimo futuro, il trader ha due opzioni: quella di sedersi ed aspettare le condizioni ad oh e, quindi, tornare a tradare oppure accettare rischi maggiori.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

La motivazione per cui tanti metodi di negoziazione falliscono quando aumenta la volatilità del mercato è semplice: i metodi di trading long e short richiedono mercati in trend per fornire ottimi risultati. In realtà, per fare un buon rendimento è necessario, ovviamente, che il prezzo del bene si muova con forza, in una direzione particolare in modo che sia possibile avere buoni profitti. Ma le mosse forti non sono tipiche dei mercati volatili, spesso l’azione dei prezzi si muove con poca convinzione dietro ogni mossa i mercato.

Il trader che opera con opzioni binarie ha diversi vantaggi nelle negoziazioni nel mercato della volatilità: in primo luogo non ha bisogno di modifiche di bit di prezzo per fare un alto profitto, ma deve prevedere grandi mosse per prenotare un ritorno decente, mentre i pay out sono fissi e pssono essere guadagnati in previsione semplice quando il prezzo concludere in alto od in basso. Così anche quando i mercati si stanno appena muovendo, lo stesso potenziale per fare un ritorno è in offerta, non importa se il prezzo di muove di un solo centesimo!

Il coefficiente Beta: volatilita di un titolo – Opzioni Binarie

Il coefficiente beta misura il rischio sistemico di un singolo valore rispetto a quello che è il rischio implicito del mercato nel suo insieme

Per rischio sistemico (Systematic Risk) si intende il rischio inerente l’intero mercato di cui ci si occupa, ad esempio
l’intero mercato azionario. Tale rischio è anche definito indiversificabile (Undiversifiable Risk) in quanto non eludibile
attraverso una diversificazione del proprio portafoglio. Guerre, recessione, depressione, costo del denaro e delle materie
prime, sono tutti fattori che vanno ad influire sul mercato nel suo insieme. In certi frangenti, i singoli andamenti aziendali
divengono del tutto irrilevanti nel processo di formazione dei prezzi in Borsa.

Al rischio sistemico, si contrappone il rischio non sistemico (Unsystematic Risk) che invece si riferisce ad un solo titolo
ovvero ad un singolo comparto del mercato, nel quale un singolo evento può sortire effetti che spesso non hanno alcuna
influenza sugli altri comparti. Esempio, una forte crescita degli utili Intel avrà sicuri effetti sulla quotazione del titolo e anche
di riflesso sugli altri titoli del comparto semiconduttori, ma difficilmente influenzerà i titoli dei produttori di generi alimentari,
di sigarette o di abbigliamento sportivo.

Il coeficiente beta è calcolato su base statistica e misura l’attitudine storica di un titolo a variare in misura maggiore o minore dell’indice di riferimento.
Il coeficiente beta misura quindi la volatilità di un valore, cioè l’ampiezza delle oscillazioni del prezzo, rispetto al mercato nel suo complesso.

In parole povere:
Beta inferiore ad 1 = rischio del singolo valore inferiore a quello del mercato:
un coefficiente 0.8 indica una volatilità del 20% inferiore a quella del mercato.
Beta uguale ad 1 = rischio del singolo valore uguale a quello del mercato:
un coefficiente1 indica una volatilità uguale a quella del mercato.
Beta superiore ad 1 = rischio del singolo valore superiore a quello del mercato:
un coefficiente1,2 indica una volatilità del 20% superiore a quella del mercato.

Gli investitori che seguono i dettami delll’analisi fondamentale non sempre sono d’accordo con il principio
per cui un coefficiente beta particolarmente elevato segnali necessariamente un investimento rischioso.

Se per esempio il titolo di una società con un valore intrinseco (Fair Value) di $20 per azione,
sul mercato viene trattato a $18, potrebbe essere un investimento vantaggioso.
Se però il prezzo dell’azione improvvisamente cadesse a $15 per azione,
il coefficiente beta salirebbe, pur in presenza di una maggiore convenienza all’acquisto.

La verità è che il concetto di rischio è un concetto del tutto ambivalente:
tanto è maggiore il rischio negativo, quanto è più grande quello positivo.
“No risk, no gain” recita il noto adagio anglosassone.

Articoli Simili

Come Utilizzare i Fasci di Medie Mobili con le Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: