Cina blocca bitcoin e siti web di criptovalute mercati in rosso

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Cina blocca bitcoin e siti web di criptovalute: mercati in rosso

La Cina blocca Bitcoin e siti web di criptovalute? Andiamo a vedere cosa sta succedendo sui mercati delle valute digitali.

Si dice che il governo cinese stia bloccando tutti gli accessi ai siti web di criptovalute dall’interno della Cina, raddoppiando i suoi sforzi per eliminare l’industria nel Paese. Questo i motivo per cui i prezzi di 98 delle 100 migliori Criptovalute sono in profondo rosso.

Secondo Fortune, la misura presa è un divieto generalizzato di accesso ai siti web di criptovalute. Weibo, l’equivalente cinese di Facebook / Twitter, e Baidu, l’equivalente cinese di Google, hanno già bandito gli annunci di criptovaluta sulle loro piattaforme, estendendo il ban anche ai broker Forex.

Facebook ha preso questa misura la settimana scorsa (perché le pubblicità sono “frequentemente associate a pratiche promozionali ingannevoli o truffaldine come le ICO”).

Secondo Financial News, una pubblicazione affiliata alla People’s Bank of China, i cittadini cinesi non sono stati dissuasi dall’acquistare criptovaluta dai precedenti tentativi da parte dello stato di porre fine al mercato delle criptovalute nazionale – ora invece acquistano da piattaforme all’estero.

In risposta a questo “saranno prese alcune misure normative”, secondo il rapporto.

La Cina blocca bitcoin e siti web di criptovalute

Ma perchè la Cina blocca il bitcoin? Il governo cinese ha bandito le Ico a settembre 2020, seguito da un decreto che ha vietato gli exchange di criptovalute.

E solo poche settimane fa al settore mining di Bitcoin è stato detto che non era più il benvenuto. In risposta, gli exchange e le compagnie di mining cinesi si sono semplicemente spostati in altri luoghi per continuare la propria attività.

Gli esempi includono le borse BTCC e Binance che si spostano rispettivamente a Hong Kong e Tokyo e il gigante di mining di Pechino, Bitmain, che apre nuovi uffici a Zugo (Svizzera).

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

China bans ICOs and cryptos but it can’t be enforced. Banks refuse ICO and crypto payments, but we have alternatives. Technology always overcomes legislation. This is truth. ICOs are our future and must be fought for, and crypto is our right. Stand on our side without fear.

Il trasferimento non ha davvero influenzato la loro popolarità nessuno deve solo sentire i notevoli numeri riportati da Binance a Tokyo per capirlo.

Infatti, Ace Yang, direttore esecutivo di Cathay Capital, una società di private equity di Pechino, ha dichiarato al South China Morning Post: “È una notizia positiva per il Giappone e Singapore, perché la domanda di partecipazione al trading non diminuisce e gli operatori devono andare da qualche parte“.

Questo è il motivo per cui il governo di Jinping (segretario generale del partito cominista cinese) ritiene necessario continuare a muoversi contro il mercato delle criptovalute. Ecco perchè la cina blocca bitcoin.

“Dopo il clean-up e la bonifica, il volume degli scambi di valuta virtuale denominati in RMB è sceso da oltre il 90% del volume degli scambi globali a meno dell’1% in una sola volta, riducendo notevolmente il livello di rischio”.

Il Bitcoin

Il blog di Marco Cavicchioli su Bitcoin, blockchain e criptovalute

Sito web associato a

Ecco come la Cina blocca ufficialmente le criptovalute

La Cina prosegue i suoi piani per fermare i cambi di Bitcoin nel Paese, a partire dalle piattaforme di trading nelle città principali.

Tutti i cambi di Bitcoin a Pechino e Shanghai hanno ricevuto l’ordine di presentare i piani di liquidazione delle proprie operazioni entro il 20 settembre.

La mossa segue la decisione della banca centrale cinese di vietare le offerte iniziali delle monete dall’inizio di settembre.

Top Exchange BTCC ha detto che avrebbe smesso di negoziare alla fine del mese.
Le autorità cinesi hanno deciso di vietare le monete digitali nell’ambito di un piano per ridurre i rischi finanziari del Paese.

Un sito web istituito dalla banca centrale cinese ha avvertito che le criptovalute sono “sempre più utilizzate come strumenti di attività criminali come il riciclaggio di denaro, il traffico di droga, il contrabbando e la raccolta di fondi illegali”.

Istruzioni rigorose

Secondo un documento scoperto online dagli utenti sul social network Weibo, visto da Coindesk, i regolatori cinesi hanno ordinato a tutti i cambi di criptovaluta di Pechino di smettere di registrare nuove registrazioni entro la mezzanotte locale del 15 settembre e di informare gli utenti pubblicamente della chiusura.

Oggi, mercoledì 20 settembre, entro le 18:30, tutti i cambi sono obbligati a inviare alle autorità di regolamentazione un dettagliato piano “privo di rischi” di come intendono uscire dal mercato.

Il regolatore ha inoltre ordinato ai cambi di presentare alle autorità locali DVD contenenti tutti i dati di negoziazione e di detenzione di criptovaluta degli utenti.

Gli azionisti, i dirigenti e il personale tecnico e finanziario di cambi sono tenuti a rimanere a Pechino durante lo spegnimento e a cooperare pienamente con le autorità.

Essere cauti
“La Cina sta chiudendo i cambi per buoni motivi – penso che sia giusto che siano prudenti in questo momento”, ha dichiarato alla BBC Paul Armstrong, un consulente tecnologico emergente e autore del libro Disruptive Technologies.
“Il Bitcoin è un proxy non regolamentato e peer-to-peer, è una valuta molto volatile”.

Tuttavia, il signor Armstrong non pensa che questa sarà la fine del Bitcoin in Cina.
“Lo stanno chiudendo per ora, ma non significa che in sei mesi o poco non creeranno nuovi regolamenti di Bitcoin come il Giappone e l’Australia,” ha detto.

“Tutti gli altri Paesi dispongono di monete digitali e stanno prendendo decisioni importanti su di esso, quindi non ha senso che la Cina ci rinunci“.
Ha aggiunto che la decisione della Cina potrebbe indurre gli investitori cinesi a cercare alternative alle valute digitali, come spostarsi fuori dal Paese per i cambi operativi o per le “miniere” di Bitcoin in altre regioni.

Cina blocca bitcoin e siti web di criptovalute: mercati in rosso

La Cina blocca Bitcoin e siti web di criptovalute? Andiamo a vedere cosa sta succedendo sui mercati delle valute digitali.

Si dice che il governo cinese stia bloccando tutti gli accessi ai siti web di criptovalute dall’interno della Cina, raddoppiando i suoi sforzi per eliminare l’industria nel Paese. Questo i motivo per cui i prezzi di 98 delle 100 migliori Criptovalute sono in profondo rosso.

Qui abbiamo spiegato come speculare sulle criptovalute in ribasso >>

Approfondisci come fare trading di Criptovalute e Bitcoin e come investire in criptomonete senza truffe con la migliore guida italiana in circolazione >>

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: