Bitcoin Fork cosa succede, cosa fare e cos e – le date 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Bitcoin Fork cosa succede, cosa fare e cos’è – le date 2020

Andiamo a vedere cosa sta per succedere in questi mesi per quanto riguarda le bitcoin fork che sono diventate numerose e interessanti.

Super Bitcoin, Bitcoin Platinum, Bitcoin Uranium, Bitcoin Cash Plus e Bitcoin Silver potrebbero minacciare l’ecosistema della criptovaluta Bitcoin.

Mentre Bitcoin prosegue in una rapida corsa verso prezzi e quotazioni senza precedenti, la trama si infittisce: almeno 3 Bitcoin fork sono stati programmati per il mese di dicembre 2020, con altre a seguire a gennaio, febbraio e marzo 2020.

Siamo di fronte a delle nuove criptovalute che faranno crescere il valore e la quotazione del bitcoin? Si sa che il bitcoin fork ha da sempre rafforzato la sua quotazione!

Super Bitcoin, Bitcoin Cash Plus, Bitcoin Silver, Bitcoin Platinum e Bitcoin Uranium (che ha il caratteristico simbolo ‘BUM’) sono tutti nella lista delle prossime Bitcoin Fork previste nel 2020.

Ognuna di queste monete rivendica a suo modo di risolvere i problemi di scalabilità e centralizzazione che hanno afflitto la rete Bitcoin, anche se nessuna criptovaluta di loro sembra aver dimostrato di possedere le basi tecnologiche per farlo.

Ad esempio, il Bitcoin Silver (BTCS), che afferma di rendere “la criptovaluta accessibile al resto del mondo”, afferma di avere un “team incredibile composto da esperti finanziari, sviluppatori blockchain, influencer di telecomunicazione, esperti di diritto internazionale e imprese locali” che sono basati in tutto il mondo. Tuttavia, nessuna delle identità di questi presunti membri del team si può trovare facilmente online”.

Inoltre, il Bitcoin Silver, BTCS ha un “white paper” privo di qualsiasi spiegazione tecnica effettiva sullo sviluppo della moneta. Sebbene sia una valuta bitcoin fork, BTCS è anche in procinto di pubblicare un ICO, che è un’attività alquanto sospetta (per lo meno). La crescente tendenza delle Bitcoin fork segue il declino delle ICO, Initial Coin Offering .

Secondo la società di ricerca di criptofinanza Smith + Crown, solo 69 delle 169 ICO che si sono svolte nel mese di ottobre sono riuscite a raggiungere i loro obiettivi. La restante parte è stata costretta a prolungare, posticipare o addirittura annullare le vendite a titolo definitivo.

Oltre a un mercato ICO saturo, i Paesi di tutto il mondo stanno reprimendo la pratica con regolamentazioni restrittive intese a tassare i fondi raccolti e a proteggere gli investitori vulnerabili dalle truffe.

Sembra che le fork possano essere solo l’ultimo modo di creare delle raccolte fondi, ma senza regolamentazioni.

​Ecco la cronologia dei Bitcoin fork avuti fino ad ora:

​Bitcoin Fork: cosa succede, date Gold, Cash, Plus, Clashic, Diamond, Silver, Platinum

L’improvviso boom di criptovalute hard-fork Bitcoin può essere vista come l’opportunità di beneficiare della notorietà del Bitcoin invece che creare una criptomoneta completamente nuova. Quando nascono molte criptovalute, inizialmente valgono solo pochi dollari (o anche solo pochi centesimi).

Persino i Bitcoin valevano pochi centesimi l’uno, una volta – Kristoffer Koch della Norvegia acquistò leggendariamente 500 BTC per $ 27 nel 2009, un investimento che ora vale milioni di dollari. Tuttavia, le criptovalute create dalle bitcoin fork hanno un vantaggio notevole quando si parla della loro valore e quotazione.

Poiché le hard fork si comportano come le scissioni dei titoli, le criptovalute che creano sono già ampiamente diffuse non appena vengono create, sebbene spesso ci sia un periodo di attesa prima che alcune Exchange permettano di prelevare e negoziare le nuove valute digitali.

In ogni caso, l’ampia circolazione creata in automatico, aumenta artificialmente il valore delle nuove criptomonete, una vero moltiplicatore di valore, seguito da un’inevitabile correzione di prezzo, quando le borse iniziano a negoziarle in acquisto e vendita. I detentori delle nuove criptomonete scaricano le criptovalute in massa, incassando i loro soldi gratuiti.

E quindi il prezzo diminuisce subito dopo in modo significativo, il che può portare alcuni acquirenti opportunisti a raccogliere quanti più token possibile. Ciò può portare alla centralizzazione della rete di una criptomoneta; si sospetta che Bitcoin Cash possa essere caduto vittima della centralizzazione attraverso questo processo.

Quando il Bitcoin Cash è nato il 1° agosto 2020, tutti i possessori di token BTC hanno ricevuto una corrispondente quantità di gettoni BCH su un rapporto 1:1. Il giorno della loro nascita, i token BCH valevano più di $ 220; il giorno dopo, il loro valore è passato a circa 700 $ per poi ridiscendere a circa $ 200.

I sospetti di centralizzazione sono emersi quando il valore di BCH è leggermente aumentato da circa $ 630 a quasi $ 2000 nel fine settimana dell’11-12 novembre 2020. Lo spike è entrato in tandem con alcuni pezzi grossi (il più prominente “Bitcoin Jesus” – girato “Judas” – Roger Ver) suonando la campana a morto di Bitcoin mentre cantava le lodi di Bitcoin Cash.

Da allora, Ver ha fatto riferimento pubblicamente a Bitcoin Cash come “il mio progetto”, confermando inavvertitamente i sospetti di centralizzazione. Il lunedì successivo dopo aver toccato il suo massimo, ha subito un “ribasso mortale” e il valore del Bitcoin Cash è diminuito di quasi il cinquanta percento.

Da allora ha recuperato, ma non è riuscito a riconquistare il suo punto più alto; ora, un singolo token BTC vale quasi 1.600 dollari. Con una capitalizzazione di mercato di $ 26,49 miliardi, è la terza più grande criptovaluta del mondo.

Il Bitcon Gold è il Bitcoin fork più noto e al centro delle polemiche

C’è più di un modo in cui una moneta fork bitcoin possa diventare centralizzata. I creatori di Bitcoin Gold , un altro hard fork di BTC che è apparso nelle exchange a metà novembre 2020, hanno affermato che la missione della loro moneta era di scardinare il settore mining del Bitcoin, creando come una rete più funzionale e scalabile rispetto al Bitcoin che era meno suscettibile alla centralizzazione -by-mining.

I token BTG sono stati creati e distribuiti più o meno allo stesso modo dei token BCH; I token BTG non hanno mai valso meno di $ 120, e il loro valore è stato pompato oltre $ 500 il giorno della loro uscita (ora i token BTG valgono all’incirca $ 330).

Ecco come hanno pompato il prezzo: poco dopo l’uscita di Bitcoin Gold, i creatori della rete hanno estratto per sé 100.000 BTG. Alla valutazione corrente, questa è una dotazione del valore di circa $ 33 milioni.

La rete Bitcoin Gold è stata oggetto di ulteriori polemiche, come è stato scoperto la scorsa settimana che il file ufficiale del portafoglio Bitcoin Gold (che era disponibile per il download su GitHub) era stato infettato da due file di origine sconosciuta.

Mentre i file non attivavano gli allarmi di alcun software antivirus, i creatori di BTG avvisavano gli utenti che dovevano trattare i file come se fossero virus e quindi da mettere in quarantena.

Inoltre, alcuni titolari di Bitcoin che cercavano i token BTG a cui avevano diritto dopo il fork, sono diventato il bersaglio dei truffatori. MyBTGwallet . com ha spinto gli utenti a inserire le proprie chiavi private del BTC per recuperare i loro token BTG.

Di conseguenza, sono stati rubati più di 3 milioni di dollari di token BTC e BTG. In effetti, il processo di recupero delle monete create da hard fork può essere rischioso senza il corretto know-how tecnico.

Se sei titolare di un BTC, ottenere le monete appena prodotta con il Bitcoin Fork, richiede l’uso delle tue chiavi private. In teoria, qualcuno potrebbe creare una nuova valuta Bitcoin fork allo scopo di rubare i token BTC tramite le chiavi private fornite per ricevere le nuove monete.

(A proposito, lo sviluppatore di Bitcoin Core Gavin Andresen consiglia di spostare il BTC a un nuovo indirizzo prima di tentare di recuperare eventuali monete appena nate per evitare di diventare vittima di un furto.)

L’organizzazione di Bitcoin Gold non sembra essere coinvolta in questi comportamenti criminali. Tuttavia, sembra che questo picco di truffe e altri problemi sia la prova che il team di sviluppo non era necessariamente pronto a essere al timone di una criptovaluta del valore di più di $ 5,5 miliardi.

Il Bitcoin Gold è stato anche criticato per l’assenza di consulenti di alto livello nella sua organizzazione e per la mancanza di “protection” nel suo sviluppo, un fattore che rende più probabili le transazioni duplicate sulle reti BTC e BTG. Se c’è un Bitcoin fork che sembra essere un po’ meno legittimo e poco trasparente, allora dobbiamo parlare del fork Bitcoin Diamond che si è svolto il 24 novembre 2020.

Il sito Web di Bitcoin Diamond non elenca alcun vero nome sulla lista del proprio team di sviluppatori; piuttosto, la moneta è stata presumibilmente sviluppata da due squadre di mining: 007 ed Evey.

Inoltre, non esiste un whitepaper Diamond Bitcoin che spiega la tecnologia che presumibilmente rende la nuova crittografia un Bitcoin migliore. I derivati future del BCD sono attualmente scambiati intorno a $ 37.

A causa della mancanza di informazioni tecniche sul progetto, non c’è modo di sapere quanto sarà suscettibile il mercato BCD alla centralizzazione. Poiché gli sviluppatori del progetto non sono identificati, potrebbero teoricamente centralizzare e manipolare il mercato del BCD facilmente e senza conseguenze.

Bitcoin Fork cosa succede e cosa accadrà nel mercato delle criptovalute

Sembra che alcuni astuti portafogli di criptovalute e Exchange stiano traendo grandi vantaggi dal Bitcoin fork. Il 23 novembre, il giorno prima del hard fork chiamato Diamond Bitcoin, l’exchange Binance ha fatto un annuncio ai suoi utenti dicendo: “Andando avanti, prevediamo che ci saranno molte monete bitcoin fork create dal BTC.

Binance non supporta le bitcoin fork che si verificano semplicemente per il gusto di fare scissione”. La maggior parte delle Exchange più “legittime”, come Poloniex e Bittrex, non elenca una moneta che non sia stata controllata al fine di proteggere i propri utenti.

In effetti, molti membri della comunità cripto sono preoccupati che una sovrabbondanza di Bitcoin fork potrebbe in ultima analisi frammentare il mercato e quindi indebolire l’ecosistema Bitcoin. Altri sono preoccupati che l’aumento del sospetto di centralizzazione e truffe che circondano queste nuove monete potrebbe attribuire alla reputazione di criptovaluta di essere instabile e insicuro.

D’altra parte, alcuni portafogli e borse stanno trattando le nuove fork in modo opportunistico come sembrano fare i creatori delle nuove criptomonete . Secondo il suo sito web, Bitcoin Diamond sarà supportato da oltre 30 centrali, tra cui una denominata “Coin Whale”.

È logico che lo sciame di fork stia prendendo la luce, proprio mentre il Bitcoin originale vola a nuovi livelli di prezzo altissimi. Al momento della stesura di questo articolo, il BTC si sta avvicinando a $ 12.000.

L’imminente lancio del trading di futures su Bitcoin da parte di CME continua a spingere il prezzo ancora più in alto. Indubbiamente, queste fork sono solo l’inizio di una tendenza più ampia, che potrebbe in definitiva danneggiare l’ecosistema Bitcoin. Poi di nuovo, potrebbe non avere alcun effetto; l’ecosistema potrebbe anche beneficiare in qualche modo dell’ondata di fork.

Mentre i titolari di BTC possono guadagnare dalle monete gratuite che riceveranno come risultato delle fork, è imperativo mantenere una mente chiara e fare attenzione quando si cerca di recuperare nuove criptomonete. Bitcoin sta volando a quotazioni mai toccate fin’ora, e ci sono molte persone che stanno cercando di entrare in possesso di BTC in ogni modo possibile.

Se stai cercando di recuperare le tue nuove monete, assicurati di proteggere te stesso e i tuoi token. Oggi, il valore di Bitcoin Cash in circolazione è di circa $ 20 miliardi. Questo lo rende la terza valuta più preziosa, dopo solo l’originale Bitcoin ed Ethereum.

E questa sembra essere una nuova ricchezza. Il valore dei bitcoin non è diminuito significativamente nel giorno della suddivisione, e da allora ha scalato verso l’alto e il valore di tutti i bitcoin convenzionali sono ora intorno ai $ 150 miliardi. Con quel tipo di denaro sul tavolo, era inevitabile che altri provassero lo stesso trucco.

All’inizio di novembre, un altro gruppo di sviluppatori di Bitcoin ha lanciato pubblicamente la rete Bitcoin Gold. Questa versione di Bitcoin sostituisce l’attuale processo di mining di Bitcoin, in cui le persone competono per bitcoin calcolando gli hash SHA-256 utilizzando hardware di mining progettato in modo personalizzato, con un algoritmo di memoria che, secondo i progettisti, lo renderà resistente all’accelerazione dell’hardware.

I creatori dicono di voler ri-democratizzare il mining di Bitcoin, rendendo ancora una volta possibile a chiunque di guadagnare Bitcoin Gold con i loro PC di casa. Come il Bitcoin Cash, il Bitcoin Gold si è separato dalla blockchain principale dei Bitcoin, quindi tutti coloro che possedevano un normale bitcoin prima della fork ottenevano un bitcoin “gold” dopo il fork.

Ma il team del Bitcoin Gold l’ha combinata grossa: dopo il fork, ha rapidamente estratto circa 100.000 bitcoin per se stessi prima di aprire la rete al pubblico. Bitcoin Gold ora vale circa $ 270, quindi il team ha essenzialmente creato una dotazione di 27 milioni di dollari per se stessi, che sostiene e dice, sosterrà lo sviluppo del progetto Bitcoin Gold.

La rete Bitcoin Gold nel suo complesso vale $ 4,5 miliardi, diventando la sesta criptovaluta più importante dopo Ripple e Dash, e leggermente in anticipo rispetto alla prima forcella Bitcoin, quella del Litecoin.

Nelle ultime settimane, alcuni gruppi di sviluppatori diversi hanno annunciato piani per creare nuove valute.

Ci sono Bitcoin Silver, Bitcoin Platinum, Bitcoin Diamond, Bitcoin Uranium, Bitcoin Cash Plus e Super Bitcoin.

La maggior parte di queste fork fallirà, ma alcune potrebbero riuscire a fare il botto

È difficile dire quanti di questi progetti siano seri. Bitcoin Uranium, con un simbolo ticker BUM, sembra dal nome che sia uno scherzo. Altri hanno poco più di un post sulla pagina Talk di Bitcoin e su Github. Ma con così tanti potenziali soldi gratuiti sul tavolo, è praticamente garantito che vedremo più sforzi per creare Bitcoin fork nei prossimi mesi.

Il team Bitcoin Gold ha creato una valuta del valore di $ 4,5 miliardi e ha conservato $ 27 milioni per uso proprio – con solo alcuni mesi di lavoro. E queste fork otterranno un valore non trascurabile solo se le persone ritengono di avere una buona possibilità di sviluppare una comunità sana a lungo termine.

Le fork che sono viste come raccolte pure di denar, rischiano di affondare rapidamente. C’è anche il pericolo che alcune di queste fork siano delle truffe . Quando viene creata una nuova Bitcoin fork, le persone devono utilizzare le proprie chiavi private dalla blockchain Bitcoin esistente per accedere ai bitcoin fork appena creato.

Qualcuno potrebbe creare una nuova fork del Bitcoin nella speranza di indurre le persone a rivelare le chiavi di crittografia per rubare tutti i loro bitcoin. Questo è il motivo per cui lo sviluppatore di Bitcoin di spicco Gavin Andresen raccomanda alle persone di spostare i bitcoin in nuovi indirizzi prima che provino a prelevare monete corrispondenti alle nuove fork del Bitcoin.

Ma ci saranno probabilmente altre varianti di Bitcoin che potrebbero catturare l’immaginazione del pubblico e sviluppare un seguito interessante. Quindi, nei prossimi mesi, possiamo aspettarci di vedere un flusso costante di annunci di nuove varianti di Bitcoin.

Bitcoin Fork: cos’è, cosa succede, Gold, Cash, Plus, Clashic, Diamond, Silver, Platinum

Cash, Gold, Silver, Diamond, Platinum, Segwit2x? Senza dubbio tutti questi bitcoin fork non fanno nient’altro che creare molta più confusione nel già complicato mondo delle criptovalute.

Tuttavia, è sufficiente avere le giuste conoscenze in modo da non doversi assolutamente preoccupare. È già successo in precedenza e succederà nuovamente di sicuro. L’unico modo per investire negli hard fork è quello di capire come funziona la tecnologia.

Bitcoin Fork cos’e?, cosa succede, Gold, Cash, Plus, Clashic, Diamond, Silver, Platinum

Se infatti si crede veramente in un futuro generalizzato, è necessario prima di tutto capire la libertà di creare il proprio Bitcoin è uno dei principi fondamentali della community.

Ecco la lista completa di tutti i fork del Bitcoin.

Bitcoin Fork Cronologia

Il Blocco Genesi: la creazione del Bitcoin

Nel gennaio del 2009 inizia la storia del Bitcoin, attraverso il rilascio del primo software da parte del misterioso Satoshi Nakamoto:

Blocco Genesi Creazione Bitcoin

Come puoi vedere dall’immagine, il software è alla versione 0.10. Ciò significa che sarà notevolmente migliorato e costantemente aggiornato in futuro. Quando Satoshi era l’unico “minatore” del Bitcoin con pochi altri seguaci, questo non era certamente un problema. Quando Bitcoin vola
e la rete cresce con un giro d’affari di qualche milione e poi miliardi di dollari, i cambiamenti diventano molto più sensibili. Inoltre, Bitcoin ha lo scopo di essere privo di autorità centralizzata in modo che non ci possa essere una persona o un gruppo che decide da solo cosa debba essere aggiornato o meno.

Caratteristiche Principali

  • Dimensione blocco: 1 MB;
  • Tipo di Algoritmo: Proof of Work (basato su SHA256);
  • Velocità del mining di un blocco: 10 minuti;
  • Aggiornamento Difficoltà: ogni 2,096 blocchi (

2 settimane);

  • Numero di transazioni per secondo: massimo 7 (4.4 in media).
  • Come viene aggiornato il software Bitcoin?

    Per inserire un aggiornamento, tutti possono inserire un BIP. BIP è l’acronimo di Bitcoin Improvement Proposal. È una proposta piuttosto semplice. Propone di aggiornare parte del codice Bitcoin (il protocollo stesso o la sua documentazione). Bitcoin Core è il team che gestisce il client Bitcoin più popolare, e quindi rivede la proposta con la community. Se esiste un’approvazione generale, il codice può essere trasferito alla versione successiva del client Bitcoin Core. Dunque, sia i nodi che i miner possono decidere se vogliono aggiornare il loro software alla versione successiva, oppure no.

    Gran parte dei cambiamenti non sono estremamente importanti e quindi non necessitano di molta attenzione, e dunque non richiedono che gli utenti aggiornino il proprio software o meno.

    Tuttavia non è sempre così; alcuni cambiamenti sono così importanti e richiedono il cambio del client per consentire al sistema di lavorare correttamente. In questo caso, c’è bisogno di un fork.

    Quando avviene un fork, viene creata temporaneamente oppure permanentemente, una nuova blockchain tramite la divisione di quella iniziale in due parti. Una catena con il nuovo software e un’altra con quello vecchio.

    Hard Fork: cos’è e come funziona

    In questo caso viene “data vita” ad un hard fork. Quello più semplice da capire è l’hard fork. Quando un hard fork viene implementato, la nuova versione del software rifiuta tutte le transazioni del software più vecchio. Un hard fork si differenzia essenzialmente dal soft fork perché non è retrocompatibile.

    Soft Fork

    L’altra tipologia di fork si chiama “Soft Fork”. Questo è invece retrocompatibile. Questo significa dunque che se si effettua una transazione con il vecchio software, il nuovo software accetterà la transazione. Tuttavia, le transazione fatte con il nuovo software non verranno interpretate con il vecchio software.

    Bitcoin XT

    Bitcoin XT è il primo hard fork del Bitcoin. Il primo client venne inizialmente lanciato da Mike Hearn nel dicembre del 2020, per implementare alcune nuove funzionalità tra cui alcuni dei BIP 64 (che è ancora in uso nell’attuale Bitcoin Core).

    L’obiettivo principale era quello di raggiungere le 24 transazioni al secondo incrementando la dimensione dei blocchi ad 8MB.

    Dopo il primo rilascio, di grande successo, c’erano all’incirca 1000 nodi che venivano eseguiti all’interno dell’implementazione nell’agosto del 2020, ma dal 2020 in poi c’è stato un forte declino.

    Il Bitcoin XT aveva circa 1000 nodi durante la sua creazione. All’inizio del 2020, il progetto era pressoché abbandonato, e Gavin ritirò il BIP quando realizzarono che non potevano ottenere il 75% di tasso di accettazione che si aspettavano. Ad oggi il Bitcoin XT è ancora vivo e vegeto, ma è un progetto minore.

    Miglior broker di opzioni binarie 2020:
    • Binarium
      Binarium

      Il miglior broker di opzioni binarie!
      Allenamento gratuito!
      Ideale per i principianti!
      Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

    Funzionalità

    • Hard fork del Bitcoin core
    • Blocco da 2MB, poi in base al mercato

    Bitcoin Classic

    Come è nato Classic? Dopo il fallimento di XT, c’era ancora molta voglia nella community per dei blocchi più grandi, quindi alcuni sviluppatori hanno creato il Classic nel febbraio del 2020.

    Gli sviluppatori avevano l’intenzione di aumentare le dimensioni del blocco a soli 2 MB. Nonostante abbia ricevuto consensi da parte di grandi aziende, non ha ottenuto la trazione necessaria per procedere con un hard fork. Circa 8 mesi dopo il lancio, hanno cambiato direzione al progetto ed hanno iniziato a promuovere una dimensione del blocco in base al mercato.

    Funzionalità

    • Hard fork di Bitcoin core
    • Blocco 2MB (più tardi: impostato dagli utenti)

    Bitcoin Unlimited

    Bitcoin Unlimited è ancora molto apprezzato a differenza di Classic ed XT, anche se non più così tanto come quando lo era a gennaio 2020. È infatti costantemente in agguato al Bitcoin Core (650 nodi al momento della scrittura).

    Unlimited ha una strategia interessante. È stato rilasciato il codice, ma non sono state fornite istruzioni chiare sul tipo di fork da implementare. Aziende come ViaBitcoin hanno offerto soluzioni per creare una strategia per il fork. Hanno sottolineato che ci sarebbe bisogno di oltre il 75% dei miners per andare a favore di Unlimited.

    Funzionalità di Bitcoin Unlimited

    • Hard Fork
    • I miner decidono la dimensione dei loro blocchi
    • I nodi ed i miner possono impostare un limite per la dimensione dei blocchi accettati. Di default, questo limite è di 16MB. Questo valore può essere customizzato.

    Se si volesse adesso acquistare il Bitcoin Unlimited, è possibile anche se un realtà non esistono realmente. Bitfinex ha creato dei futures che le persone possono acquistare. È difficile prevedere quale sarà il futuro del Bitcoin Unlimited. È possibile rimanere aggiornati su GitHub oppure sul loro sito web.

    Segregated Witness

    Segregated Witness (Segwit) venne presentato per la prima volta da parte dello sviluppatore Peter Wuille, durante l’evento di scaling dei Bitcoin tenutosi a Hong Kong durante il dicembre del 2020. Ebbe una enorme popolarità ed è stato proposto con il BIP 141 da parte di Eric Lombrozo, Johnson Lau e Wuille alcune settimane dopo.

    Che cos’è Segwit? Non esiste una risposta breve e concisa per questa domanda. È una sorta di “hack” che riduce le dimensioni di ogni transazione Bitcoin. Una transazione Bitcoin è composta da svariati elementi, tra cui anche una firma.

    Per ridurre le dimensioni della transazione, SegWit rimuove quelle firme che, secondo il Dr. Peter Wuille (il creatore di Segregated Witness), rappresentano circa il 60% dell’intera blockchain Bitcoin! La firma viene invece memorizzata in un’altra struttura dati chiamata blocco esteso, ma non dobbiamo preoccuparci di ciò ora.

    Ci sono anche altri vantaggi per il Segwit, tra cui una correzione alla malleabilità delle transazioni (un vecchio bug di Bitcoin). Questo è molto importante perché consente lo sviluppo di applicazioni di secondo livello come Lighting Network e Atomic Swaps.

    Segwit è stato introdotto nella rete Bitcoin attraverso il BIP 9 come soft fork. Necessitava di ricevere il 95% di approvazione da parte dei miner del Bitcoin per venire poi dunque attivato. Segwit è stato poi attivato il 24 agosto 2020 ufficialmente nella “sacra” Blockchain del Bitcoin.

    Funzionalità

    • Soft Fork;
    • Implementa le caratteristiche del Segregated Witness, proposto da Peter Wuille.

    Bitcoin Cash

    A molte persone non piaceva Segwit o Segwit2x. Quando è diventato chiaro che Segwit stava diventando realtà nella catena principale di Bitcoin, alcuni utenti hanno concluso che l’unica soluzione era un fork improvviso che avrebbe creato una delle criptovalute più amate tutt’oggi: il Bitcoin Cash.

    Il fork di Bitcoin Cash non ha atteso il supporto ed ha invece fissato una data specifica in cui si sarebbe distanziato dal Bitcoin. Dopo il 1° agosto 2020, i portafogli di Bitcoin Cash hanno iniziato a rifiutare i blocchi e transazioni Bitcoin.

    Questo fork ha rapidamente ottenuto un grande sostegno da parte dei principali influencer, come l’investitore Roger Ver e il mining di bitcoin ViaBTC. Quindi alcuni dei principali portafogli e scambi, come Kraken, hanno deciso che avrebbero fornito Bitcoin Cash ai loro possessori di BTC. È possibile conoscere tutti i partner direttamente sul loro sito web. È interessante notare che è supportato da Bitcoin XT, Unlimited e Classic.

    La cosa interessante di Bitcoin Cash è che i minatori possono facilmente passare dal fare mining di Bitcoin verso Bitcoin Cash. C’è un fenomeno interessante che possiamo chiamare “mining opportunistico”. Quando Bitcoin Cash diventa più redditizio, molti minatori trasferiranno i propri dispositivi su Bitcoin Cash dalla catena principale dei Bitcoin e viceversa.

    Mentre il numero dei nodi è rimasto alquanto stabile, non possiamo dire la stessa cosa del prezzo.

    Bitcoin Cash Prezzo Quotazione Capitalizzazione Andamento

    Dopo aver passato un mese di settembre-ottobre relativamente stabile intorno al livello di 500 dollari, novembre 2020 ha visto un rinnovato interesse nei confronti del Bitcoin Caos, che è riuscito a superare quota 1000 dollari per token.

    Funzionalità

    • Blocchi da 8MB
    • Nessuna Segwit
    • Emergency Difficulty Adjustment Mechanism

    Bitcoin Gold

    Bitcoin Gold è un’implementazione di Bitcoin il cui fork si basa essenzialmente sul fork del Bitcoin Cash. Ha un blocco fisso, che ha dunque deciso di dividere dalla catena principale. Questo è il primo split il cui obiettivo principale non è la scalabilità. Invece, mira a ridurre l’importanza dei grandi miner all’interno della rete.

    Una delle particolarità più interessanti del Bitcoin Gold è che non le macchine ASIC non possono minare questa criptovaluta, che mira alla decentralizzazione portando nuove opportunità per i miners “casalinghi” con GPU.

    • Hard Fork;
    • Nuovo Algoritmo di Mining;
    • Difficoltà Mining Calcolata per Ogni Blocco.

    Segwit2x

    Segwit2x è stato uno degli hard fork più controversi mai esistiti prima d’ora per il Bitcoin, che si è concluso con un nulla di fatto. L’obiettivo di Bitcoin2x era quello di trovare un compromesso tra quelli che volevano un aumento della dimensione del blocco ed i sostenitori di Segwit.

    La proposta era di consentire al Segwit di attivarsi ed implementare un hard fork che avrebbe dunque incrementato la dimensione del blocco a 2MB.

    Inutile dire che la comunità Bitcoin non ha gradito questa riunione tra personalità di spicco che decidono il destino del loro “parco giochi decentralizzato” all’ombra di tutto e tutti, quasi come se fosse un meeting dei membri della Bilderberg.

    Il meeting si è dimostrato un vero e proprio disastro in quanto:

    • A chi voleva la Segwit ma con dei blocchi di piccole dimensioni, l’aggiornamento ha proposto un aumento del blocco.
    • A chi invece non voleva la Segwit ma l’aumento del blocco, l’aggiornamento ha proposto la Segwit e un aumento del blocco.

    Quindi, invece di fare tutti felici, Segwit2x ha in realtà reso tutti scontenti.

    Bitcoin2x è stata anche una delle proposte più controverse di sempre a causa della mancanza della Replay Protection ovvero la “Protezione dalla Replica”.

    Gli attacchi di replica sono fondamentalmente dei duplicati di una transazione da una catena all’altra. Per fare un esempio, nel caso in cui Andrea dovesse inviare ad Kristina 1 BTC, un malintenzionato potrebbe intercettare la transazione su una catena, e trasmetterla a un nodo su un’altra catena (in questo caso SEGWIT2X). Poiché la transazione è valida su entrambe le catene (BITCOIN e SEGWIT2X), entrambi i nodi la accetterebbero. Anche se la prima intenzione era quella di spendere solo i Bitcoin (e non gli altri SEGWIT2X) i fondi potrebbero venire anche rimossi dall’altra catena.

    Gli sviluppatori non avevano intenzione di implementare la Replay Protection, in quanto credevano che Segwit2x sarebbe diventata la blockchain principale. Credevano che il client Bitcoin Core avesse dovuto implementarlo. Questo è estremamente rischioso perché avrebbe potuto causare la duplicazione di una transazione da una catena all’altra. È stato giudicato anche come un comportamento piuttosto arrogante, che ha causato molte lamentele contro Segwit2x.

    Funzionalità

    • Hard Fork
    • Implementazione della Segregated Witnexx
    • Aumento del Blocco a 2MB
    • Nessuna Replay Protection

    Bitcoin Plus

    BitcoinPlus non è un fork, ma una criptovaluta alternativa (come il Litecoin, ad esempio) quindi non dovrebbe essere presente in questo articolo, ma abbiamo voluto comunque includerlo proprio per confermare che non si tratta di un hard fork. Noto anche con il suo ticker – XBC, è una criptovaluta alternativa con un portafoglio moderno ed efficiente. XBC ha un basso consumo iniziale con un totale massimo di 1 milione di monete. Le monete BitcoinPlus sono generate tramite Proof of Stake. Poco più di 100.000 monete sono attualmente in circolazione.

    Funzionalità:

    • Criptovalute Alternativa (No Hard Fork, No Soft Fork);
    • 20% inflazione annuale;
    • Mining Proof of Stake;
    • Max 1 milione di token,

    Bitcoin Clashic

    Forse quello del Clashic è uno dei fork più inaspettati nella storia del Bitcoin. Tutto iniziò con il fallimento dell’hard fork di Segwit2x.

    Tutto iniziò quando Bitcoin Cash, che come abbiamo detto poc’anzi è un fork della blockchain originale di Bitcoin, ha avuto un fork programmato che ha implementato alcuni aggiornamenti nel codice. Quando si verifica un hard fork, viene creata una nuova blockchain con nuove regole e ci si aspetta che tutti nella comunità passino alla nuova catena, lasciando che la “catena legacy” rimanga “abbandonata” al suo destino. Questo è quello che realtà accadde, e tutti erano abbastanza convinti che il fork avesse funzionato.

    Jihan Wu, il fondatore di Bitmain, un colosso del mining Bitcoin, annunciò su twitter che un nuovo blocco di dati era comparso nella vecchia blockchain del Bitcoin Cash.

    Qualcuno, apparentemente, stava fornendo hashing alla vecchia catena, per qualche strana ragione. Molti inizialmente pensarono che il problema era dovuto al fatto che il software su alcuni computer non era ancora stato aggiornato, ma nei giorni successivi nuovi blocchi della catena continuarono ad essere confermati.

    Ad oggi, il Bitcoin Clashic è ancora vivo e vegeto. Potrebbe essere paragonato all’Ethereum Classic.

    Funzionalità

    • Hard Fork “malevolo” del Bitcoin Cash;
    • Blocco da 8MB;
    • ‘Emergency difficulty adjustment’ (EDA).

    Bitcoin Diamond

    Bitcoin Diamond è un hard fork nato al blocco 495.866. Sviluppato con la privacy in prima linea, consente di crittografare gli importi delle transazioni e i saldi di tutti gli utenti del BCD (su ispirazione dal Monero).

    I blocchi sono da 8MB, proprio come funziona per il Bitcoin Cash, fornendo una soluzione di scalabilità a lungo termine. Non ci sono molte info sul team di sviluppo, il progetto è stato dichiarato “poco chiaro” da gran parte degli esperti del settore.

    L’offerta totale è di 210 milioni di BCD, ben 10 volte più grande rispetto al Bitcoin.

    Funzionalità

    • Hard Fork
    • 210 milioni di coin
    • Replay Protection

    Bitcoin Silver

    Bitcoin Silver implementa un nuovo algoritmo PoW, Equihash, che rende la blockchain più decentralizzata. Gli ASIC sono obsoleti con questa criptovaluta, consentendo alle GPU di minare il BTSI. Non ci sono ancora molte informazioni sul Bitcoin Silver, non è ancora stato infatti minato il primo blocco, non è presente un sito ufficiale o un white paper.

    Funzionalità

    • Hard Fork
    • Replay Protection

    Bitcoin Platinum

    Il Bitcoin Platinum ha prticamente le stesse premesse del Silver e del Gold: rendere il Bitcoin nuovamente decentralizzato. La tecnologia si basa sul Bitcoin, ma con un tempo di creazione dei blocchi di 2.5M, Segwit2x(8MB), equihash e replay protection. È un’implementazione del cambiamento verso equihash e Segwit2X. L’hard fork avverrà al blocco 498533 (il 12 dicembre), non ci sarà premine.

    Funzionalità

    • Hard Fork
    • Creazione blocchi in 2.5 minuti

    Come investire/comprare Hard Fork

    Il problema principale quando si decide di investire negli Hard Fork, è credere prima di tutto nel progetto. Spesso gli hard fork si sono verificati delle truffe e soltanto pochi continuano tutt’oggi ad essere apprezzati dalla community. Uno dei consigli principali che possiamo fornire a tutte le persone desiderose di investire all’interno del mercato delle criptovalute e degli hard fork, è quello di aprire un conto di trading online con le migliori piattaforme di trading CFD.

    I CFD sono i Contratti per Differenza, e consentono di rimanere schermati dai truffatori fornendo la possibilità di investire semplicemente sul prezzo e non sull’asset reale. Questo significa che è possibile investire sul prezzo del Bitcoin e degli altri hard fork senza il pericolo di essere truffati o di vedersi sottrarre le proprie criptovalute. Queste piattaforme gestiscono il tutto nel rispetto delle normative europee CySEC.

    Stiamo parlando di ottime piattaforme in termini di costi (zero commissioni), ventaglio di soluzioni (tutti con numerose criptovalute disponibili per il trading) e regolamentazione europea (tutti regolati CySEC e quindi sicuri e con fondo di compensazione come da normativa europea). Uno dei top è Plus500, apri un conto con Plus500 per comprare/vendere hard fork >>

    Social Trading (Copia i migliori)

    Semplice ed intuitivo ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: investous
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec

    Corso trading gratis

    Segnali di trading gratis ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec

    Corso trading gratis ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec

    Demo Gratuita Illimitata

    Deposito minimo basso ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec

    Sicura e affidabile ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec

    Protezione dai rischi ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni

    Fork di Bitcoin e nuove criptovalute

    Concludiamo questa guida dedicata ai fork del Bitcoin ricordando che ci sono grandi aziende che invece di fare un fork di Bitcoin hanno preferito creare la propria criptovaluta. Un esempio? Facebook che ha deciso di creare Libra, una sua criptovaluta privata.

    Curiosamente, alcuni truffatori hanno già creato una truffa legata a Libra, Libra Profit System ancora prima che Libra sia fisicamente emessa (e di fatto non si sa se entrerà mai in circolazione).

    Che succede al Bitcoin? E’ il momento di ritornare a guadagnare con il Bitcoin?

    Che cosa sta succedendo al Bitcoin in questi giorni? E’ finalmente giunto il momento di tornare a guadagnare con il Bitcoin? La risposta è no, non è TORNATO il momento di guadagnare con il Bitcoin perché i più furbi ci hanno sempre guadagnato, anche nei momenti peggiori quando il prezzo sembrava andare in picchiata. Questo è solo il momento di capire davvero come funziona il Bitcoin e come si può guadagnare (sempre, non solo quando il prezzo sale). Di fatto, il Bitcoin è l’investimento alternativo migliore degli ultimi 5 anni e continuerà a essere il migliore investimento alternativo per i prossimi 10 (o più).

    Questa guida spiega nel dettaglio cosa sta succedendo adesso al Bitcoin e, soprattutto, come si guadagna in qualunque condizione di mercato: il segreto dei grandi investitori milionari è che guadagnano anche quando il prezzo del Bitcoin scende.

    Presentiamo anche un paio di piattaforme per investire in Bitcoin in modo sicuro, tra cui la famosa Investous .

    Perché abbiamo scelto proprio di parlare di Investous? Ci sono diverse piattaforme affidabili e sicure, ma Investous è molto semplice da utilizzare anche per un principiante.

    E poi chi si iscrive, se lo vuole, può farsi guidare passo a passo da un vero esperto che offre una preziosa assistenza telefonica. Grazie ai consigli di questo esperto è facile investire sul Bitcoin nel modo giusto e senza errori. Clicca qui per iscriverti gratis su Investous.

    Negli ultimi giorni il Bitcoin ha ripreso la sua corsa: sembrava che il progetto Bitcoin fosse destinato alla morte (che avrebbe comportato la rovina di tutti coloro che avevano deciso di investire in Bitcoin) e invece sembra che stia puntando dritto a quota 10.000 $. E probabilmente non solo raggiungerà questo valore, ma lo supererà anche in modo piuttosto veloce. Allora, che succede al Bitcoin?

    Grafico quotazione in tempo reale del Bitcoin

    Iniziamo da un punto fondamentale: molti di coloro che parlano di Bitcoin e pretendono di spiegare che cosa succede al Bitcoin non hanno nemmeno capito cos’è e come funziona l’investimento in Bitcoin.

    Il Bitcoin è un asset finanziario
    : anche se il suo funzionamento è estremamente innovativo, dal punto di vista del trading si comporta esattamente come tutti gli altri asset finanziari. Nessun asset finanziario può salire in modo continuato, soprattutto poi se il suo prezzo è letteralmente schizzato. Nel corso del 2020 il prezzo del Bitcoin ha conosciuto una crescita senza precedenti. E’ più che normale che ci sia stata una caduta di prezzo nel 2020 ed è altrettanto normale che ad Aprile 2020 il prezzo abbia ripreso a correre.

    Che cosa è successo al Bitcoin? Semplicemente, ci sono persone che erano entrate nel Bitcoin quando non valeva assolutamente nulla (alcuni addirittura quando era quotato a pochi centesimi) e quando il Bitcoin ha raggiunto quota 20.000 hanno fatto la cosa più normale e naturale di questo mondo: hanno venduto, incassando guadagni milionari.

    Potremmo usare grafici e analisi tecnica per spiegarlo ma si capisce benissimo anche utilizzando parole più semplici
    : chi ha investito quasi niente e si ritrova un Bitcoin a 20.000 $ lo vende per incassare i guadagni. Punto. Ci sono tanti, tantissimi ragazzi che sono diventati ricchi in pochi anni grazie al Bitcoin. Quando hanno raggiunto un patrimonio che non si erano mai neppure sognati di ottenere, hanno venduto. Chi li può biasimare?

    Anzi, i più furbi non solo hanno venduto, ma si sono (ulteriormente) arricchiti andando al ribasso e sfruttando quindi doppiamente l’onda. E’ possibile guadagnare tantissimo sia quando il prezzo sale sia quando scende, è questo l’aspetto fondamentale che bisogna capire per investire con successo sul Bitcoin!

    Come si investe sul Bitcoin

    Chi si meraviglia di quello che sta succedendo al Bitcoin, lo abbiamo già detto, non sa come si investe sul Bitcoin (che poi è la stessa tecnica che si usa con qualunque altro asset finanziario).

    Nessun asset finanziario è destinato a salire per sempre, questo è il punto centrale. E’ possibile che un asset scenda fino a zero (un’impresa o un progetto possono anche fallire) ma per chi investe in modo intelligente persino questa situazione può garantire profitti elevatissimi.

    Qual è il modo di investire intelligente sul Bitcoin o sugli altri asset finanziari? Il modo più furbo è quello di sfruttare sia i rialzi che i ribassi perché sono eventi naturali che sicuramente si verificheranno. La caduta del prezzo del Bitcoin e la successiva risalita sono eventi assolutamente prevedibili e che possono essere sfruttati per produrre profitti.

    Ovviamente ci vogliono gli strumenti giusti: chi compra Bitcoin sugli exchange non può guadagnare al ribasso (e rischia magari di perdere tutto velocemente con qualche truffa come Bitcoin Code, Bitcoin Rush o Bitcoin Revolution).

    Ci sono invece piattaforme, assolutamente affidabili e sicure, che consentono di comprare Bitcoin per guadagnare al rialzo e vendere allo scoperto Bitcoin per guadagnare al ribasso. Quando si parla di vendita allo scoperto si intende un’operazione finanziaria che genera profitti nel caso in cui il valore del Bitcoin scenda. Questa operazione può essere eseguita, ovviamente, anche senza aver preventivamente comprato Bitcoin.

    Quali sono le migliori piattaforme per speculare sul Bitcoin sia al rialzo che al ribasso? Possiamo citare sicuramente eToro e Investous, entrambe gratuite e senza commissioni.

    eToro (sito ufficiale)
    offre la possibilità di utilizzare un’eccezionale piattaforma di social trading con cui si possono copiare automaticamente gli investitori più bravi. eToro è semplicissima da usare, anche per un principiante che non ha mai investito in Bitcoin (o non ha mai investito in generale).

    eToro è perfetta per investire in Bitcoin ma anche su tutte le altre principali criptovalute. Con eToro si può comprare NEO, Ethereum o Ripple (e una dozzina di altre criptovalute).

    Il punto di forza principale di eToro è la possibilità di copiare, automaticamente e gratuitamente, le operazioni dei migliori investitori (detti Popular Investor).

    Chi inizia con eToro impara facilmente perché può osservando quello che fanno i grandi e, allo stesso tempo, ottiene subito dei profitti. Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

    Per saperne di più, leggi la recensione di eToro o la nostra guida che spiega come funziona eToro.

    Investous (sito ufficiale) offre corsi gratuiti per imparare (veramente) le criptovalute e addirittura la possibilità di ricevere assistenza diretta telefonica da parte di veri esperti che spiegano passo a passo cosa fare per ottenere i risultati migliori.

    Investous è un’opzione eccezionale per chi inizia per la prima volta a investire in Bitcoin e vuole farlo senza errori e senza fregature. La piattaforma è completamente gratuita e non applica nessun tipo di commissione. Puoi iscriverti gratis a Investous cliccando qui.

    Per saperne di più, leggi la recensione di Investous.

    Bitcoin news: sono importati per capire che succede?

    Moltissimi degli investitori di Bitcoin sono quasi ossessionati dalle news, da qualunque news. Se un paese, anche poco importante, esamina anche solo lontanamente la possibilità di regolamentare il Bitcoin, allora va nel panico e pensa che il valore del Bitcoin crollerà a zero. E vende. Se invece, magari, un minuscolo sito di e-commerce inizia ad accettare pagamenti in Bitcoi e magari fa un comunicato stampa per farsi pubblicità, allora corre a comprare Bitcoin e fa magari anche salire il prezzo.

    Ovviamente le notizie sul Bitcoin sono importantissime per capire che succede
    . Ma vanno esaminate con cura, senza farsi prendere dal panico o dall’euforia. La verità è che il successo del Bitcoin ha fatto nascere davvero tanti siti che parlano di Bitcoin o di criptovalute e che pensano di racimolare un po’ di click (e quindi qualche spicciolo di guadagno con Google Adsense) parlando di Bitcoin anche se magari non sanno nemmeno bene che cos’è il Bitcoin.

    Per prima cosa, dunque, è importante selezionare accuratamente le fonti da cui si attingono queste news sul Bitcoin
    . Attenzione: molto spesso le testate famose e autorevoli (o presunte tali) non sono affatto affidabili quando parlano di Bitcoin. I giornalisti, nella maggior parte dei casi, non sanno assolutamente nulla di Bitcoin e non si sentono nemmeno in dovere di studiare. Visto che parlare di Bitcoin fa traffico, si limitano a scopiazzare qua e là o a tradurre (spesso in modo maccheronico e impreciso) qualche sito americano di criptovalute.

    In seconda battuta, molto spesso succede, persino ai siti più importanti e affidabili, che le notizie sul Bitcoin (positive o negative che siano) vengano utilizzate per spiegare a posteriori i movimenti del Bitcoin (che magari si è mosso semplicemente perché un grosso speculatore ha fatto un’operazione al rialzo oppure al ribasso e non perché l’e-commerce gestito dal ragazzino nerd inizia ad accettare Bitcoin come pagamento).

    Tra l’altro, aggiungiamo anche una nostra considerazione sulle notizie che riguardano la regolamentazione del Bitcoin: non sempre la regolamentazione è negativa, anzi. Per chi è interessato solo all’aspetto finanziario (quindi a fare più profitti possibile con il minimo rischio possibile) la regolamentazione è in fatto positivo perché garantisce gli investitori. Quindi in teoria il prezzo del Bitcoin dovrebbe salire per questo tipo di notizie, non scendere.

    Previsioni Bitcoin

    Si poteva prevedere quello che è successo al Bitcoin tra dicembre 2020 e aprile 2020? Assolutamente sì. Il crollo del valore del Bitcoin che si è verificato a principio del 2020 era assolutamente prevedibile come era prevedibile anche il rimbalzo che si è verificato a fine aprile 2020 e che sta portando il valore del Bitcoin a raggiungere di nuovo quota 10.000.

    Per curiosità, ricordiamo anche che molti esperti avevano anche dato delle date piuttosto precise: il Bitcoin infatti crolla sempre in prossimità del capodanno cinese (nel 2020 si è celebrato il 16 febbraio) per poi riprendersi nei mesi successivi. Lo ha fatto sempre, praticamente tutti gli anni e probabilmente continuerà a farlo anche nei prossimi. Niente di strano, non è successa nessuna tragedia. Anzi, chi lo sapeva ci ha guadagnato, speculando al ribasso prima e al rialzo dopo. Fare previsioni sul prezzo del Bitcoin non è difficile e può garantire profitti molto elevati.

    Che cosa dicono gli esperti sul futuro del Bitcoin? Tutti i maggiori esperti di Bitcoin sono concorsi sul fatto che ormai il Bitcoin farà parte, prima o poi, delle nostre vite. Alcuni sostengono che occuperà il posto di bene rifugio e valuta di riserva (un po’ come è oggi l’oro), altri che sarà la base degli scambi valutari internazionali (come oggi è il dollaro, anche se questo ruolo potrebbe essere assunto dal Ripple) altri ancora che il Bitcoin sarà utilizzato nelle transazioni di tutti i giorni. Ci sono vari progetti per rendere il Bitcoin più veloce e più economico da usare proprio per raggiungere questo obiettivo.

    In ogni caso è sicuro che fra 5 anni continueremo a parlare di Bitcoin e che il valore del Bitcoin, almeno secondo le previsioni degli esperti, è destinato a crescere.

    Prima di concludere questo paragrafo, è opportuno ricordare che il prezzo del Bitcoin è utilizzato spesso anche per fare previsioni su Litecoin, Ripple, Ethereum o altre criptovalute emergenti. La quotazione di queste criptovalute, infatti, segue quasi sempre quella di Bitcoin!

    Crollo del Bitcoin: che fare?

    Siamo in un periodo in cui il valore del Bitcoin sta salendo, anche in maniera piuttosto sostenuta, ma è importante capire che non è una situazione che può durare per sempre. E’ vero, il Bitcoin a differenza della maggior parte delle valute fiat (come l’euro e il dollaro) è stato progettato in maniera intelligente e quindi non è sottoposto ad inflazione ma è anche vero che nessun asset finanziario può crescere per sempre: ad esempio, come abbiamo visto, se c’è una crescita ci saranno sempre delle prese di beneficio, cioè chi guadagna tanto prima o poi vende per incassare i guadagni. Poi se è intelligente (e chi guadagna con il Bitcoin di solito lo è, molto) specula al ribasso e, ancora, arrivato il momento in cui il prezzo del Bitcoin ricominca a salire, ritorna a speculare al rialzo.

    Purtroppo non tutti operano con questa furbizia, anzi ci sono molti che lo fanno senza nemmeno un briciolo di buon senso. Possiamo elencare diverse categoria di persone che sbagliano completamente quando investono in Bitcoin:

    • Gli innamorati del Bitcoin
    • Gli ingenui
    • Gli ignoranti

    Gli innamorati del Bitcoin

    Sono una categoria di romantici sognatori, persone che magari investono in Bitcoin non con il sogno di diventare ricchi ma perché sperano di cambiare la società. Cosa fanno queste persone? Comprano Bitcoin sugli exchange, poi magari li trasferiscono nei loro wallet, perdendo molto tempo (e spesso anche soldi quando vengono truffati). Sono holder per antonomasia, cioè comprano il Bitcoin per poi custodirlo gelosamente per sempre. Non vendono mai anche se di solito, prima o poi, perdono tutti i loro Bitcoin perché qualche hacker riesce a entrare nel loro conto sugli exchange oppure nel loro wallet. Questo, ovviamente, quando non è lo stesso exchange che li truffa direttamente, magari chiudendo direttamente facendo sparire tutte le criptovalute.

    Quando sentono parlare delle piattaforme migliori per investire in Bitcoin dicono che sì, sono oneste e sicure, però loro non vogliono guadagnare con il Bitcoin e quindi non le usano. Le accusano anche di essere autorizzate e regolamente dalle autorità finanziarie di vigilanza (CONSOB per l’Italia) il che per loro è una grave mancanza, per le persone normali il fatto che le autorità vigilano ed evitano le truffe è invece un fatto estremamente positivo. Contenti loro.

    Gli ingenui

    Gli ingenui sono coloro che pensano che il Bitcoin sia sinonimo di guadagni facili, veloci e sicuri. Queste persone pensano che Bitcoin sia una specie di Re Mida, in grado di trasformare in oro qualunque cosa tocchi. Sono il target perfetto per truffe come Bitcoin Code o Smart Money System: questa truffa promette guadagni facili e sicuri, basta fare un piccolo deposito in denaro per diventare ricchi in 7 giorni grazie al Bitcoin. Peccato che non solo non funziona, ma tutti i soldi depositati si perdono. Le piattaforme serie per investire in Bitcoin, invece, non promettono mai guadagni facili, anzi avvisano anche dei rischi.

    Gli ignoranti

    Ci sono molte persone che sentono parlare per la prima volta delle grandissime opportunità del Bitcoin e decidono quindi di investire. Ma lo fanno senza studiare e magari senza nemmeno sapere che cosa è il Bitcoin. Risultato? O finiscono nelle mani dei truffatori che organizzano sistemi come Bitcoin Code oppure finiscono a comprare Bitcoin negli exchange e quindi rischiano di perdere tutto per le truffe o per i crolli del Bitcoin. Pochi degli ignoranti riescono a evolvere e diventare quindi investitori consapevoli, che utilizzano piattaforme sicure e affidabili per operare sul Bitcoin e soprattutto per guadagnare sia al rialzo che al ribasso.

    Per guadagnare con il Bitcoin, in ogni caso, non basta sapere come fare in teoria e utilizzare le giuste piattaforme: anche se sono condizioni assolutamente necessarie non sono sufficienti. Ci vuole anche determinazione, coraggio, capacità di andare fino in fondo.

    Insomma, se uno alla prima caduta di prezzo del Bitcoin va sui forum a piagnucolare chiedendo che cosa sta succedendo al Bitcoin, forse non è adatto per diventare un investitore in Bitcoin…il vero investitore quando il Bitcoin crolla non sta sui forum a scrivere, sta davanti ad una buona piattaforma di trading ad accumulare ulteriori guadagni.

    E se qualche volta capita di perdere (anche ai migliori può capitare qualche operazione che non va a buon fine) non pensa di essere stato truffato: cerca di capire che cosa ha sbagliato e impara la lezione. Diciamo che gli investitori vincenti possono anche perdere qualcosa sulle singole operazioni, di tanto in tanto, ma non considerano quelle perdite una tragedia cosmica, semplicemente considerano le perdite come il costo che hanno pagato per imparare una lezione che ricorderanno sempre e che servirà loro ad evitare altre perdite nel futuro.

    Conclusioni

    Al Bitcoin non sta succedendo niente di particolare: è normale che sia iniziato un nuovo ciclo rialzista dopo una fase di stasi. Chi vuole investire in Bitcoin deve capire che può guadagnare sempre, sia quando il prezzo sale sia quando scende. Per farlo può utilizzare piattaforme serie e sicure come Investous (clicca qui per iscriverti) o eToro (clicca qui per iscriverti).

    Miglior broker di opzioni binarie 2020:
    • Binarium
      Binarium

      Il miglior broker di opzioni binarie!
      Allenamento gratuito!
      Ideale per i principianti!
      Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

    Like this post? Please share to your friends:
    Opzioni binarie dalla A alla Z.
    Lascia un commento

    ;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: