Analisi tecnica su Ftsemib e Eurostoxx

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Analisi Tecnica Indici

Analisi Tecnica Indici, ultimi articoli su Money.it

Dax: i livelli da monitorare per un rimbalzo

Pubblicato il 23 marzo 2020 alle 11:25

Le quotazioni del Dax continuano a rimanere sotto pressione. Operativamente, si potrebbero valutare due tipi di strategie di matrice long: una basata su un recupero di forza nelle prossime sessioni, una basata sull’arrivo a ridosso di un’importante area supportiva al di sotto dei valori attuali

Eurostoxx 50: quotazioni su un supporto critico

Pubblicato il 28 febbraio 2020 alle 12:44

I prezzi dell’Eurostoxx 50 sono arrivate ad un supporto critico, corrispondente al 61,8% dell’intero impulso rialzista iniziato nel 2020. Operativamente, dagli attuali livelli si potrebbero azzardare strategie di natura rialzista di breve periodo

Il Coronavirus colpisce il FTSE Mib: cosa dice l’analisi tecnica?

Pubblicato il 24 febbraio 2020 alle 12:42

Profondo rosso per il FTSE Mib, che nella prima parte di seduta cede oltre 4,5 punti percentuali. Graficamente sembra esserci ancora spazio per delle discese, che potrebbero però creare nuove opportunità di acquisto

FTSE Mib: paura Coronavirus frena gli acquisti

Pubblicato il 13 febbraio 2020 alle 12:49

I prezzi del FTSE Mib hanno fermato la loro avanzata dopo aver toccato i massimi da ottobre 2008. Dal punto di vista dell’analisi tecnica, i corsi sembrano pronti per mettere a segno una correzione

FTSE Mib in balia della guerra commerciale, trendline frena il ribasso

Pubblicato il 4 dicembre 2020 alle 12:29

Dopo la discesa degli scorsi giorni, i prezzi del FTSE Mib stanno provando a reagire a ridosso di un supporto dinamico. A catalizzare gli acquisti sono stati gli ultimi sviluppi sul fronte della guerra commerciale tra Usa e Cina

Eurostoxx Banks: sfruttare i supporti di lungo periodo con i Bonus Cap Certificates

Pubblicato il 7 novembre 2020 alle 17:08

Dal grafico mensile dell’Eurostoxx Banks si nota come i corsi stiano reagendo dopo il test di un duplice supporto di lungo periodo. La struttura tecnica potrebbe essere sfruttata con i Certificati Bonus Cap con Barriera posta al di sotto dei minimi storici

FTSE Mib al test dei 21mila punti, nuovi rialzi dietro l’angolo?

Pubblicato il 28 agosto 2020 alle 12:32

I prezzi del FTSE Mib stanno riducendo le perdite messe a segno nel corso della prima parte della mattinata, con gli operatori più tranquilli sull’ipotesi della formazione di un Governo giallorosso. Operativamente, se l’ascesa dovesse continuare, ci si potrebbe attendere un ritorno dei prezzi verso i 21.700 punti

S&P 500 rimbalza su allentamento tensioni commerciali: che livelli monitorare?

Pubblicato il 26 agosto 2020 alle 16:17

L’allentamento delle tensioni commerciali tra Usa e Cina ha permesso ai prezzi dell’S&P 500 di recuperare terreno. Vediamo quali livelli potrebbero essere utili per costruire una strategia operativa

FTSE Mib dentro un canale, la comfort zone dei compratori rimane intatta

Pubblicato il 22 agosto 2020 alle 09:50

A rinfrancare i trader con una visione rialzista su Piazza Affari vi è il dato inconfutabile che questa settimana l’indice abbia mantenuto il distacco dai supporti statici e psicologici a 20mila punti. Per ora si naviga a vista, ma per i trader che non vogliono esporsi troppo sulla direzione che prenderà il mercato potrebbero farsi largo strategie di trading di brevissimo respiro basate sulla lateralità dell’indice

FTSE Mib sfonda i supporti di medio periodo: in bilico quota 20mila punti

Pubblicato il 14 agosto 2020 alle 14:54

Le quotazioni del FTSE Mib sono state vittima delle vendite oggi, tanto che sono stati violati due supporti fondamentali. Secondo l’analisi tecnica, dove potrebbero fermarsi i ribassi?

Analisi tecnica su Ftsemib e Eurostoxx

BREVE TERMINE: Mm3 * Trendscore * EldenRay trend * Rsi * Macd Blщ – LUNGO TERMINE per primo: MIMPfasc100/m3 o MIMPfasc300/m3 o MIMPfasc765/m3 * min-MAX

N.B. Quanto esposto nel presente sito rappresenta la nostra personale operativitа, mentre le indicazioni di analisi tecnica esposte possono essere errate e non rappresentano in alcun modo un invito all’investimento.
Chi segue quanto riportato, lo fa cosciente di tutti i rischi e se ne assume la totale responsabilitа

Posizione a BREVISSIMO TERMINE MIMP Posizione a BREVE TERMINE 4OSC Posizione a BREVE MEDIO TERMINE 100 Posizione a MEDIO LUNGO TERMINE 300 Posizione a LUNGO TERMINE 765 da 24025 da 24025

da 23030 da 2 3030 da 23030 1^5di5OSC ^STPmin/Max^MIMP = -3 5di5OSC/ STPmin/Max^MIMP = -3 100^hi^lw/114 /m3^MIMP = -3 300^hi^low/m3-50/55week^MIMP = -3 765 ^hi^low/ m3^MIMP = -3 (dopo ore 9.30, > 1) 1 dei 5 Osc – 2) 5OSC – 3) MIMP300/m34) STOPmin/Max MIMP e OSC – 6) M 100^hi^lw/114 – 7) M300 ^high^low – 8) rialzo EUROSTOXX in tend – 9) VORTICE BREVE PERIODO MEDIO/LUNGO PERIODO -6 FIB – 9 FIB ANALISI GRAFICA OPERATIVA : (brutta situazione tecnica epocale su tutti gli indici azionari. Ci auguriamo solo di sbagliarci.)

N.B. Su vostra esplicita richiesta, tramite: [email protected] facciamo analisi grafica gratuita su titoli e/o indici di vostro interesse.

07.04.2020: NUOVI POTENZIALI max OBIETTIVI con ritracciamenti intorno al 50%, prevista comunque a breve nuova negativitа.

DAX 11070-11500; EUROSTOXX 2900-3000-3100; FTSEMIB fut 18500-19500; CAC 4850-4900; SP500 2800-2900; BEL20 3150-3350

03.04.2020: Nel pomeriggio di ieri il titolo ENI ha chiuso il GAP con max a 10,11 ed oggi torna sui suoi passi. PULL BACK completato ? Probabile !

Coronavirus, DiaSorin: pronto il test per la diagnosi in un’ora .

Il CROLLO del PETROLIO trascina nel baratro anche il titolo a 6 zampe

Settimana caratterizzata da forti PULL-BACK e RITRACCIAMENTI intorno al 38% su quasi tutti gli indici azionari, con ritorno sotto supporti precedentemente rotti al ribasso.
PULL-BACK sotto precedenti supporti, con concomitanti RITRACCIAMENTI che non andassero oltre il 35/40%, sono spesso forieri di continuazione di forte negativitа.

N.B. Risalta all’occhio la EVIDENTE DIVERSA INCLINAZIONE e quindi la forza degli indici americani rispetto all’indice EUROSTOXX50 europeo, negli stessi ultimi 15 anni !!

14.03.2020: la ROTTURA al RIALZO del BOX, ma solo per pochi giorni e non >3%, aveva fatto ben sperare per un capovolgimento percentuale positivo del BOX, poi, il suo repentino fallimento, ci ha riportato alla realtа per una forte continuazione del ribasso dopo ben 10 anni di congestione laterale in box che oggi potremmo catalogare come distribuzione anzichи accumulazione come avevamo auspicato. Adesso non ci resta che pensare in negativo, con ancora ampi spazi di manovra di un potenziale ribaltamento del BOX, ma questa volta non piщ al rialzo, bensм al ribasso. La eventuale e “probabile” rottura di almeno il 3% del supporto posto a 12300 comporterebbe il segnale definitivo del ribaltamento con probabile conseguente PULL BACK sulla rottura, per poi andare dritto all’obiettivo “minimo” in area 6500/6000.

(La presente и solo una mia personale riflessione che si basa sulla teoria analitica e non invita assolutamente all’operativitа)

RETTANGOLO COME FIGURA DI CONTINUAZIONE DELLA PRECEDENTE TENDENZA.

Resistenza e supporto: La “formazione a rettangolo” и contraddistinta da una oscillazione dei prezzi contenuta graficamente da due rette parallele, con quella superiore che rappresenta un classico “livello di resistenza statica”, e quella inferiore che identifica invece un “livello di supporto statico”. Si evidenzia solitamente che i volumi scambiati all’interno di questa formazione risultino sicuramente piщ bassi che durante le fasi dominanti del trend, anche se meno rispetto ad altre figure di continuazione.

Congestione: In pratica, il rettangolo (rialzista o ribassista), rappresenta la classica area di congestione, o meglio di trading range, durante la quale il mercato e gli operatori che lo compongono si ripropongono di valutare attentamente le effettive potenzialitа di ripresa, una volta abbandonata la congestione, della direzionalitа che ha caratterizzato il movimento precedente.

Durata: A differenza di altre figure di continuazione, le formazioni a rettangolo possono durare molto piщ a lungo, anche alcuni mesi, e la logica vorrebbe che una volta identificata una formazione di questo tipo si dovrebbe procedere ad acquisti in prossimitа della parte bassa del rettangolo (supporto statico) o viceversa a vendite in prossimitа della parte alta (resistenza statica), con la fissazione di stop loss molto contenuti a protezione dell’operativitа e del capitale investito che potrebbero essere validamente “piazzati” pochi tick al di fuori del rettangolo identificato.

Accumulazione o distribuzione: Ovviamente, a seconda della direzione primaria del trend, rialzista o ribassista, i rettangoli vengono anche definiti “zone di accumulazione” o “zone di distribuzione; altrettanto ovvie le conclusioni che si possono trarre dopo aver osservato la “crescita in lunghezza” di un rettangolo (ovvero la durata temporale della fase di congestione) e la sua “crescita in larghezza” (ovvero lo “spessore” della fase di congestione): tanto piщ ampie ed estese risulteranno queste due variabili, tanto piщ forte e violento risulterа il movimento che ne conseguirа, il cui target/obiettivo in termini di prezzo sarа peraltro identificabile proiettando l’altezza del rettangolo dal punto di rottura individuato.

BreakOut : Avviene quando i prezzi fuoriescono da uno dei due lati del Rettangolo; si consiglia sempre di aspettare la fuoriuscita dei prezzi, per capire la direzione del BreakOut (Rialzo o Ribasso), piuttosto che “provare” ad indovinarla prima del BreakOut. Alcuni Traders fissano un prezzo (3% di scostamento rispetto al BOX) o un periodo di tempo (3 giorni), per verificare la validitа del BreakOut (Cioи se i prezzi si discostano piщ del 3% dopo il BreakOut, vi и la conferma finale della Figura; ed altresм se il movimento da quando i prezzi sono fuoriusciti dal Rettangolo, prosegue per piщ di 3 giorni, vi и la conferma finale della Figura).
L’eventuale rottura (al rialzo o al ribasso) di una figura di questo tipo, soprattutto se accompagnata da volumi consistenti e che vada oltre il 3% del BOX e che altresм duri almeno piщ di 3 giorni, rappresenta un segnale operativo molto affidabile, da seguire senza esitazioni prendendo posizione nella direzione della rottura stessa senza dimenticare comunque di fissare un adeguato livello di stop-loss.

False rotture: Le possibili FALSE ROTTURE, dove risultino accompagnate da bassi volumi e non vadano oltre il 3% del BOX e non durino piщ di 3 giorni, (come nel nostro caso con la falsa rottura del 24600 di FTSEMIB, dove i volumi sono stati bassi e dove la rottura si и fermata al 3%), originano repentine, affidabili, ma questa volta CONTRARIE INVERSIONI di TENDENZA.

Target Price Minimo (Minimum Target Price): Per individuare il Target minimo, bisogna misurare l’ampiezza del Rettangolo, e proiettarla dal punto di BreakOut verso la direzione di fuoriuscita dei Prezzi, mentre per calcolare il S econdo Target limite della configurazione, si proietta dal punto di BreakOut, la distanza tra l’Inizio del trend ed il Minimo della figura. (vedi figura sottostante)

24.01.2020: l’indice FTSEMIB sbatte ancora una volta sotto la fortissima resistenza 24.000/24.600

17.10.2020 ore 10.43: l”indice quota adesso 22520 e sta superando la fatidica quota di 22500.
Ma attenzione, il superamento sarа significativo solo se confermato a chiusura di giornata !!

Da notare la forte differenza tra l’andamento dell’indice francese da quello italiano, naturalmente a nostro sfavore !!

05.09.2020 ore 07,30: anche gli indici azionari americani non tengono conto della negativitа stagionale del periodo settembre/ottobre e stappano al rialzo
la pungente configurazione triplo minimo o testa e spalle rivelatasi adesso fortemente rialzista come si era giа verificato su tutti gli indici europei e su quello giapponese.

03.09.2020: September, October and May, sell and go away ?
Configurazioni di testa e spalle rialziste, ma attenzione ad un potenziale e sempre possibile annullamento di dette configurazioni in un periodo stagionale solitamente negativo!

CURVA di LAFFER: spiegazione della efficacia della FLAT TAX al 15% sulla ripresa economica, come giа si и verificato negli USA ed in altri paesi della UE ed extra UE

20.12.2020: Gli indici azionari stanno portando “CARBONE”! Quello che si pensava potesse essere un TRIPLO MINIMO al rialzo si sta rivelando un BOX di continuazione della tendenza
ribassista che, se rotta definitivamente quota 18400, giа intaccata stasera, porterebbe il future sul nostro indice, ben piщ in basso intorno a quota 17000/16000. Vedi spiegazione grafica

15.12.2020: Attenzione perт, perchи, al contrario, la rottura al ribasso di quota 18400 sarebbe oltremodo negativa con il proseguimento della tendenza ribassista. In tal caso infatti la
configurazione di triplo minimo sarebbe annullata ed il box del triplo minimo assumerebbe le connotazioni di un flag laterale di ridistribuzione e continuazione appunto della tendenza
ribassista. Vedi piщ sotto anche il grafico sul nostro BTP.

Analisi tecnica su GRAFICI tratti da piattaforme www.IWBANK.it

16.10.2020 – SENZA COMMENTO: l’analisi su EUROSTOXX50 parla da sola

24.10.2020 Il trend secolare al rialzo del DOW JONES si fermato definitivamente sulla lunga trend-line che unisce i massimi a partire dal 1929 ?
o si tratta di una estemporanea correzione ?

23.11.2020: la rottura della terza trendline trasversale (linea congiungente minimo/massimo) coincidente con la rottura di uno dei piщ grandi e significativi vortici,
se non il piщ grande di tutti quelli generatisi dal 1973 in poi sull’andamento grafico del nostro indice azionario piщ rappresentativo, con per di piщ, tre grandi massimi
decennali in area 24500 alle spalle, ha generato una attesa fortemente negativa senza possibilitа di ritorno, non prima di aver rivisto i precedenti minimi in area 12500,
la cui potenziale rottura al ribasso potrebbe dare altresм l’input per il rovesciamento del box decennale (inteso come configurazione di onda B)
ed il conseguente raggiungimento dell’obiettivo su scala logaritmica in area 7000/6500, come completamento di onda C
(vedi grafici del 16.10 e del 23.10.2020) sopra riportati.

07.12.2020: dopo tanti rialzi, adesso la forte volatilitа fa “VACILLARE” gli indici azionari americani !!

. e se al contrario avesse ragione la Quantum School ? Cliccate e leggete il contenuto del LINK: QuantumTradingSchool

15.12.2020: vediamo adesso cosa accade sul BTP:

08.12.2020: adesso un poco di analisi fondamentale su una Europa sbagliata, comunque non facile da realizzare per un troppo radicato nazionalismo e per una oramai avviata globalizzazione degli stati
a livello mondiale, dove i grandi gruppi dettano la politica e dove gli stati piщ deboli saranno fagocitati dai piщ forti e di questi solo quattro si contenderanno le sorti del mondo !
A voi individuare i 4 che resteranno sulla scena mondiale ! Ovviamente uno per continente, Africa esclusa !

Oltre che per fare ordine nei rapporti di cambio, per garantire stabilitа monetaria e facilitare il commercio internazionale, la moneta unica и stata istituita a tutela degli investitori esteri che
prestavano all’Italia moneta forte come Marco tedesco e Dollaro americano e solitamente ricevevano indietro la nostra Lira nel frattempo svalutata.
Sotto questo aspetto, dal 2002 o meglio dal 1999, l’Euro tutela gli investitori esteri,
per cui a moneta prestata, stessa moneta restituita o moneta pregiata restituita in caso di moneta prestata al di fuori dell’Eurozona.
Ad oggi gli investitori esteri detengono circa un terzo del nostro debito per un ammontare quindi di circa 800 miliardi di euro.
La Commissione Europea ha il compito di rendere affidabile, con l’austerity ed il rigore, la restituzione del debito da parte dell’Italia agli investitori con la stessa moneta prestata
o comunque agli investitori al di fuori dell’Eurozona, con moneta forte e comunque affidabile come l’Euro.
Austerity e rigore significa prendere soldi ai cittadini attraverso le tasse per darli allo stato super indebitato che diversamente non potrebbe far fronte alla restituzione dei soldi avuti in prestito.
La moneta unica, da sola non potrebbe comunque garantire la restituzione dei prestiti ricevuti, resta infatti impossibile la restituzione dei prestiti ricevuti, se pur nella stessa moneta, in caso di default.
A tal proposito il fallimento che fu dell’Argentina и oltremodo esemplare: a quel tempo per evitare di dover restituire una moneta svalutata a fronte di prestiti con moneta pregiata,
il paese Argentina emise obbligazioni in dollari al fine di attrarre investitori esteri. La trappola fu grande. L’argentina attrasse tanti investitori, ai quali non restituм mai quanto ricevuto in quanto
fu costretta al default per aver legato la propria moneta ad una moneta forte come il Dollaro americano ed il Marco tedesco.
Se volete far fallire od indebolire un paese, legate la sua moneta ad una moneta piщ forte, senza poter far parte di una confederazione di stati sorretta dai pilastri di cui sopra!
Di esempi ce ne sono abbastanza! Di questi lo SME fu un esempio tipico con cui la nostra moneta restт legata al dollaro ed al marco tedesco entro una limitata fluttuazione dal 1978 al 1992
anno in cui l’Italia ne uscм, 16.09.1992, per non finire soffocata e da quel momento la sua economia ricominciт a galoppare. Vedi il grafico Comit:
Serpente_monetario
Sistema_monetario_europeo
16 settembre-1992-lira-esce dallo SME
Il-cambio-lira-euro-non era sbagliato

Per timore che il nostro paese possa cadere in default, il risultato di questa austerity e rigore imposti, rappresenta una lenta e continua agonia per un travaso continuo di risorse dai cittadini
allo stato e questo fino a quando i cittadini potranno pagare con il proprio patrimonio liquido ed immobiliare.
Rigore ed austerity altro non rappresentano che passaggio di moneta da aziende e privati verso lo stato indebitato, affinchи questi riesca a far fronte alla restituzione
dei prestiti od investimenti nazionali ed esteri ricevuti.
Ma quanto alla difficoltа di restituire prestiti ai risparmiatori italiani, poco importa alla Commissione Europea, se non per un ipotetico default dell’Italia che coinvolga anche altri paesi.
Pensate ad un azienda in difficoltа economica. Forse importa a qualcuno le sorti di quella famiglia, od importa a coloro che hanno investito in quell’azienda ? E cosм vale per l’azienda Italia.
Piщ l’Italia si indebolisce e piщ diventa infatti facile preda e bocconcino prelibato per i piщ forti che nel frattempo sono altresм garantiti per i soldi prestati e agevolati nell’acquisto di aziende italiane.
Se non riusciamo a ricostruire una Europa sorretta dai pilastri di cui sopra, meglio uscire quindi per non morire, come d’altra parte facemmo uscendo dallo SME nel 1992!
Pensate che ad essere fatti prigionieri con l’ultima trovata della fattura elettronica sono i paesi piщ deboli: Grecia, Portogallo, Estonia e Italia, sempre piщ castigati ed indeboliti per un debito impagabile!
E ci chiediamo ancora se sia accaduto qualcosa di grave a quei paesi che non hanno scelto di entrare nell’euro:
Danimarca, Svezia, Norvegia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, la stessa Croazia, la Gran Bretagna (quest’ultima addirittura fuori anche dalla UE) ?
Tutti con spread inferiore all’Italia, fatta eccezione per la sola Ungheria di poco superiore.

Di seguito il risultato e le conseguenze di questa profonda anomalia:

20.11.2020: Il grafico sottostante и la fotografia dello stato di salute della nostra economia da 15 anni a questa parte e piщ precisamente dalla entrata in vigore dell’Euro.
Da quel momento si noti il continuo ampliamento della forbice tra le economie piщ forti (Germania in testa) e quelle piщ deboli (Italia in coda) !

Una ulteriore prova, o meglio una evidente rappresentazione di quanto l’Euro come moneta piщ pesante della Lira e piщ leggera del Marco,
abbia penalizzato la competitivitа del nostro paese e favorito quella della Germania.

Lo spread и la differenza tra il saggio di interesse passivo che l’Italia paga sul proprio debito, rispetto a quanto paga la Germania,
equivalente alla differenza tra i rendimenti dei nostri BTP a 10 anni ed i rendimenti dei BUND tedeschi sempre a 10 anni, in cui la Germania и presa come riferimento
con spread pari a 00, per essere il paese piщ virtuoso nel contesto internazionale.

27.07.2020: ma come la mettiamo con i BTP decennali in tendenza negativa in testa e spalle ribassista (vedi sotto) !? Due aspetti che non tornano.
Probabilmente quel segnale rialzista oltre 25000 tarderа non poco a verificarsi !

03.08.2020: e cosм и stato !
Il BTP 10 anni и ripreso a scendere mentre il BUND mantiene le posizioni. Cosм lo spred aumenta e la nostra BORSA scende !
Chissа quando rivedremo quel fatidico 25000 !!

L’analisi tecnica di Borsa, attraverso lo studio grafico dell’andamento della serie storica di un certo fenomeno rappresentato sugli assi cartesiani, non si occupa delle ragioni per cui si muove quel fenomeno, ma del come si muove.
L’analisi tecnica, pertanto, non si occupa delle ragioni per cui si muovono i prezzi, ma del modo con cui essi si muovono. E’ ciт che sto facendo, con l’obiettivo di individuare nel piщ breve tempo possibile l’inversione di tendenza.

Commento del 16.03.2020
Riflettete su questi numeri: 140, 80, 25. Sono rispettivamente lo spread odierno dell’Italia, della Spagna e della Francia. Questi numeri stanno a significare che l’Italia paga 2350 x 140 =
=33miliardi di euro, pari a 64.000 miliardi di vecchie lire di interessi all’anno piщ della Germania ; 14 miliardi piщ della Spagna e 27 miliardi piщ della Francia.
Lo stato italiano gira queste cifre a noi cittadini come ulteriore imposizione fiscale e come taglio ai servizi ! Cosм la forbice del benessere tra noi e loro si allarga sempre di piщ !

Commento del 10.06.2020
Guardate come и cambiata la situazione sugli SPREAD in soli 3 mesi: Italia, Spagna, Francia : 270, 103, 36 contro 140, 80, 25 del mese di marzo !!

SPREAD, differenza tra il tasso di interesse sul debito a 10 anni di un paese e il tasso di interesse sul debito a 10 anni del paese con tasso piщ basso.
Come si puт rilevare dallo specchietto sopra riportato, l o SPREAD quale indicatore di fiducia di un paese rispetto al paese piщ forte, oggi la Germania, rappresenta una ulteriore conferma
della forbice che va sempre piщ allargando.

Due crisi a confronto: quella del 1991/1992 con lo spread fino a 750 e quella del 2020/2020 con lo spread fino a 576
Nel settembre 1992 uscimmo dallo SME e negli anni che seguirono l’illusione dell’entrata nell’euro, lo spread si appiattм verso lo 0 o poco piщ,
fino a ricominciare a crescere con la crisi del 2007/2008 con il top del 2020/2020. Adesso dopo i soliti 5/6 anni dalla crisi siamo ancora tra 100 e 200.

28.07.2020: Anzi, con il nuovo governo “giallo verde” non ci scolliamo da 230, dopo un picco a 330 e sembra proprio che di scendere non ne abbia proprio voglia, anzi, dal testa e spalle rialzista e ribassista sul BTP decennale, sembra che voglia crescere ancora e non di poco. GUARDATE il grafico delle quotazioni del BTP a 10 anni: Se l’obiettivo venisse realmente raggiunto il nostro SPREAD potrebbe superare anche quello della Grecia adesso intorno ai 350 !
N.B. La piccola e bella Danimarca ha superato la Germania per virtщ sullo spread ! Quindi mentre noi affondiamo, c’и qualcun altro che vola !

———————————————————————————————————————————————————————————-
Per i l nostro vecchio indice COMIT posizionato da sempre all’interno dell’ampio canale rialzista epocale, se pur all’interno di un trend intermedio al ribasso da circa 20 anni ed adesso molto vicino, se pur al di sopra del significativo supporto della trend inferiore del grande canale azzurro sarebbe significativo il superamento di quota 1200 con obiettivo il ritorno sui massimi assoluti. Ma la rottura al rialzo della trend superiore del FLAG laterale discendente degli ultimi 20 anni (1200/1300 di indice Comit, corrispondente a 24000/2500 di Ftsemib) potrebbe proiettare il nostro indice ben oltre i precedenti massimi assoluti.
24.10.2020: cosм non и stato e adesso negativitа su tutti i mercati internazionali per il medio-lungo periodo. Piщ resistenti le vendite CAC francese, miglior indice europeo.
Possibile obiettivo a 6000 sul nostro FTSEMIB dagli odierni 18400.

Ciт che i grandi avevano detto, ma ciт che nemmeno i grandi sanno !!

Charles Dow 1851-1902 W.D. Gann 1878-1955 R.N. Elliott 1871-1948

Forse anche il vecchio DOW si trova vicino alla fine di una lunga sequenza di rialzi !? Solo per riposare ?
ONDA 5 di ONDA 5 ancora da completare. 28/30.000 forse solo un primo step. Potenzialitа fino a 180.000 ! Entro il 2023 ?

Ci siamo divertiti con la matematica a calcolare una ipotetica potenzialitа del vecchio Dow, ma non и detto che la corsa si sia esaurita e l’onda 5 di onda 5 si sia realizzata e completata sui 27/28000 ! Se cos fosse adesso ci aspetterebbe un lungo periodo di ribasso in A-B-C !

ONDA 5 di ONDA 5 ancora da completare.
28/30.000 forse solo un primo step. Potenzialitа fino a 180.000 entro il 2023 !?

24.10.2020 Il trend secolare al rialzo del DOW JONES si fermato definitivamente sulla lunga trend-line che unisce i massimi a partire dal 1929 ?
o si tratta di una estemporanea correzione ?

In copertina del mio libro avevo forse un poco anticipato !

I 94 anni ci riportano alla teoria dei cicli di Kondratieff

–>FTSEMib: tempo scaduto –>

Le oscillazioni al ribasso si fermano e lasciano il posto a oscillazioni più normali, come sta avvenendo adesso, che “calmano” le persone e danno l’impressione che la situazione si sia normalizzata

–> di Fabio Pioli 30 mar 2020 ore 11:33

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente ( www.cfionline.it )

Abbiamo già evidenziato come vi sia il rischio per il piccolo risparmiatore di essere finito in una gabbia.

Perché vi è finito è chiaro: ignoranza, imperizia, ignoranza e imperizia del consulente finanziario o della banca di riferimento.

Perché sia una eventuale gabbia è dovuto al fatto che una possibilità è che non ne esca più con le sue finanze intatte (ad esempio se si verifica l’ipotesi di Figura 1).

Fig 1. Future Ftse Mib – Grafico settimanale

Attenzione: non sto facendo terrorismo psicologico (quello, se l’ho fatto, l’ho fatto a 24.000 – 25.000 di future sull’indice italiano, pregando di non comprare) dicendo che sicuramente avverrà tale scenario. Qui sto solo pregando di tenere in considerazione la possibilità che i prezzi escano verso il basso. Semplicemente.

Sì perché dalla gabbia è possibile evadere.

Prima di considerare le possibilità di fuga, consideriamo le fasi che stanno avvenendo nella gabbia perché sono importanti dal punto di vista preparatorio.

La prima fase è la “calma” (Figura 2): le oscillazioni al ribasso si fermano e lasciano il posto a oscillazioni più normali, come sta avvenendo adesso, che “calmano” le persone e danno l’impressione che la situazione si sia normalizzata. Questo fa sì che il piccolo risparmiatore abbassi le difese e si anestetizzi e non prepari un piano di azione per salvare le sue finanze. E’ una fase molto perniciosa.

Fig 2. Future FTSEMib – Grafico giornaliero

La seconda fase è la “promessa o adulazione” (Figura 3): le oscillazioni sono positive, molto positive, addirittura del 10% in giornata. Questo serve (potenzialmente) per tirare dentro i piccoli risparmiatori promettendo loro che, se faranno media, potranno recuperare il loro soldi iniziali o guadagnare. Anch’ essa potenzialmente molto pericolosa.

Fig 3. Future FTSEMib – Grafico giornaliero

La terza fase è “la minaccia”. Questa fase, speriamo di non vederla, amplia nuovamente le oscillazioni al ribasso, impedendo al piccolo risparmiatore, perché minacciato, di ragionare e vendere i titoli che ha comprato in perdita ma recuperando almeno una parte di quanto investito.

Fig 4. Future FTSEMib – Grafico giornaliero

Come uscire dalla gabbia? Facendo un piano di evasione.

Da un carcere si esce o verso l’ alto, come fece Casanova evadendo dai Piombi, o verso il basso, scavando come nel film “Papillon”.

La fuga dalla gabbia più facile è verso l’alto: il trend ribassista è ovviamente sbattuto sulle sue resistenze (linea gialla in Figura 5). Se tali resistenze venissero rotte sarebbe evidenza di inversione di trend: il trend non sarebbe più negativo ma diverrebbe positivo. In qual caso probabilmente noi compreremmo e il piccolo risparmiatore uscirebbe, quanto meno temporaneamente, dalla gabbia. Un respiro di positività.

Fig 5. Future FTSEMib – Grafico giornaliero

La seconda via di fuga, più difficile e che richiede più coraggio, è verso il basso: se non vi fosse inversione rialzista, il trend prometterebbe di rompere i minimi di 14.045 punti e anche quelli di 12.000 punti (Figura 6). In tale contesto gli scenari grafici sono inimmaginabili e inaspettati e bisognerebbe chiudersi al rischio per evitare di incapparvi.

Fig 6. Future FTSEMib – Grafico giornaliero

L’unico problema è che le fasi di calma e di promessa e adulazione sembrano significare che il tempo stia per scadere. E voi, avete fatto il vostro piano di fuga?

Perché esso deve essere preciso, deve essere massimamente tecnico e non deve lasciare spazio a sviste o approssimazioni..

La titolarità dell’analisi che qui riportiamo è dell’autore della stessa, e l’editore – che ospita questo commento – non si assume nessuna responsabilità per il suo contenuto e per le finalità per cui il lettore lo utilizzerà.
L’autore comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza di una ricerca in materia di investimento e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Correlati

FTSEMib: ritorno all’ordinaria follia

Di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Leggi

FTSEMib: l’orario è scaduto

Di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Leggi

FtseMib: è la storiella del lustrascarpe di Wall Street

Di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Leggi

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Opzioni binarie dalla A alla Z.
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: